Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

IL DRUSO E' SEMPRE CAMPO AMICO: SI TORNA A VINCERE A SUON DI GOL!

Bim-bum-bam Südtirol nei primi 20 minuti di gioco, e lo stadio Druso si conferma una volta di più campo amico dei biancorossi, che – dopo due pareggi di fila – ritrovano a spese della Reggiana una vittoria in goleada “griffata” dalle reti - in rapida successione – di Testardi, Maritato e capitan Campo. Si tratta della nona vittoria, più tre pareggi, nelle 12 partite casalinghe sin qui disputate, con la formazione di mister Vecchi che rimane saldamente al terzo posto in classifica. Adesso i playoff sono davvero dietro l’angolo.
 
Live match. Nella decima giornata di ritorno della Prima Divisione Lega Pro un Südtirol terzo in classifica e in serie utile da sei partite, ma reduce da due pareggi di fila sui campi di Como e Cuneo, affronta la sua terza partita nel breve volgere di una settimana, ospitando allo stadio Druso la Reggiana, in tenuta granata, terzultima della classe e mai vittoriosa in trasferta, dove ha raccolto appena 2 punti in 12 partite.
Per consolidare ulteriormente la propria posizione in zona playoff, i biancorossi confidano nel fattore “Druso”, dove capitan Campo e compagni sono imbattuti da più di un anno, con un tesoretto di 8 vittorie e 3 pareggi nel campionato in corso.
Rispetto al match pareggiato a Cuneo, mister Vecchi, che non può disporre dello squalificato Bertoni, conferma in blocco difesa e centrocampo, mentre in attacco ritrovano una maglia da titolare capitan Campo e Testardi, con Maritato comunque confermato nel tridente offensivo al posto di Thiam che – affaticato - parte dalla panchina.
Partita speciale, quella dell’ex, per Maritato, già a segno nel 2-2 del match d’andata, mentre sulla panchina della Reggiana siede Luigi Apolloni, ex difensore del Parma e della Nazionale, nonché discepolo di Arrigo Sacchi.
A Bolzano si gioca in un pomeriggio con cielo coperto e temperatura piuttosto rigida.
Si scalda subito il match, con Furlan che dopo 30 secondi di gioco commette fallo ai danni di Antonelli, cagionando un calcio di punizione dai 25 metri affidato allo stesso Antonelli, il cui destro teso a mezza altezza viene respinto di pugni da Marcone, fresco di convocazione nella Nazionale Under 20.
Avvio di gara un po’ titubante da parte del Südtirol, sorpreso dalla vivacità degli ospiti, con Alessi che al 9’ imbuca un buon pallone per Bonvissuto, anticipato provvidenzialmente da Iacoponi al momento del tiro.
Un minuto più tardi, però, prova a scuotersi il Südtirol, con girata di Testardi ribattuta sui piedi di Furlan, il cui fendente si perde alto sopra la traversa.
Altro giro di lancetta e - su schema di punizione - lo spiovente a lunga gittata di Uliano libera in area Campo che fa sponda aerea per Testardi, rapace nel depositare di testa il pallone in rete per il vantaggio biancorosso e la seconda rete in campionato del 22enne attaccante romano.
Passano sei minuti, e il Südtirol raddoppia, con bel duetto prolungato fra Maritato e Uliano, e con quest’ultimo che serve un pallone d’oro in area al 23enne attaccante calabrese che in diagonale – di sinistro – firma il 2-0 e la sua sesta rete stagionale, “griffata” col gol dell’“ex”, come all’andata.
Biancorossi irrefrenabili, e al 22’ su cross di Iacoponi - respinto dalla difesa granata – Campo si coordina e al volo lascia partire un siluro di sinistro che impallina il povero Tomasig. Tre a zero e sesta rete in campionato per il 29enne capitano biancorosso.
Nei restanti minuti del primo tempo il Südtirol gioca in amministrazione controllata, con un buon possesso palla che non lascia margini di sorta alla reazione di una Reggiana invero oltremodo sconfortata. Squadre negli spogliatoi coi biancorossi avanti per 3:0.
Si riparte, in entrambe le squadre, con gli stessi effettivi che hanno concluso la prima frazione e con il Südtirol vicino al quarto gol per effetto di un cross dalla sinistra di Branca che Testardi incorna alto sopra la traversa.
La gara cala d'intensità e di ritmo, anche perché i biancorossi non hanno nessun interesse a tenere il piede pigiato sull'acceleratore, mentre la Reggiana è inoffensiva quanto e forse più del primo tempo.
Gli ospiti si fanno vivi su due palle inattive al 15’, con punizione di Alessi che fa fare bella figura a Marcone e con successivo calcio d’angolo che Testardi respinge sul destro di Viapiana, ma il numero 1 biancorosso è ancora vigile e reattivo.
Sono gli ultimi due episodi degni di menzione di un match che si trascina stancamente sino alla fine, permettendo al Südtirol di risparmiare preziose energie non solo per il finale di campionato ma anche per i playoff. Adesso lo si può dire.

FC SÜDTIROL – REGGIANA 3:0 (3:0)
FC Südtirol (4-3-3):
Marcone; Iacoponi, Cappelletti, Bassoli, Martin; Furlan, Uliano, Branca (77. Bontà); Campo, Testardi (84. Candido), Maritato (70. Thiam).
A disposizione: Grandi, Kiem, Panzeri, Fink.
Allenatore: Stefano Vecchi
Reggiana (3-5-1-1): Tomasig; Mei, Zanetti, Bani; Iraci (26. Matteini), Bovi, Viapiana (64. Marcheggiani), Antonelli, Panizzi; Alessi; Bonvissuto.
A disposizione: Bellucci, Magliocchetti, Cossentino, Cavalieri, Sprocati.
Allenatore: Luigi Apolloni
Arbitro: Vincenzo Soricaro di Barletta (Maspero-Leali)
Reti: 11. Testardi (1:0), 17. Maritato (2:0), 22. Campo (3:0)
Note: pomeriggio con cielo coperto, temperatura piuttosto rigida. All’11’ espulso per proteste Luigi Apolloni, allenatore della Reggiana. Ammoniti: Bonvissuto (R)
 
 
 
 

 Vai alla lista 
Prossima partita
FC Südtirol giovanili