Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

FINE DEL DIGIUNO! IL SÜDTIROL TORNA ALLA VITTORIA COL PORDENONE

Fine del digiuno. Dopo otto partite di astinenza, il Südtirol ritrova la vittoria al Druso, prevalendo in rimonta per 3-1 sul Pordenone, già sconfitto in settimana in Coppa Italia. Match-winner Tulli, Obodo e Spagnoli, con la squadra di Viali che conferma la netta crescita evidenziata già nelle partite precedenti, trovando però questa volta conforto e gratificazione nel risultato finale. Insomma, i conti iniziano a tornare.
 
Live match. Nella decima giornata del campionato di Lega Pro, il Südtirol torna a giocare al Druso dopo due partite in trasferta. Reduce dal pareggio e dalla convincente prova esterna contro la capolista Sambenedettese, la formazione di Viali si misura col Pordenone, già affrontato e sconfitto martedì in Friuli nei 32esimi di finale di Coppa Italia Lega Pro.
Il Pordenone non vince da due partite nelle quali ha raccolto un solo punto, mentre l'ultima vittoria dei biancorossi risale a fine agosto nella prima giornata di campionato, quando Fink e compagni sconfissero il Fano per 2-0.
Contro il Pordenone dell'ex mister biancorosso Bruno Tedino, mister Viali non può disporre del solo Lomolino e ripropone lo stesso undici di partenza che ha pareggiato a San Benedetto del Tronto, con Di Nunzio-Bassoli coppia centrale in difesa, con Obodo schermo protettivo davanti la difesa e col tridente d'attacco composto da Ciurria, Gliozzi e Tulli, con quest'ultimo che agisce centralmente da “falso nueve”.
La cronaca. Inizio di match intraprendente da parte del Pordenone, con Obodo che al 4' ferma con le cattive Misuraca, cagionando un calcio di punizione laterale battutto a spiovere da Burrai con Di Nunzio che si rifugia in angolo.
La riposta della squadra di Viali con combinazione fra Gliozzi e Tulli e tiro di quest'ultimo fra le braccia del portiere ospite.
Al 7' Berrettoni si libera di Bassoli e insacca il pallone alle spalle di Marcone, ma l'arbitro ravvisa giustamente un fallo dell'attaccante neroverde sul difensore bolognese.
Due minuti più tardi, invece, il gol ospite è valido su angolo di Burrai e girata di Arma, sulla quale Marcone compie un mezzo miracolo, ma il numero 1 biancorosso nulla può sul tap-in di Semenzato che sigla l'1-0 per il Pordenone.
I biancorossi provano a reagire e si riversano nella metà campo friulana, senza però creare grossi pericoli, con fiammata al 24' su imbucata in area di Tulli per il cross mancino di Cia che Gliozzi tiene vivo, ma il suo tiro viene ribattuto.
Al 26' la pressione di Tulli su Burrai è efficace con l'attaccante marchigiano che avanza palla al piede, venendo steso ai 20 metri dal playmaker neroverde, cui l'arbitro mostra il cartellino rosso avendo interrotto una chiara occasione da gol.
Pordenone in 10 uomini, e al 32' i biancorossi pareggiano con Sarzi che serve al limite dell'area Tulli, bravissimo a smarcarsi in area e a scoccare un diagonale mancino che si infila nell'angolino e vale l'1-1 nonché la seconda rete in campionato dell'attaccante marchigiano, già a segno in Coppa – martedì – contro i neroverdi.
In superiorità numerica i biancorossi si impossessano del pallino del gioco, e al 41' su cross col contagiri dell'ottimo Sarzi la sponda di Gliozzi libera sotto porta Ciurria, che calcia però fra le braccia di D'Arsiè.
Squadre al riposo sul parziale di 1-1 ma col Südtirol in vantaggio di un uomo.
Si riparte senza cambi in entrambe le squadre e coi biancorossi protesi in avanti alla ricerca della vittoria, e all'11' su angolo di Cia svetta Obodo che incorna in rete il pallone del sorpasso e del 2-1 in favore della squadra di Viali.
Continua ad attaccare il Südtirol, e alla mezz'ora Obodo scaglia un destro di rara potenza dai 25 metri che si perde a lato di un soffio.
Tre minuti più tardi un Cia in grande spolvero recupera un pallone e avvia un contropiede portato avanti da Fink che poi vede e serve la sovrapposizione a destra di Tait, il cui diagonale da dentro l'area viene respinto da D'Arsiè.
Ma il Südtirol chiude la partita al 44' con Tait che ruba palla sulla destra e la mette a centro area dove la conclusione di Cia viene ribattuta, col pallone che perviene sul secondo palo a Spagnoli, che in due tempi insacca la terza rete biancorossa, mentre il Pordenone finisce il match in 9 uomini per l'espulsione di Semenzato che rimedia al 91' la seconda ammonizione.
Finisce 3-1 per la squadra di Viali che ritrova la vittoria dopo otto partite di astinenza. Grande prestazioni e tre punti meritati. I conti iniziano a tornare.

FC SÜDTIROL – PORDENONE 3-1 (1-1)
FC Südtirol (4-3-3): Marcone; Tait, Di Nunzio, Bassoli, Sarzi; Fink, Obodo, Cia; Ciurria (52. Spagnoli), Tulli (71. Furlan), Gliozzi (85. Sparacello)
A disposizione: Fortunato, Baldan, Martinelli, Brugger, Vasco, Packer, Torregrossa
Allenatore: William Viali
Pordenone (4-3-2-1): D’Arsié; Semenzato, Stefani, Ingegneri, De Agostini (83. Cattaneo); Broh (61. Martignago), Burrai, Suciu; Misuraca, Berrettoni; Arma (53. Pietribiasi)
A disposizione: Colesso, Marchi, Parodi, Raffini, Gerbaudo, Azzi
Allenatore: Bruno Tedino
Arbitro: Niccolò Pagliardini di Arezzo (Loni-Angotti)
Reti: 9. Semenzato (0-1), 32. Tulli (1-1), 56. Obodo (2-1), 89. Spagnoli (3-1)
Note: pomeriggio con cielo coperto e temperatura autunnale. Spettatori 1500 circa. Espulsi Burrai (P) al 26' per fallo da ultimo uomo in presenza di una chiara occasione da gol e Semenzato (P) al 90' per doppia ammonizione. Ammoniti: Semenzato (P), Obodo (FCS), Cia (FCS), Suciu (P)
 
 
 
 

 Vai alla lista 
Prossima partita
FC Südtirol giovanili
 
 
 
VS.
 
Ravenna   FC Südtirol
 
 
Do, 23. Settembre 2018 - 14:30
 
  Ticket Online  
 
 
0
0
0
0
giorni Ore Min. Sec.