Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

AL DRUSO BIG-MATCH CONTRO L'ALESSANDRIA DEI QUATTRO "EX"

Reduce dal ritrovato successo sul campo della Pro Patria - successo grazie al quale i biancorossi hanno interrotto un digiuno dalla vittoria che durava da cinque partite, nelle quali i biancorossi avevano raccolto appena tre punti - il Südtirol è impegnato domenica pomeriggio, 24 aprile, nella terzultima giornata del campionato di Lega Pro. Con calcio d’inizio alle ore 18, Tulli e compagni torneranno a giocare allo stadio Druso di Bolzano dopo due trasferte consecutive. L’ospite di turno sarà l’Alessandria, terza in classifica a pari punti (56) con il Pordenone ed in piena corsa per il raggiungimento dei playoff, garantito solo per seconda e terza classificate di ognuno dei tre gironi di Lega Pro. Ad esse si aggiungeranno le due migliori quarte.
In questo finale di stagione l’obiettivo del Südtirol - attualmente decimo ma a soli due punti dal nono posto e a tre dall’ottavo - è invece quello di classificarsi fra le prime nove squadre, in maniera tale da garantirsi – perla quarta stagione di fila, quinta complessiva - la qualificazione alla Coppa Italia-Tim Cup.
In trasferta l’Alessandria ha conquistato quasi la metà dei punti complessivi, per effetto di uno score di 8 vittorie, 3 pareggi e 4 sconfitte (27 punti su 56).
In casa il Südtirol non vince dal 6 marzo scorso, quando si impose per 1-0 sul Cuneo con gol-partita di Tulli al 90’. Al Druso i biancorossi hanno incamerato 20 dei 43 punti complessivi, facendo registrare un ruolino di marcia che annovera 4 vittorie, 8 pareggi e 3 sconfitte, quest’ultime subite per mano di Bassano (0-2), Pordenone (1-3) e Giana Erminio (0-1).
 
In campo. Contro l’Alessandria mister Stroppa non potrà certamente disporre di Fabio Gavazzi, ancora in imperfette condizioni fisiche. Rientrano invece Nicolas Crovetto, che ha scontato la giornata di squalifica, e Achille Coser, perfettamente ristabilito dalla recente lussazione al dito della mano destra.

Sugli spalti. La nostra società ha invitato ad assistere gratuitamente alla partita di domenica gli oltre 50 migranti (ospitati dalle strutture di accoglienza altoatesine) che di recente hanno preso parte al triangolare amichevole andato in scena allo stadio Druso e organizzato dalla Provincia, dal Comune, dalla Caritas, dalla Onlus Volontarius e dallo stesso FC Südtirol, la cui partecipazione all'evento era stata anche attiva, visto e considerato che nel mini-torneo erano scesi in campo sei calciatori della prima squadra (Cia, Fink, Brugger, Tait, Spagnoli e Sarzi Puttini) e tutta la formazione Allievi Nazionali. La nostra società è sempre favorevole a queste iniziative sociali e di solidarietà, sostenendo da anni anche le benemerite associazioni “L'Alto Adige aiuta”, Debra (bambini farfalla) e “Cuore di Bimbo”.

Gli “ex” della partita. Sono quattro e giocano tutti nell’Alessandria. In ordine d’importanza al primo posto non può che esserci Manuel Fischnaller, il “Golden Boy” di Signato, valorizzato dal settore giovanile del Südtirol per poi approdare giovanissimo in prima squadra, dove – in cinque stagioni non consecutive - ha totalizzato 143 presenze e realizzato 37 reti, di cui 16 nella scorsa stagione nella quale si è laureato capocannoniere del girone A di Lega Pro. Gli altri tre “ex” biancorossi sono Simone Branca (23enne centrocampista varesino che nel Südtirol ha giocato tre campionati, disputando 90 partite e segnando 5 gol), Manuel Marras (22enne attaccante esterno genovese che in biancorosso ha collezionato 34 presenze e 5 reti nella scorsa stagione) e Riccardo Bocalon (26enne centravanti veneziano che ha realizzato un gol in 6 partite disputate col Südtirol nella prima parte della stagione 2012/2013).
 
I nostri avversari ai “raggi X”.
L’Alessandria è reduce dal pareggio casalingo a reti inviolate (0-0) contro il Mantova, pareggio che ha interrotto una striscia di quattro vittorie di fila contro Pro Patria (0-1), Pordenone (1-0), Pavia (0-2) e Giana Erminio (0-3). I “grigi” non subiscono gol da cinque partite, segnatamente da 480 minuti. L’ultima rete incassata risale al 30’ del primo tempo del match casalingo perso contro il Cittadella (1-2). Non a caso, dopo la Reggiana (22), l’Alessandria ha la seconda difesa meno battuta del campionato con 25 gol subiti. 
I piemontesi hanno invece il terzo attacco più prolifico del girone con 46 reti segnate. Meglio hanno fatto solo la capolista Cittadella (49) e il FeralpiSalò (47).
Il top-scorer dell’Alessandria è l’“ex” biancorosso Riccardo Bocalon, autore di 14 reti (più 4 assist) in 29 partite disputate.
Difficile individuare un solo calciatore simbolo della formazione piemontese, che nell’estate scorsa ha allestito un organico di sole prime scelte, con l’obiettivo dichiarato di puntare alla promozione in serie B. L’obiettivo è ancora perseguibile, anche se i “grigi” dovranno cercare di raggiungerlo attraverso l’appendice dei playoff.
In campionato l’Alessandria è stata a lungo in lizza per la promozione diretta, ma ha perso progressivamente terreno rispetto al primo posto, complici le fatiche di Coppa Italia-Tim Cup, rassegna nella quale i piemontesi hanno raggiunto una memorabile qualificazione alle semifinali, dove sono stati eliminati dal Milan.
Contro il Südtirol mister Angelo Gregucci non potrà certamente disporre dello squalificato Morero, uno dei due centrali difensivi titolari. Da valutare sino all’ultimo le condizioni fisiche, al momento imperfette, del terzino sinistro Sabato.

La gara d’andata. Lo scorso 12 dicembre 2015, nella quindicesima giornata del campionato di Lega Pro, l’Alessandria prevalse sul Südtirol per 2-1 allo stadio “Moccagatta”, andando a segno due volte nei primi venti minuti, con doppietta dell’ex biancorosso Bocalon. Secondo tempo di marca biancorossa, con la squadra di Stroppa che riuscì però solo ad accorciare le distanze con Kirilov.
 
I precedenti. Alessandria e Südtirol si sono affrontate complessivamente nove volte e il bilancio è in perfetta parità, in presenza tre vittorie biancorosse, altrettanti pareggi e tre successi per i piemontesi.
 
Il programma della 32^ giornata del girone A di Lega Pro (domenica ore 18) 
CREMONESE vs PRO PATRIA
FERALPISALO’ vs CITTADELLA
LUMEZZANE vs PAVIA
MANTOVA vs PRO PIACENZA
PADOVA vs GIANA ERMINIO
PORDENONE vs CUNEO
REGGIANA vs ALBINOLEFFE
RENATE vs BASSANO 
FC SÜDTIROL vs ALESSANDRIA 

La classifica. Cittadella 69 punti; Bassano 58; Alessandria, Pordenone 56; Padova 51; FeralpiSalò 49; Padova 48; Pavia 48; Cremonese 46; Reggiana 45; FC Südtirol 43; Giana Erminio 38; Renate 36; Pro Piacenza, Lumezzane 35; Cuneo 33; Mantova 27; Albinoleffe 19; Pro Patria 7
Penalizzazioni: Pro Patria “-3”
 
 
 
 

 Vai alla lista 
Prossima partita
FC Südtirol giovanili
 
 
 
VS.
 
AC Renate   FC Südtirol
 
 
Do, 22. Ottobre 2017 - 14:30
 
Stadio "Città di Meda" - Renate
 
  Ticket Online  
 
 
0
0
0
0
giorni Ore Min. Sec.