Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

I NOSTRI GIOVANI IN SERIE D

Degli otto “canterani” biancorossi che quest'anno sono a farsi le ossa in serie D ben cinque sono stati girati in prestito gratuito alla Virtus Bolzano, nel rispetto di un accordo di collaborazione che abbraccia tutta l'attività giovanile dei due sodalizi con il contributo sostanzioso e sostanziale di Duka che è diventato main sponsor anche del vivaio della Virtus Bolzano
 
La strategia è chiara e parimenti logica. I giovani che escono dal vivaio dell’FC Südtirol, con l’ultima tappa del loro percorso rappresentata dal campionato “Berretti”, possono intraprendere due strade. Quelli più meritevoli approdano direttamente in prima squadra, come è capitato negli anni scorsi a Melchiori, Tessaro e compagnia, gli altri – considerati non ancora pronti e bisognosi di compiere un ulteriore step nel loro processo di formazione – vengono invece mandati a maturare esperienza in altri campionati, prevalentemente in serie D. Il trasferimento è stato temporaneo, quindi in prestito, giacché i dirigenti dell’FC Südtirol si riservano di valutarne il grado di crescita e maturazione, in previsione di un possibile ritorno.
In quest'ottica l'accordo di collaborazione stretto in estate con la Virtus Bolzano è particolarmente fertile, perché permette ai dirigenti e ai tecnici biancorossi di avere sotto costante osservazione i giovani girati in prestito al sodalizio presieduto da Robert Oberrauch, neopromosso in serie D. “Siamo particolarmente felici di questa partnership – commenta il Presidente della Virtus Bolzano – perché per noi, in nome dell'obbligatorietà di avere sempre quattro under in campo, i giovani del Südtirol sono di grande aiuto, essendo calciatori di sicuro talento nonché ragazzi ben educati e disciplinati, aspetto – quest'ultimo – altrettanto importante per una società come la nostra che crede nei valori dell'educazione e del rispetto, dentro il campo ma anche fuori. Per il Südtirol noi possiamo rappresentare altresì un ottimo “farm team”, all'interno del quale valorizzare i giovani usciti dalla cantera biancorossa in prospettiva di un loro possibile approdo in prima squadra. Per questi motivi e per tanti altri, ritengo che l'accordo fra le due società – la cui paternità va attribuita alla felice intuizione di Roberto Zanin – sia vantaggioso per entrambi i sodalizi. La valorizzazione massima di quest'accordo si raggiungerebbe qualora il Südtirol approdasse in serie B e noi rimanessimo in serie D. Chissà che la cosa non si avveri a breve-medio termine. Per il momento è certamente apprezzabile che le due società abbiano abbattuto il muro dei prestiti, nel senso che un calciatore del Südtirol è libero di giocare nella Virtus Bolzano senza il riconoscimento di alcuna contropartita (tecnica o economica), ma anche un giovane della Virtus Bolzano può approdare nel club biancorosso senza alcuna pretesa da parte nostra. Per il calcio regionale, ma non solo, è una svolta importante e una 'rottura' significativa con il passato”.
I benefici più squisitamente tecnici mister Luca Lomi li vede quotidianamente sul campo. “I ragazzi di scuola Südtirol si abituano velocemente al livello tecnico e agonistico della serie D perché hanno alle spalle campionati giovanili molto formativi come quelli Giovanissimi Nazionali, Allievi Nazionali e Berretti. Sono molto contento del contributo sin qui offerto dagli under arrivati dal Südtirol in questa stagione, ma anche di quelli che sono rimasti, come Majdi e Danieli che avevo già avuto modo di allenare proprio nel settore giovanile biancorosso”.
Sono otto gli under biancorossi che la scorsa estate sono stati trasferiti in serie D. Ben cinque sono stati girati in prestito gratuito alla Virtus Bolzano, segnatamente il terzino sinistro gardenese Alex Demetz (1997), il centrocampista bolzanino Davide Cremonini (1996), il trequartista bolzanino Gabriel Tessaro (1996) più i riconfermati Mohamed Majdi, fantasista classe 1997, e il terzino destro o sinistro Mirko Danieli (1997).
Ma, a ben vedere, è una Virtus Bolzano quasi interamente made in (FC) Südtirol, visto e considerato che – pur non essendo più di proprietà del club di via Cadorna – sono cresciuti nel vivaio biancorosso (e alcuni hanno anche giocato in prima squadra) anche i vari Tenderini, Kiem, Timpone, Speziale, Federico Conci e Gianmaria Conci.
Tornando agli under biancorossi in questa stagione in prestito in serie D, c'è anche il 20enne playmaker bolzanino Lorenzo Melchiori, che dopo aver giocato in categoria a Mezzocorona e aver debuttato fra i professionisti con il Südtirol nella scorsa stagione è andato a fare un'altra esperienza importante all'AltoVicentino, ambiziosa formazione di serie D. A Dro invece giocano il centrocampista classe 1997 Giovanni Paoli e l'attaccante Genci Kumrija.
 
 
 
 

 Vai alla lista 
Prossima partita
FC Südtirol giovanili
 
 
 
VS.
 
L.R. Vicenza   FC Südtirol
 
 
Do, 25. Novembre 2018 - 14:30
 
  Ticket Online  
 
 
0
0
0
0
giorni Ore Min. Sec.