Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

CONTRO LA CREMONESE SI PUNTA AD "ESPUGNARE" IL DRUSO

Per un Südtirol reduce dalla convincente vittoria a Lumezzane ed in serie utile da quattro partite per effetto di due successi esterni e altrettanti pareggi casalinghi a reti inviolate, il calendario del girone A del campionato di Lega propone il match interno contro una squadra di grande blasone e tradizione. Questa domenica, 29 novembre, in occasione della tredicesima giornata, la formazione diretta da Giovanni Stroppa riceve infatti al Druso (calcio d’inizio alle ore 15) la visita della Cremonese, quinta in classifica con 20 punti – appena uno in più dei biancorossi – e in serie utile – al pari di capitan Furlan e compagni – da quattro partite, nelle quali il team allenato da Fulvio Pea ha ottenuto tre vittorie e un pareggio, subendo un solo gol.
Per il Südtirol la “mission” è quella di “espugnare” lo stadio Druso e ritrovare la vittoria di fronte al pubblico amico. L’ultimo successo al Druso risale infatti a due mesi e mezzo fa, segnatamente al 13 settembre scorso, quando – nella seconda giornata di campionato – i biancorossi si imposero per 2-1 sul Mantova, ottenendo la prima e sinora unica vittoria interna. I successivi quattro match casalinghi, senza gol all’attivo, hanno infatti fatto registrare tre pareggi per 0-0 contro Reggiana, FeralpiSalò e Renate e una sconfitta per mano del Bassano (0-2).
 
In campo. Contro la Cremonese mister Stroppa non potrà disporre dello squalificato Mladen e del “lungodegente” Sarzi. Possibile la conferma del “4-3-3”, ma non è da escludere il ritorno al “3-5-2”, stesso modulo utilizzato dalla Cremonese.

Gli “ex” della partita. Sono tre, due nel Südtirol e uno nella Cremonese. In casa biancorossa gli “ex” sono Radoslav Kirilov, che nella Cremonese ha militato nella scorsa stagione totalizzando 23 presenze e 4 gol, e Alessandro Bassoli, anch’egli in grigiorosso nel campionato 2014-2015 con 13 presenze e 1 gol. Nella Cremonese, invece, troviamo Walter Zullo, che in biancorosso ha totalizzato appena 3 presenze nella seconda parte della scorsa stagione, cui sommare però le 8 partite disputate nella stagione 2009/2010, quella culminata nella promozione in C1 del team altoatesino.

I nostri avversari ai “raggi X”. Dopo le cocenti delusioni delle passate stagioni - e non solo di quelle ultime – nelle quali i grigiorossi non sono mai riusciti ad assecondare le grandi ambizioni della vigilia, la Cremonese ha cambiato politica e strategia nell’allestimento della squadra. Ai nomi altisonanti, con trascorsi in categorie superiori, è stata infatti preferita la linea verde, adottata la scorsa estate per assemblare il nuovo organico da mettere a disposizione di Fulvio Pea, allenatore di grande spessore e di notevole esperienza, reduce dalla miracolosa salvezza raggiunta col Monza, malgrado le infinite traversie societarie, culminate – a stagione ancora in corso – nel fallimento del club brianzolo.
Squadra complessivamente giovane (età media di poco superiore ai 24 anni) ma comunque di buona qualità, perché forte di elementi di sicura affidabilità nella categoria come il portiere Ravaglia, i difensori Marconi, Zullo e Russo, tutti nuovi acquisti, i centrocampisti Rosso (dal Pavia), Perpetuini (7 presenze in A con la Lazio, poi Salernitana, Foggia e Crotone) e Bianchi (dal Novara), gli attaccanti Pacilli, Maiorino, Magnaghi e – soprattutto – capitan Brighenti, a segno complessivamente 28 volte (15 + 13) nelle due scorse stagioni e già a quota sei reti in questo campionato.
La Cremonese occupa attualmente la quinta posizione con 20 punti, a pari merito con Reggiana e Bassano, e con uno score di 5 vittorie, 5 pareggi e 2 sconfitte in 12 partite. Il team lombardo è in serie utile da 4 partite avendo sconfitto Lumezzane, Pro Piacenza e Renate ed avendo pareggiato col Padova.
In trasferta la Cremonese ha raccolto nove dei 20 punti complessivi per effetto di uno score di 2 vittorie, 3 pareggi e una sola sconfitta, quest’ultima rimediata per mano della Reggiana.
Dopo la stessa Reggiana (7), la Cremonese ha la seconda miglior difesa del campionato con appena 8 gol subiti.
A Bolzano mister Pea non potrà certamente disporre di Crialese, squalificato.

I precedenti fra i due club. Südtirol e Cremonese si sono affrontate complessivamente 20 volte. Il bilancio è di 6 vittorie per la formazione altoatesina, 9 pareggi e 5 successi per la compagine lombarda.

Il programma della 13^ giornata del girone A di Lega Pro
ALBINOLEFFE vs RENATE domenica ore 17.30
ALESSANDRIA vs GIANA E. sabato ore 15.00
CITTADELLA vs REGGIANA sabato ore 20.30
CUNEO vs LUMEZZANE sabato ore 15.00
FERALPISALO’ vs PORDENONE domenica ore 17.30
PAVIA vs MANTOVA sabato ore 15.00
PRO PATRIA vs PADOVA sabato ore 17.30
PRO PIACENZA vs BASSANO V. sabato ore 14.00
SÜDTIROL vs CREMONESE domenica ore 15.00

La classifica. Cittadella 23 punti; Pavia, FeralpiSalò, Alessandria 21; Reggiana, Bassano, Cremonese 20; Pordenone, FC Südtirol 19; Giana Erminio 17; Cuneo 16; Padova, Pro Piacenza 14; Lumezzane 13; Mantova 12; Renate 9; Albinoleffe 8; Pro Patria 2
 
 
 
 

 Vai alla lista 
Prossima partita
FC Südtirol giovanili
 
 
 
VS.
 
Rimini   FC Südtirol
 
 
Do, 28. Ottobre 2018 - 14:30
 
Rimini
 
  Ticket Online  
 
 
0
0
0
0
giorni Ore Min. Sec.