Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

CON RASTELLI E' UN ALTRO SÜDTIROL: BUON PAREGGIO COL VENEZIA (1-1)

Si può voltare pagina rispetto al recente, infruttuoso passato anche con un pareggio. A maggior ragione se ottenuto in trasferta, dove prima si era sempre perso, e contro un avversario del valore del Venezia. E’ tutto un altro Südtirol, quello di mister Claudio Rastelli, al debutto sulla panchina biancorossa nel match giocato al “Mecchia” di Portogruaro e terminato in parità (1-1), con Campo e compagni a portarsi per primi in vantaggio grazie al gol in apertura di Ekuban, impattato su rigore da Cori a fine prima frazione. Il Südtirol del nuovo corso ha mostrato idee chiare, buona organizzazione e soprattutto un atteggiamento propositivo che gli ha permesso di creare occasioni da gol in numero superiore agli avversari.
 
Live match. Nella sesta giornata del campionato di Prima Divisione Lega, il Südtirol del nuovo corso - affidato a mister Claudio Rastelli, subentrato ad inizio settimana a Lorenzo D’Anna – rende visita allo stadio “Mecchia” di Portogruaro al Venezia, quinto in classifica con 9 punti, quattro in più dei biancorossi che hanno sin qui conquistato una sola vittoria nelle cinque partite disputate, con due sconfitte in altrettanti incontri giocati in trasferta, segnatamente quelli di Bergamo contro l’Albinoleffe e di Como.
A Portogruaro inizia un ciclo di quattro partite che opporranno i biancorossi ad avversari di rango e dalle legittime ambizioni d’alta classifica. Dopo il Venezia sarà infatti la volta di Virtus Entella, Cremonese e Vicenza, col vantaggio non trascurabile del doppio turno casalingo contro liguri e lombardi.
Il Venezia ha sin qui tenuto un ruolino di marcia senza mezze misure, vale a dire senza pareggi, con tre vittorie e due sconfitte in cinque partite. 
Contro il Venezia mister Rastelli deve rinunciare a Dell’Agnello, costretto a dare forfait per un ginocchio malconcio, e a Fink (risentimento muscolare), mentre Bastone (acciaccato) e Branca (febbricitante) siedono in panchina in imperfette condizioni fisiche. Il nuovo allenatore biancorosso vara un “4-4-2” con Cappelletti e Bassoli coppia centrale in difesa, con Vassallo e Furlan interni di centrocampo spalleggiati a destra da Campo e a sinistra da Turchetta e con Corazza e Ekuban tandem d’attacco.
La cronaca. Inizio di match energico, volitivo ed intraprendente del Südtirol, che opera il primo affondo al 4’, quando una rimessa laterale a lunga gittata di Campo viene addomesticata in area da Corazza, il quale serve il rimorchio di Vassallo che non riesce però ad inquadrare la porta.
Due minuti più tardi ancora Campo ad ispirare Turchetta, che dal limite dell’area calcia centralmente, permettendo a Vigorito di rendere innocua la conclusione.
Il forcing iniziale del Südtirol è continuo ed incisivo, e al 6’ la formazione biancorossa si porta a condurre, con bella azione corale propiziata da Corazza, ben gestita sull’out di sinistra da Turchetta e rifinita da Martin, il cui preciso assist in area permette ad Ekuban di firmare l’1-0. Gol bellissimo e prima rete in campionato, seconda stagionale, per il 19enne attaccante italo-ghanese di scuola Chievo Verona. 
Il Venezia, a questo punto, allenta la pressione biancorossa, con D’Appolonia che all’11’ riceve palla in area ed è abile a girarsi, ma la sua conclusione viene bloccata a terra dall’attento e sicuro Micai.
Ma poi è ancora Südtirol, con Corazza che dal limite dell’area invita al tiro Furlan, il cui destro dai 25 metri impegna severamente Vigorito nella respinta di pugni.
Gioca bene la formazione di Rastelli, mostrando buona compattezza e personalità, e al 27’ Campo vede e serve l’inserimento in area di Iacoponi che da posizione defilata calcia sull’esterno della rete.
Col suo atteggiamento propositivo il Südtirol mantiene lontano dalla propria area di rigore il Venezia, con gli arancioneroverdi confinati nella loro metà campo, ma al 38’ l’arbitro sanziona fiscalmente un contatto in area apparso veniale fra Pasini e Bassoli, assegnando il calcio di rigore ai padroni di casa. Dal dischetto Cori fa 1-1.
Lo stesso Cori, un minuto più tardi, prova il gran tiro dalla distanza, ma Micai è bravo a distendersi in tuffo e a respingere il pallone velenoso.
Il Südtirol fatica a riorganizzarsi, il Venezia sfrutta il momento favorevole, e al 42’ su cross in area di Pasini il colpo di testa di Cori costringe nuovamente Micai al difficile intervento.
E’ l’ultima azione di un primo tempo che si conclude sull’1-1.
Si riparte, in entrambe le squadre, con gli stessi effettivi che hanno concluso la prima frazione e con la partita che non offre spunti sino al 13’, quando Corazza innesca la corsa di Campo, il quale – arrivato al limite dell’area – prova la stoccata di sinistra, ma la sua conclusione termina fra le braccia di Vigorito.
Come nel primo tempo, eccezion fatta per l’ultimo quarto d’ora, è il Südtirol a manovrare con più disinvoltura ed efficacia, e al 18’ Turchetta si produce in un bell’assolo, entrando in area di rigore ma calciando debolmente fra le mani protese di Vigorito.
Ancora biancorossi insidiosi al 20’ con Turchetta che agevola la conclusione dal limite di Vassallo, il quale però non trova la giusta coordinazione e calcia a lato.
Mister Rastelli vuole provare a vincere la partita, e a metà ripresa toglie Turchetta per inserire Tagliani, che si posiziona davanti la difesa, col passaggio al 4-3-3 e con Campo, Ekuban e Corazza a comporre il tridente offensivo.
Al 29’ l’arbitro interrompe il gioco in seguito ad un duro quanto fortuito scontro fra Iacoponi e Vigorito, che rimane a terra soccorso dai sanitari. 
Il portiere del Venezia riprende il suo posto fra i pali e si ricomincia a giocare, coi biancorossi che confezionano un’altra palla-gol, su lancio in verticale di Corazza per lo scatto di Ekuban, il cui diagonale si perde non di molto a lato. 
E’ l’ultima occasione di un match che si conclude sull’1-1. Buona la “prima” per mister Claudio Rastelli, col Südtirol che coglie il suo primo punto in trasferta e che può guardare al futuro prossimo con più fiducia e sicurezza.

UNIONE VENEZIA – FC SÜDTIROL 1-1 (1-1)
Unione Venezia (4-3-3): Vigorito; Campagna, Pasini, Di Bari, Bertolucci; Maracchi (54. Gallo), Giorico, Calamai; Dramè (67. Bocalon), Cori (87. Pignat), D’Appolonia.
A disposizione: Fortunato, Cernuto, Lancini, Taddei. 
Allenatore: Alessandro Dal Canto
FC Südtirol (4-4-2): Micai; Iacoponi, Cappelletti, Bassoli, Martin; Campo, Vassallo (81. Branca), Furlan, Turchetta (69. Tagliani); Ekuban, Corazza (88. Ahmedi).
A disposizione: Tonozzi, Kiem, Bastone, Innocenti.
Allenatore: Claudio Rastelli
Arbitro: Luca Albertini di Ascoli Piceno (Tamburini-Gentilini)
Reti: 6. Ekuban (0:1), 39. Cori su rigore (1:1)
Note: ammoniti Bassoli (FCS), Dramè (V), Pasini (V), Vassallo (FCS), Maracchi (V), Giorico (V)
 
 
 
 

 Vai alla lista 
Prossima partita
FC Südtirol giovanili
 
 
 
VS.
 
FC Südtirol   Albinoleffe
 
 
Do, 27. Agosto 2017 - 18:30
 
Stadio Druso - Bolzano
 
  Ticket Online  
 
 
0
0
0
0
giorni Ore Min. Sec.