Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

Domenica family day al Druso per la partita FC Südtirol-Pro Vercelli

Ad una giornata dalla fine del campionato di Serie C2, l’FC Südtirol-Alto Adige deve ancora lottare per salvarsi. I biancorossi occupano ex equo con Sassari Torres e Varese il 13° posto in classifica, ad una sola lunghezza da Cuneo, Olbia und Pavia. Due di queste sei squadre dovranno disputare i play-out retrocessione, dove aspettano Valenzana e Caravaggese. Il Pizzighettone è invece già condannato alla retrocessione in Serie D.
 
Domenica i biancorossi vedono perciò assolutamente battere al Druso la Pro Vercelli, che ha ancora una piccola chance per qualificarsi per i play-off. Sassari Torres (mercoledì sono stati confermati gli otto punti di penalizzazione) e Varese giocano in trasferta contro Ivrea e Pizzighettone, due avversari che non hanno più nulla da chiedere a questo campionato. Anche Cuneo contro la Valenzana e Pavia contro il Pergocrema sono impegnate in trasferta, mentre l’Olbia ospiterà il Mezzocorona. Negli scontri diretti l’Alto Adige è in vantaggio su Cuneo ed Olbia, mentre ha un bilancio negativo contro Sassari Torres, Varese e Pavia.

L’FCS spera naturalmente nel sostegno del proprio pubblico ed ha deciso di organizzare per questa importante partita un „family day“. Donne, giovani fino a 19 anni e studenti universitari potranno assistere gratuitamente all’incontro. Con quest’azione i biancorossi vogliono, dopo le ultime due sconfitte casalinghe subite contro la Canavese ed il Mezzocorona, ritornare al successo anche al Druso. In 16 incontri casalinghi l’Alto Adige ha raccolto quest’anno nove vittorie, quattro pareggi e tre sconfitte. Anche la differenza reti con 22 gol segnati e 14 subiti è positiva.

L’allenatore Aldo Firicano domenica dovrà rinunciare agli infortunati Thomas Veronese ed Andrea Ghidini. Nella Pro Vercelli mancherà invece lo squalificato difensore Roberto Bandirali. La società piemontese è stata fondata nel 1892 e vanta una grande tradizione. La Pro Vercelli ha vinto il primo scudetto già nel 1908, poi sono seguiti altri sei titoli, l’ultimo nel 1922. È ad oggi l'unica squadra proveniente da una città non capoluogo di regione ad aver vinto più di un titolo italiano (Hellas Verona, Casale e Novese hanno vinto solamente uno scudetto). Il 13 maggio 1913 nella partita Italia-Belgio erano ben nove i giocatori della Pro Vercelli titolari in azzurro. Altro cenno storico: nella stagione 1929/30 il giocatore della Pro Vercelli Bajardi ha segnato il primo gol della nuova Serie A. Successivamente la società piemontese è retrocessa fino alla Serie D. Da 14 anni gioca nuovamente in C2 e nelle ultime stagioni ha quasi sempre raggiunto i play off promozione, ma non è mai riuscita a salire in C1. L’ex giocatore piú noto della Pro Vercelli è sicuramente il campione del mondo Silvio Piola.

La Pro Vercelli anche quest’anno ha ancora la possibilità di qualificarsi per i play-off. Domenica deve peró vincere al Druso e sperare che contemporaneamente il Rodengo Saiano non vinca in trasferta contro la Nuorese. Dopo uno stentato avvio di stagione la Pro Vercelli ha esonerato il 3 dicembre l’allenatore Marco Torresani, sostituendolo con il 42enne Gianluca Gaudenzi, ex Ivrea e Carpendolo. Con il cambio in panchina sono tornati anche i successi. Il bomber della squadra è Morgan Edirin Egbedi, nove volte a segno in questa stagione. Il 28enne nigeriano ha realizzato una rete anche contro l’FCS nella rocambolesca vittoria per 4:3 all’andata. Dopo essere stata in vantaggio per 4:1 fino a 20 minuti dal termine, la formazione di Gaudenzi ha subito due reti (entrambe segnate da Andrea Ghidini), rischiando in piú occasioni di farsi addirittura raggiungere dai biancorossi. L’anno scorso l’incontro disputato al Druso si era concluso in pareggio per 1:1 (con una rete di Davide Carfora, nella foto), mentre all’andata la Pro Vercelli si era imposta in casa per 1:0 con un gol di Claudio Labriola.

 

Probabile formazione (Stadio Druso Bolzano, domenica 3 maggio 2008, ore 15.00)

FC Südtirol: Servili, Brugger, Kiem, Calvi, Bianchini, Bova, Benvenuto, Scarnato, Veron, Carfora, Scavone; a disposizione: Pomarè, Rossi, Dalpiaz, Mayr, Bacher, Fink, Mair
Allenatore: Aldo Firicano

Pro Vercelli: Castagnone, Gobba, Mariani, Ambrosoni, Carrera, Labriola, Antonioni, Didu, Pietribiasi, Magrin, Egbedi; a disposizione: Malatesta, Pilleri, Canino, Di Loreto, Vasoio, Rondinella, Tedoldi
Allenatore: Gianluca Gaudenzi

 

Tutti gli incontri della 34° giornata di Serie C2 (domenica 3 maggio 2008)

FC Südtirol - Pro Vercelli
Carpenedolo - Caravaggese
Ivrea - Sassari Torres
Lumezzane - Canavese
Nuorese - Rodengo Saiano
Olbia - Mezzocorona
Pergocrema - Pavia
Pizzighettone - Varese
Valenzana - Cuneo


Classifica Serie C2 dopo la 33° giornata

1. Pergocrema 54 punti
2. Carpenedolo 54
3. Lumezzane 52
4. Mezzocorona 51
5. Rodengo Saiano 49
6. Pro Vercelli 47
7. Ivrea 45
8. Nuorese 45
9. Canavese 45
10. Cuneo 42
11. Olbia 42 (2 punti di penalizzazione)
12. Pavia 42
13. Sassari Torres 41 (8 punti di penalizzazione)
14. Varese 41
15. FC Südtirol 41
16. Caravaggese 34
17. Valenzana 30
18. Pizzighettone 26

 
 
 
 

 Vai alla lista 
Prossima partita
FC Südtirol giovanili
 
 
 
VS.
 
FC Südtirol   Vis Pesaro
 
 
Do, 18. Novembre 2018 - 14:30
 
  Ticket Online  
 
 
0
0
0
0
giorni Ore Min. Sec.