Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

IL SÜDTIROL A SAVONA PER SFATARE IL TABU'-TRASFERTA

“Al di là dei nostri demeriti, che non nascondiamo, ci sta girando un po’ tutto storto in questo periodo. Lo hanno testimoniato, nel match a Carrara, l’ingiustificata espulsione di Furlan, per un normale fallo di gioco, e la dinamica della seconda e decisiva rete della Carrarese, maturata dopo una incredibile serie di batti e ribatti. Ma non è il caso di piangersi addosso, né di drammatizzare la situazione. Non siamo partiti per vincere il campionato. Il nostro obiettivo era e resta il raggiungimento dei playoff, obiettivo per il quale siamo ancora pienamente in corsa. Adesso, però, non dobbiamo guardare la classifica, ma pensare solo a trovare quella continuità di risultati e di prestazioni che è sinora mancata. Le somme le tireremo a fine stagione ”. Alessandro Campo, vice capocannoniere del campionato con 8 gol, cerca di scuotere l’ambiente biancorosso, comprensibilmente insoddisfatto per un inizio di stagione non all’altezza delle aspettative e delle potenzialità della squadra.
 
Nella dodicesima giornata del campionato di Prima Divisione Lega Pro, in programma questa domenica, 1° dicembre, con calcio d’inizio alle ore 14.30, un Südtirol fortemente determinato a riscattare l’amara sconfitta a Carrara è di scena in Liguria, ospite del Savona, terzo in classifica a pari punti con la Cremonese ma reduce dalla debacle a Vicenza, dove Virdis e compagni hanno subito quattro reti, interrompendo bruscamente una serie utile di risultati che durava da quattro partite, per effetto di tre vittorie e un pareggio.
Per il Südtirol si tratta della seconda trasferta consecutiva, dopo quella di domenica scorsa a Carrara, dove i biancorossi sono stati sconfitti per 2-1, malgrado fossero riusciti a portarsi per primi in vantaggio grazie all’ottava rete stagionale di Campo che era stata preceduta a fine primo tempo dall’ingiustificata espulsione di Furlan per un normalissimo fallo di gioco. Ma pur in inferiorità numerica i biancorossi hanno poi gestito piuttosto agevolmente il vantaggio, pagando però a caro prezzo il black-out nell’ultimo quarto d’ora di gara, nel quale la Carrarese ha ribaltato il risultato per effetto delle due reti in rapida successione di Ademi. 
Per il Südtirol si è trattato della quarta sconfitta nelle cinque gare sinora disputate in trasferta, dove capitan Kiem e compagni non hanno ancora vinto, raccogliendo sin qui un solo punto, segnatamente quello a Portogruaro contro il Venezia, e rimediando invece quattro sconfitte per mano di Albinoleffe, Como, Vicenza e – appunto – Carrarese.
Il ruolino di marcia in trasferta è agli antipodi rispetto a quello casalingo, visto e considerato che al Druso la formazione di Rastelli ha conquistato tre vittorie e due pareggi, perdendo solo contro la capolista Virtus Entella e per di più in maniera beffarda e immeritata, nella misura delle due reti segnate nel finale dai liguri dopo oltre ottanta minuti di dominio biancorosso.
Oltre ad una maggiore produttività in campo esterno, il Südtirol è anche alla ricerca di una continuità di risultati e di prestazioni che è sinora mancata, penalizzando la classifica dei biancorossi. Eloquente in tal senso il fatto che la squadra di Rastelli non abbia ancora vinto due partite di fila e che l’unica volta in cui è riuscita ad inanellare due risultati utili consecutivi non si sia spinta oltre il doppio pareggio con Lumezzane e Venezia.
Va ripianato anche lo squilibrio fra reti fatte e subite, in quanto il Südtirol ha sì il miglior attacco del campionato, con 19 gol segnati, ma anche la peggior difesa - a pari demerito con l’Albinoleffe - con 19 reti incassate in 11 partite. 
Insomma, serve una inversione di rotta e di tendenza, ed in casa biancorossa l’auspicio è che possa verificarsi già domenica a Savona, dove mister Rastelli non potrà certamente disporre dello squalificato Furlan. In dubbio invece la presenza di Campo, sofferente per un risentimento di natura muscolare. Per quanto riguarda l’undici di partenza, al centro della difesa Kiem, Cappelletti e Bassoli si contendono le due maglie da titolare, mentre a centrocampo Branca dovrebbe sostituire Furlan, con l’impiego dal primo minuto di Corazza nel tridente d’attacco che dovrebbe essere completato da Dell’Agnello e da uno fra Campo e Turchetta. 
I nostri avversari ai raggi “X”. Il Savona è alla sua prima partecipazione assoluta al campionato di Prima Divisione Lega Pro dopo quasi 40 anni di saliscendi fra serie D e C2. I liguri sono stati promossi direttamente nella terza serie nazionale per importanza grazie al secondo posto conquistato nel girone A dello scorso campionato di Seconda Divisione. Una promozione della quale il principale artefice è stato Francesco Virdis, 28enne attaccante sardo autore di 24 gol in 31 partite e ancora oggi top-scorer del Savona con le 6 reti sin qui realizzate. Virdis è anche un “ex” biancorosso, sebbene la sua esperienza al Südtirol sia stata fugace, nella misura delle 11 presenze con un solo gol all’attivo nel girone d’andata del campionato di Prima Divisone 2010/2011. 
Il Savona, terzo in classifica a pari punti con la Cremonese, è reduce dalla pesante sconfitta per 4-0 rimediata a Vicenza. Un passo falso arrivato dopo tre vittorie consecutive contro Reggiana, Carrarese e Venezia. In casa i liguri hanno conquistato 12 dei 19 punti complessivi, per effetto di quattro vittorie in cinque partite. L’unica sconfitta rimediata allo stadio Valerio Bacigalupo di Savona è arrivata per mano dell’Albinoleffe nella prima giornata di campionato. 
Contro il Südtirol mister Corda, che domenica sarà in tribuna perché squalificato, dovrà rinunciare al portiere Aresti e all’esterno offensivo De Martis, anch’essi fermati per una turno dal Giudice Sportivo. 

Le possibili formazioni.
Savona (4-4-2): Boerchio; Carta, Marconi, Maccarone, Giuliatto; Marras, Gentile, Agazzi, Cattaneo; Cesarini, Virdis. 
A disposizione: Capello, Spirito, Puccio, Rudi, Esposito, Grandolfo, Serao. 
Allenatore: Ninni Corda
FC Südtirol (4-3-3): Micai; Iacoponi, Cappelletti (Kiem), Bassoli, Martin; Vassallo, Pederzoli, Branca; Turchetta (Campo), Dell’Agnello, Corazza. 
A disposizione: Tonozzi, Kiem (Cappelletti), Tagliani, Bastone, Fink, Campo (Turchetta), Ekuban.
Allenatore: Claudio Rastelli
Arbitro: Niccolò Pagliardini di Arezzo (Rossini-Zancanaro)

1^ Divisione Lega Pro (girone A) – 12^ giornata – Domenica 01.12.2013 (ore 14.30)
Como – Venezia
Cremonese – Carrarese
Pro Patria – Virtus Entella
Pro Vercelli – Vicenza
Reggiana – Lumezzane
San Marino - FeralpiSalò
Savona - FC Südtirol 
Albinoleffe - Pavia  (lunedì, 02.12.2013, ore 20.00, con diretta su Rai Sport 1)

La classifica.
Virtus Entella 27 punti; Pro Vercelli 25; Cremonese, Savona 19; Vicenza*, Venezia 17; Como 15; Albinoleffe 14; Lumezzane, FC Südtirol, FeralpiSalò 12; Reggiana, Cararrese 11; Pro Patria*, San Marino 10; Pavia 7. 
*Penalizzazioni: Vicenza -4; Pro Patria -1
 
 
 
 

 Vai alla lista 
Prossima partita
FC Südtirol giovanili
 
 
 
VS.
 
Rimini   FC Südtirol
 
 
Do, 28. Ottobre 2018 - 14:30
 
Rimini
 
  Ticket Online  
 
 
0
0
0
0
giorni Ore Min. Sec.