Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

A CREMONA PER AVVICINARE IL TRAGUARDO DEI PLAYOFF

“Il pareggio contro la capolista Trapani ci ha restituito piena consapevolezza nei nostri mezzi. Un’iniezione di fiducia importante in vista delle ultime 5 partite di campionato nelle quali vogliamo raccogliere i punti necessari per tagliare il traguardo dei playoff. Il posticipo di lunedì è stato dispendioso e ci ha lasciato pure qualche ferita, nella misura delle squalifiche di Marcone e Campo, nonché dell’infortunio di Thiam. Ma fortunatamente in questa squadra non mancano le alternative valide. A Cremona dovremo essere al 100%, soprattutto mentalmente, perché sarà una partita molto dura”. E’ il monito di mister Stefano Vecchi in vista della partita contro la Cremonese, coi grigiorossi all’ultima chiamata per i playoff.
 
Nella tredicesima giornata di ritorno del campionato di Prima Divisione Lega Pro, in programma questa domenica, 14 aprile, con calcio d’inizio alle ore 15.00, un Südtirol terzo in classifica, reduce dall’ottimo pareggio contro la capolista Trapani, ma bisognoso di incamerare altri punti per garantirsi l’accesso ai playoff, è di scena allo stadio “Zini” di Cremona per affrontare la locale formazione grigiorossa della Cremonese, che non ha alternative alla vittoria se vuole rimanere in corsa per la quinta posizione, ultimo piazzamento utile per accedere agli spareggi promozione post regular season.
In classifica il Südtirol precede la Cremonese di 10 lunghezze (46 contro 36) e ha un vantaggio di quattro punti sul 6° posto. Un margine sostanzioso a sole cinque partite dal termine del campionato, ma non ancora sufficiente per garantirsi i playoff. Alla luce di ciò i biancorossi puntano a ritrovare la vittoria, avendone conquistata una soltanto - segnatamente quella contro la Reggiana (3:0) - nelle ultime cinque partite, in cui Bassoli e compagni hanno per il resto pareggiato con Como (2:2), Cuneo (0:0) e Trapani (1:1), perdendo invece a Salò contro il Feralpi (3:1).
Allo stadio “Zini” di Cremona, mister Vecchi apporterà più di una modifica all’undici iniziale che lunedì scorso si è misurato col Trapani nel “Monday Night” del Druso. Un posticipo che, nell’arroventato finale, ha fatto registrare le espulsioni di Marcone e Campo, entrambi squalificati per una giornata e quindi indisponibili a Cremona, dove mancherà anche Thiam, dolorante ad una caviglia per via di una distorsione che lo aveva già costretto ad abbandonare ad inizio ripresa il match contro la capolista siciliana.
Marcone sarà sostituito fra i pali della porta biancorossa da Matteo Grandi, che in questa stagione ha mostrato grande affidabilità nelle cinque partite di campionato in cui è stato impiegato, mentre difesa e mediana potrebbero essere confermate in blocco, anche se non è da escludere che a centrocampo ad un Branca scalpitante possa far posto uno fra Bertoni e Uliano.
Il tridente offensivo, invece, potrebbe essere ridisegnato in toto, con Fink e Pasi a sostituire Campo e Thiam e col rientrante Maritato preferito a Testardi.
Il Südtirol non vince in trasferta da più di due mesi, con l’ultimo successo che risale al 10 febbraio scorso a Carpi. Lontano dal Druso Furlan e compagni hanno sin qui conquistato 15 dei 46 punti che detengono in classifica per effetto di uno score di 3 vittorie, 6 pareggi e 5 sconfitte.

I nostri avversari ai raggi “X”. Nelle ultime tre stagioni la Cremonese ha sempre visto sfumare ai playoff l’agognato traguardo del salto di categoria, della promozione in serie B per intenderci. In questo campionato, invece, il glorioso club grigiorosso rischia addirittura di rimanere escluso dai playoff, malgrado un organico che per quantità e soprattutto qualità è secondo solo a Lecce e Trapani. La formazione allenata da Giuseppe Scienza lamenta un ritardo di sette punti dalla quinta posizione, ultimo posto utile per accedere all’appendice degli spareggi-promozione. Il tentativo, invero ancora possibile, di rimonta ha accusato una brusca frenata domenica scorsa, quando la Cremonese è uscita sconfitta per 2-1 dalla trasferta a Pavia. Una sconfitta che ha interrotto una striscia positiva di 5 partite, nelle quali i grigio rossi avevano incamerato tre vittorie contro Cuneo (2:0), Reggiana (0:1) e Como (3:1) e due pareggi per 1:1 con Treviso in trasferta e Virtus Entella in casa. Allo “Zini” di Cremona la formazione di Scienza ha conquistato ben 24 dei 36 punti che detiene in classifica, per effetto di uno score di 6 vittorie, altrettanti pareggi e una sola sconfitta, quest’ultima risalente all’ormai lontanissimo 18 novembre scorso e patita per mano del Pavia (0:1), autentica “bestia nera” dei grigiorossi. Con 21 gol subiti in 27 partite, la Cremonese vanta la miglior difesa del campionato, mentre l’attacco non è dei più prolifici, avendo messo a segno sin qui 32 reti.
Nella Cremonese gioca il 31enne bomber comasco Giuseppe Le Noci, già capocannoniere dello scorso campionato di Prima Divisione, nonché “ex” biancorosso, avendo militato in forza al Südtirol nel triennio 2003-2006, totalizzando 96 presenze e 20 gol.
Domenica mister Scienza non potrà disporre dei difensori Moi e Visconti, entrambi squalificati. Da valutare le condizioni di capitan Baiocco, ancora convalescente da una recente frattura al naso.

La gara d’andata. Si è disputata lo scorso 25 novembre allo stadio Druso, e ha visto il Südtirol imporsi di misura (1:0) grazie ad un’autentica prodezza di capitan Campo, che al 67’ si è accentrato prepotentemente dalla destra per poi scoccare una saetta di sinistro che ha toccato il palo interno e si è infilata in rete. Un gol bellissimo che è valso ai biancorossi i tre punti, nel contesto di un match sostanzialmente equilibrato, nel quale la Cremonese ha deposto le armi solo nel finale, complici le espulsioni in rapida successione di Cangi e Djiuric.

I precedenti. FC Südtirol e Cremonese si sono già affrontate tredici volte nei campionati professionistici, fra Seconda Divisione e Prima Divisione Lega Pro, con uno score di quattro vittorie per l’FC Südtirol, due per la Cremonese e 7 pareggi.

Le possibili formazioni.
Cremonese (4-2-3-1): Viotti; Sales, Tedeschi, Cremonesi, Armenise; Fietta, Buchel (Baiocco); Nizzetto, Le Noci, Carlini; Djuric.
A disposizione: Grillo, Avogadri (Minelli), Baiocco (Buchel), Martina Rini, Caridi, Pinardi, Filippini.
Allenatore: Giuseppe Scienza
FC Südtirol (4-3-3): Grandi; Iacoponi, Cappelletti, Bassoli, Martin; Furlan, Bertoni, Uliano; Pasi, Maritato, Fink.
A disposizione: Tenderini, Kiem, Tagliani (Panzeri), Branca, Bontà, Turchetta, Testardi.
Allenatore: Stefano Vecchi
Arbitro: Vincenzo Ripa di Nocera Inferiore (Gori-Malacchi)

1^ Divisione Lega Pro (Girone A) - 30^ giornata – Domenica 14.04.2013 (ore 15.00)
Albinoleffe – Portogruaro
Cremonese - FC Südtirol
Cuneo - Como
Virtus Entella – San Marino
FeralpiSalò - Carpi
Reggiana – Lecce
Trapani – Pavia (ore 14.30)
Treviso - Tritium
Riposa: Lumezzane

La classifica.
Trapani 53 punti; Lecce 51 punti; FC Südtirol 46; Carpi 44; Virtus Entella 43; San Marino 42; FeralpiSalò 39; Albinoleffe*, Pavia 37; Cremonese*, Lumezzane 36; Portogruaro*, Cuneo 30; Como* 28; Reggiana 25; Tritium 17; Treviso* 13
* Penalizzazioni: Albinoleffe -6, Cremonese -1, Portogruaro -1, Como -1, Treviso -1
 
 
 
 

 Vai alla lista 
Prossima partita
FC Südtirol giovanili