Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

DOMENICA UN MATCH DA "TUTTO ESAURITO" COL VERONA

E’ la partita dell’anno in Alto Adige. E non solo per i tifosi dell’FCS. Non a caso domenica il “Druso” sarà gremito in ogni ordine di posti (mille i supporter scaligeri). Un “tutto esaurito” da 3000 spettatori pari solo al match del 9 maggio 2010, quello della storica promozione contro la Valenzana.
 

Ventunesima giornata, quarta del girone di ritorno, del campionato di Prima Divisione Lega Pro: allo stadio Druso un FC Suedtirol (24 punti) in cerca di riscatto dopo le due sconfitte consecutive d’inizio anno contro Gubbio e Salernitana ospita niente di meno che l’Hellas Verona (25 punti), accompagnato nella sua trasferta bolzanina da circa 1000 rappresentanti della sua impareggiabile tifoseria. Un Hellas Verona che è squadra dall’immutato fascino malgrado il suo ancora perdurante status di nobile decaduta dai fasti delle stagioni in serie A - memorabile lo scudetto del 1985 - e in serie B. Gli scaligeri hanno avuto una prima parte di stagione travagliata, certamente non in linea con le legittime ambizioni iniziali di condurre un campionato di vertice. Ma l’obiettivo playoff è ancora alla portata, vuoi per la qualità di un organico di primissimo ordine, vuoi per l’accelerata che i gialloblu hanno dato di recente al loro ruolino di marcia, incamerando due successi casalinghi (contro Paganese e Monza) più un pareggio (a Como) nelle ultime tre partite. La cura Mandolini, allenatore che ha sostituito ad inizio novembre l’esonerato Giuseppe Giannini sulla panchina scaligera, sta iniziando a dare i propri frutti. Con l’ex difensore dell’Inter ed ex tecnico del Cluj, alla cui guida ha vinto il campionato rumeno nella scorsa stagione, l’Hellas Verona è ancora imbattuto, con lo score di 6 pareggi e di 2 vittorie, quest’ultime – come già detto – conquistate nelle ultime tre giornate. Ma la formazione scaligera esercita forti suggestioni in Alto Adige anche per la presenza nelle proprie file del direttore sportivo Mauro Gibellini, “architetto” dell’FC Suedtirol di Giuseppe Sannino prima e di Attilio Tesser poi, nonché del centrocampista Manuel Mancini (in biancorosso nelle stagione 2003/2004 e 2004/2005) e del bomber Giuseppe Le Noci, con quest’ultimo che ha vestito la casacca biancorossa nel triennio 2003-2006 realizzando complessivamente 20 reti.

L’“ex” in maglia biancorossa è invece il portiere Davide Zomer (NELLA FOTO), che al Verona è stato legato per complessive sei stagioni e mezza. Un “ex” gialloblù è anche Andrea Burato, che in forza all’Hellas ha giocato lo scorso campionato di Prima Divisione pur collezionando appena due presenze. Ma il 20enne centrocampista di Soave rientra nella lunga lista degli indisponibili di mister Sebastiani. Burato è infatti squalificato al pari di Roberto Mirri e di Alfredo Romano. Inutilizzabili anche gli infortunati Cascone e Albanese, mentre Sorrentino troverà posto nella panchina “corta” che per l’occasione sarà completata dai “Berretti” Kaufmann e Crepaz.

Venendo alla formazione, quasi obbligata per penuria di scelte, in difesa rientra Martin sulla fascia sinistra, con Nazari riportato al centro in coppia con Kiem, mentre a destra ballottaggio fra Traorè e Hans Rudi Brugger. I due interni di centrocampo saranno Furlan e Mariano Romano. In posizione più avanzata dovrebbe agire il terzetto Campo-El Kaddouri-Fink, a sostegno di Mattia Marchi, che torna dal primo minuto al centro dell’attacco. L’alternativa è un “4-4-2” con Manuel Fischnaller al fianco di Mattia Marchi e con gli esterni Campo e Fink in linea coi centrocampisti. Una soluzione che porterebbe all’iniziale esclusione di El Kaddouri.

Venendo al Verona, mister Andrea Mandolini dovrebbe riproporre la stessa formazione che domenica scorsa ha sconfitto il Monza. Un “4-3-1-2” con Mancini trequartista a supporto della coppia d’attacco Pichlmann-Le Noci.

Volendo individuare i calciatori di maggior spicco dell’Hellas Verona, fra i tanti a disposizione di mister Mandolini, si può porre l’accento sul centrocampista (ex Reggina in A e B) Halfreddson, nazionale islandese, o sull’attaccante austriaco Pichlmann, prelevato la scorsa estate dal Grosseto (serie B). 

 

La gara d’andata. Lo scorso 12 settembre la sfida terminò in parità (1-1). Al vantaggio di Mattia Marchi al 24’ del primo tempo rispose repentinamente Hallfredsson, nemmeno dieci minuti più tardi. Poi i biancorossi recriminarono per una palla-gol fallita dallo stesso Marchi prima dell’intervallo e per la traversa scheggiata da Campo, ad inizio ripresa. Ma nel secondo tempo la pressione scaligera fu insistente e incalzante, con l’“ex” Davide Zomer due volte sugli scudi.

 

L’unico precedente al “Druso”. Risale al 17 agosto 2008 in un match valido per la Coppa Italia Lega Pro. Allo stadio di viale Trieste, FC Suedtirol (allenatore D’Angelo) e Hellas Verona (allenatore Remondina) pareggiarono per 2-2. Le reti: 11’ Tiboni (0-1), 46’ De Lucia (1-1), 86’ Araboni (2-1), 94’ Garzon (2-2).

i casa.

Iniziativa pro “Fair Play”. L’FC Suedtirol si è fatto promotore per questa domenica, 23 gennaio, in occasione del match al Druso contro l’Hellas Verona, di una iniziativa pro “Fair Play”. Nel loro ingresso in campo, prima dell’inizio della gara, le due squadre saranno accompagnate da altrettante formazioni giovanili. I giocatori dell’Hellas Verona si allineeranno a centrocampo, mano nella mano, con undici ragazzini dell’FC Suedtirol. Altrettanto faranno Kiem e compagni con piccoli calciatori che vestiranno la divisa gialloblu del sodalizio scaligero. Poi, tutti assieme, i 22 ragazzini srotoleranno uno striscione con un eloquente invito al “Fair Play”, in campo e in tribuna.

 

“Green Event” by “Duka”. Il match contro l’Hellas Verona rappresenterà il terzo “Green Event” organizzato dall’FC Suedtirol, progetto a sostegno della tutela ambientale. Partner del terzo “Green Event” sarà la ditta Duka. Sul nostro sito www.fc-suedtirol.com, sezione Green Event (vedi Mobilità) - si possono trovare tutte le informazioni utili per raggiungere lo stadio Druso con mezzi alternativi all’auto, tanto per chi vive a Bolzano quanto per coloro che invece risiedono fuori città. 

 

Apertura casse allo stadio (domenica). Per i non molti biglietti che rimarranno a disposizione terminata la prevendita, le casse dello stadio Druso apriranno domenica alle ore 11.

Le probabili formazioni

FC Suedtirol (4-2-3-1): Zomer; Traorè (Brugger), Kiem. Nazari, Martin; Furlan, Mariano Romano; Campo, El Kaddouri, Fink; Marchi. A disposizione: Mair, Brugger (Traorè), Kaufmann, Crepaz, Manuel Fischnaller, Baccolo, Sorrentino

Allenatore: Alfredo Sebastiani

Hellas Verona (4-3-1-2): Rafael; Abbate, Ceccarelli, Vergini, Scaglia; G. Russo, Esposito, Hallfredsson; Mancini; Pichlmann, Le Noci. A disposizione: Caroppo, Garzon, Anderson, Paghera, Martina Rini, Vriz, Scapini.

Allenatore: Andrea Mandorlini 

 

1^ Divisione Lega Pro – 21^ giornata – Domenica 23 gennaio (ore 14.30)

Como – Alessandria

Cremonese – Ravenna

Fc Suedtirol – Hellas Verona

Gubbio – Spezia

Lumezzane – Pergocrema

Monza – Reggiana

Paganese – Salernitana

Pavia – Spal

Sorrento – Bassano Virtus

 

La classifica.

Gubbio* 39 punti; Sorrento 37; Spal* 33; Alessandria* 32; Reggiana 30; Bassano Virtus, Ravenna e Salernitana* 26; Hellas Verona, Lumezzane* e Spezia* 25; FC Suedtirol 24; Cremonese 23; Pergocrema* e Pavia 21; Como* 20; Monza 18; Paganese 12

* Penalizzazioni: Salernitana e Spezia – 2 punti; Lumezzane, Como, Gubbio, Pergocrema e Spal – 1 punto

 

Giovanili nazionali.

Ritrovata la vittoria a Salò, dopo cinque sconfitte consecutive, la formazione Berretti va a caccia domani (campo sintetico “Talvera A”, ore 14.30) del primo successo casalingo della stagione, ospitando la Sacilese, ultima in classifica a pari (de)merito proprio con il Feralpisalò, battuto sabato scorso. Sempre per la seconda giornata di ritorno dei rispettivi campionati, scendono in campo domenica le formazioni Allievi e Giovanissimi. Gli Allievi di mister Andrea Guerra, settimi in classifica e reduci dalla sonante vittoria (4-0) contro la Sacilese, rendono visita al Portogruaro, penultimo della classe, mentre i Giovanissimi di mister Gianpaolo Morabito, ottavi in graduatoria, ospitano sul campo sintetico “Talvera A” (ore 15) l’Udinese, terza forza del torneo.

 
 
DOMENICA UN MATCH DA "TUTTO ESAURITO" COL VERONA
DOMENICA UN MATCH DA "TUTTO ESAURITO" COL VERONA
 
 

 Vai alla lista 
Prossima partita
FC Südtirol giovanili
 
 
 
VS.
 
FC Südtirol   Fano Alma Juventus
 
 
Me, 26. Settembre 2018 - 18:30
 
  Ticket Online  
 
 
0
0
0
0
giorni Ore Min. Sec.