Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

FUORI DALLA COPPA, MA IL SÜDTIROL FA BELLA FIGURA NELLA NEBBIA

Un Südtirol in “blue jeans”, con cinque altoatesini in campo, di cui quattro “canterani”, esce sconfitto dal festival del gol andato in scena al “Tombolato” di Cittadella e viene eliminato dalla Coppa Italia Lega Pro per mano dei granata patavini, che si impongono solo ai tempi supplementari (5-3), dopo che i ragazzi di Stroppa avevano recuperato due gol di svantaggio nella ripresa, giocata nella nebbia, fittissima anche nell’overtime.
 
Live match. Dopo le due partite di Tim Cup disputate in agosto (la prima vinta a Matera, la seconda persa a Pescara), il Südtirol torna a misurarsi con la Coppa Italia, nella seconda fase della rassegna organizzata dalla Lega Pro. I biancorossi di mister Stroppa rendono visita al “Tombolato” ai patavini del Cittadella, primi in classifica in campionato nel girone A, stesso raggruppamento di appartenenza degli altoatesini.
A Cittadella mister Stroppa dà spazio e fiducia ai calciatori sin qui meno utilizzati, regalando la gioia del debutto fra i professionisti al 17enne portiere Lukas Demetz e ad altri due “canterani”, Alex Demetz e Gabriel Tessaro, entrambi classe 1996 e coetanei di Lorenzo Melchiori, in campo dal primo minuto dopo aver fatto il suo esordio sabato scorso a Gorgonzola nel finale del match contro la Giana Erminio. Nell’undici di partenza, schierato col “4-4-2”, c’è anche un quinto calciatore altoatesino, vale a dire Gabriel Brugger. Nel Cittadella in campo dal primo minuto uno dei tre “ex”, ovvero il difensore Daniel Cappelletti, mentre gli esterni offensivi Schenetti e Minesso siedono in panchina.
La formula è quella della gara unica ad eliminazione diretta.
La cronaca. Avvio di match col Südtirol a provare a proiettarsi in avanti, ma è del Cittadella il primo affondo con Coralli che libera al tiro Bizzotto, la cui conclusione dal limite si perde di poco a lato. Immediata e pericolosissima la risposta biancorossa, con Tessaro che imbuca un gran pallone in area per il diagonale di Maritato respinto corto da Vaccarecci, ma Spagnoli a porta spalancata calcia alto.
Gara godibile, e al 10’ Bizzotto riceve un lancio in verticale e salta in bello stile Alex Demetz per poi scoccare un tiro - debole e centrale – che finisce comodamente fra le braccia di Lukas Demetz.
Poi succede poco o niente sino al 28’, quando lo sgusciante Kirilov si guadagna un calcio di punizione laterale a sinistra, battuto direttamente verso la porta da Bandini, il cui destro a giro per poco non inquadra la porta.
Al 33’ il Südtirol si porta a condurre, con cross profondo dalla destra di Bandini respinto da Vaccarecci sul destro di Tessaro, che insacca il pallone di prepotenza, segnando il suo primo gol fra i professionisti al debutto assoluto in prima squadra.
Ma tre minuti più tardi il Cittadella pareggia, con Bizzotto abile a controllare un pallone in area e a spostarselo sul sinistro per poi trafiggere imparabilmente Lukas Demetz per l’1-1.
Passano cinque minuti e il Cittadella raddoppia, con lancio in verticale di Sgrigna per Coralli, che di tesa anticipa l’uscita di Lukas Demetz per poi depositare in rete a porta vuota il pallone del 2-1 per i patavini, parziale con il quale le due squadre vanno al riposo, anche se poco prima dell’intervallo il destro di Spagnoli va a lambire il palo.
Si riparte senza cambi in entrambe le squadre, col Südtirol che attacca con grande incisività sfiorando tre volte il pareggio, dapprima su destro dai 25 metri di Melchiori disinnescato da Vaccarecci, poi su incursione e destro di Kirilov respinto di piede dal portiere granata ed infine su traversone lungo di Bandini, sponda aerea di Spagnoli e girata mancina di Tagliani ribattuta sulla linea di porta da Coralli, a Vaccarecci battuto.
Ancora Südtirol vicino al 2-2 al 14’ su esterno destro del neoentrato Tait da 20 e passa metri, con Vaccarecci che si supera, togliendo il pallone dall’incrocio dei pali.
Si abbassa la nebbia sul “Tombolato”, col Cittadella che rimane in 10 uomini al 18’ per l’espulsione diretta comminata a Lora, reo di un brutto fallo.
Ma al 23’, con la nebbia sempre più fitta che ostruisce la visuale in campo e in tribuna, l’arbitro – sugli sviluppi di un calcio d’angolo – decreta un calcio di rigore per il Cittadella, trasformato da Coralli per il 3-1 e la doppietta personale del numero 9 patavino.
Ma la squadra di Stroppa non si dà per vinta, e al 29’ Bandini effettua un cross sul quale Amato fa autogol, permettendo ai biancorossi di accorciare le distanze sul 3-2.
La nebbia è talmente fitta che si gioca praticamente al buio, ma l’arbitro fa proseguire il match e il Südtirol in superiorità numerica non demorde, con Kirilov che si procura e trasforma il calcio di rigore del 3-3, risultato con il quale si concludono i 90’ regolamentari.
Si va all’overtime. Nel primo tempo supplementare il Cittadella trova la rete del 4-3 al 4’ su cross e splendida battuta al volo di Coralli che sigla la sua tripletta personale. Poco dopo arriva anche il 5-3 dei padroni di casa a firma di Amato, gol che – di fatto - chiude la partita e la maratona calcistica nella nebbia.
Il Cittadella si qualifica per i 16esimi di finale della Coppa Italia Lega Pro. Südtirol invece eliminato, ma a testa altissima.

CITTADELLA - FC SÜDTIROL 5-3 D.T.S. (3-3)
Cittadella (4-3-1-2): Vaccarecci; Amato, De Leidi, Cappelletti, Benedetti; Caccin (82’ Minesso), Lora, Bobb; Sgrigna ; Coralli (6’ 1°ts Jallow);, Bizzotto (75’ Schenetti)
A disposizione: Alfonso, Varnier, Stocco, Zonta, Iori
Allenatore: Roberto Venturato
FC Südtirol (4-4-2): Lukas Demetz; Bandini, Brugger, Tagliani, Alex Demetz; Tessaro (77’ Fink), Furlan (57’ Tait), Melchiori, Spagnoli; Maritato (65’ Gliozzi), Kirilov
A disposizione: Miori, Mladen, Bassoli, Bertoni, Cia, Tulli
Allenatore: Giovanni Stroppa
Arbitro: Andrea Capone di Palermo (Lipizer-Semperboni)
Reti: 33’ Tessaro (0-1), 36’ Bizzotto (1-1), 41’ Coralli (2-1), 68’ Coralli su rigore (3-1), 74’ autorete Amato (3-2), 84’ Kirilov su rigore (3-3), 93’ (overtime) Coralli (4-3), 99’ (overtime) Amato (5-3)
Note: al 63’ espulso Lora (C) per fallo violento. Si è giocato inizialmente sotto il sole con temperatura gradevole e primaverile, superiore ai 20°. Da metà secondo tempo, in poi, invece, sul “Tombolato” si è abbassata la nebbia, progressivamente sempre più fitta e persistente anche nel corso dei due tempi supplementari
 
 
 
 

 Vai alla lista 
Prossima partita
FC Südtirol giovanili
 
 
 
VS.
 
AC Renate   FC Südtirol
 
 
Do, 22. Ottobre 2017 - 14:30
 
Stadio "Città di Meda" - Renate
 
  Ticket Online  
 
 
0
0
0
0
giorni Ore Min. Sec.