Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

IL SÜDTIROL SI RIMETTE IN CAMMINO VIAGGIANDO IN PRIMA CLASSE

“Definirle decisive mi pare eccessivo, ma è indubbio che le prossime quattro partite, ivi compresa l’ultima a Salò, saranno uno spartiacque per il nostro campionato. Un buon bottino di punti ci permetterebbe di ipotecare l’accesso ai playoff. In caso contrario, invece, saremmo costretti a fare un filotto di risultati nelle ultime giornate per qualificarci agli spareggi-promozione in serie B”. L’ “architetto” del Südtirol, ovvero il Direttore Sportivo Luca Piazzi, analizza così le prossime quattro partite, ciclo di ferro che inizierà sul campo della prima della classe.
 
Dopo il turno di riposo osservato nello scorso weekend dal campionato di Prima Divisione Lega Pro, il Südtirol si rimette in cammino questa domenica, 23 febbraio, in occasione della settima giornata di ritorno, nella quale i biancorossi saranno di scena a Chiavari per affrontare niente di meno che la capolista Virtus Entella, rimasta in vetta alla classifica malgrado il solo punto conquistato nelle ultime tre partite.
Prima partita di un ciclo di ferro. Quella a Chiavari sarà la prima di quattro partite molto impegnative per il team di Rastelli. Seguiranno infatti la trasferta a Cremona contro i grigiorossi dell’“ex” Alessandro Campo, il match casalingo contro il Vicenza e la sfida-playoff sul campo del FeralpiSalò. Quattro partite rese ancor più insidiose dal fatto di giocarne tre in campo esterno.
Contro il Venezia lo stop dopo 8 risultati utili. Il Südtirol si è consegnato alla pausa del campionato con la sconfitta casalinga contro il Venezia, impostosi per 4:1 sui biancorossi, segnando tre gol nel primo tempo, due dei quali a firma dell’ex biancorosso Riccardo Bocalon. Una sconfitta che ha interrotto una lunga serie di risultati utili, segnatamente otto, con cinque vittorie contro San Marino (0:3), Pro Patria (2:0), Reggiana (2:1), Albinoleffe (2:0) e Como (4:3) e tre pareggi a reti inviolate contro Pro Vercelli, Pavia e Lumezzane.
Miglior attacco e quarta peggior difesa. Il Südtirol ha il miglior attacco del campionato con 34 reti realizzate in 21 partite, ma anche la quarta difesa più battuta del girone, con 30 gol incassati, sette dei quali nelle ultime tre partite. Hanno subìto più gol solo San Marino (36), Carrarese (36) e Savona (31).
In trasferta non si vince dal 5 gennaio. In trasferta il Südtirol ha conquistato appena 9 dei 30 punti che detiene in classifica per effetto di uno score di due vittorie, tre pareggi e cinque sconfitte. Lontano dal Druso i biancorossi sono però imbattuti da quasi due mesi e sono reduci da due pareggi di fila a reti inviolate contro Pavia e Lumezzane. L’ultima vittoria in campo esterno risale invece al 5 gennaio scorso, quando il team di Rastelli si impose per 2-1 sulla Reggiana al “Mapei Stadium”, con gol-partita di Branca e Corazza.
In campo. Contro la Virtus Entella mister Rastelli non potrà disporre dello squalificato Vassallo, né dell’infortunato Cappelletti. In forte dubbio invece Peverelli, ancora convalescente dal recente infortunio di natura muscolare.
Fra i pali della porta biancorossa certo il debutto di Davide Facchin, 26enne portiere veneziano arrivato nel “mercato” invernale al pari di “Mommy” Traore, che dovrebbe anch’egli fare il suo esordio stagionale, venendo schierato dal primo minuto sulla fascia destra di difesa, con Tagliani e Bassoli coppia centrale e con Martin a presidiare il binario di sinistra.
A centrocampo cabina di regìa come sempre affidata a Pederzoli, con Furlan e Branca ai suoi fianchi, mentre in attacco Minesso, Dell’Agnello, Corazza e Turchetta si contendono le tre maglie da titolare.
I nostri avversari ai raggi “X”. La Virtus Entella, alla sua seconda stagione in Prima Divisione Lega Pro, comanda la classifica sin quasi da inizio campionato, ma di recente ha accusato una vistosa flessione, così come testimonia il solo punto conquistato nelle ultime tre partite, nelle quali la capolista ligure ha incassato le prime due sconfitte stagionali, dopo essere rimasta imbattuta per ben 18 gare, nelle quali la formazione di mister Luca Prina ha conquistato la bellezza di 11 vittorie e 7 pareggi. Le due sconfitte contro Lumezzane (4:5) e Albinoleffe (3:1) sono state intervallate dall’1-1 casalingo contro il Vicenza. In casa, ovvero al Comunale di Chiavari, la Virtus Entella ha conquistato 24 dei 41 punti che detiene in classifica per effetto di uno score di sette vittorie, tre pareggi e una sola sconfitta, quella subita per mano del Lumezzane a fine gennaio. Dopo la Pro Vercelli (14), la Virtus Entella ha la seconda miglior difesa del campionato con appena 17 reti subite in 21 partite, mentre con 30 gol realizzati l’attacco è il terzo più prolifico dopo Südtirol (34) e Savona (31). Top-scorer della squadra – con 5 reti - è l’ex biancorosso Mattia Marchi, a segno nella gara d’andata ma ciononostante indimenticato eroe della promozione del Südtirol in Prima Divisione Lega Pro, avendo realizzato il 9 maggio 2010 il gol decisivo nel vittorioso match casalingo contro la Valenzana. L’altro e più recente ex biancorosso, ovvero Simone Iacoponi, che ha lasciato il Südtirol ad inizio gennaio dopo 78 presenze e 7 gol, non sarà invece della partita perché squalificato al pari di Moreo. Oltre a Iacoponi, nel mercato invernale sono approdati alla Virtus Entella altri due “big” per la categoria come gli attaccanti Giuseppe Torromino, reduce da una stagione e mezza in B col Crotone (31 presenze e 8 gol), e Matteo Guazzo, l’ex bomber della Salernitana in forza alla quale ha realizzato 22 reti in 44 partite disputate.
La gara d’andata. Nella gara d’andata, disputatasi lo scorso 20 ottobre allo stadio Druso, la Virtus Entella si impose per 2:1, in rimonta e in extremis, infliggendo ai biancorossi una sconfitta immeritata quanto beffarda, giacché la formazione di Rastelli si era portata per prima in vantaggio con Campo ad inizio match, per poi sprecare almeno cinque-sei occasionissime per il raddoppio, esponendosi così ad un amarissimo finale di partita, nel quale dapprima l’ex biancorosso Marchi all’83’ e poi il funambolico Sarno all’88’ hanno realizzato le due reti della vittoria ligure.
I precedenti. Tre i precedenti fra le due squadre, di cui due nel campionato di Prima Divisione Lega Pro 2012/2013. Il bilancio è in perfetta parità, con una vittoria del Südtirol, una della Virtus Entella e un pareggio.

Le possibili formazioni.
Virtus Entella (4-3-3): Paroni; Pedrelli, Russo, Cesar, Cecchini; Staiti, Di Tacchio, Troiano; Torromino, Guazzo, Sarno.
A disposizione: Zanotti, Nossa, Ballardini, Raggio Garibaldi, Argeri, Ricchiuti, Marchi.
Allenatore: Luca Prina
FC Südtirol (4-3-3): Facchin; Traorè, Tagliani, Bassoli, Martin; Furlan, Pederzoli, Branca; Minesso, Dell’Agnello, Corazza.
A disposizione: Micai, Kiem, Bastone, Fink, Cocuzza, Turchetta, Veratti.
Allenatore: Claudio Rastelli
Arbitro: Mirko Mangialardi di Pistoia (Raspollini-Pellegrini)

1^ Divisione Lega Pro (girone A) – 22^ giornata – Domenica 23.02.2014 (ore 14.30)
Albinoleffe - Reggiana
FeralpiSalò - Pavia
Lumezzane - Cremonese
Pro Patria - Vicenza
Pro Vercelli - Como
Savona – San Marino
Venezia - Carrarese
Virtus Entella - FC Südtirol

La classifica.
Virtus Entella 41 punti; Pro Vercelli 38; Vicenza* 35; Cremonese 34; Venezia 32; Savona 31; FC Südtirol, Albinoleffe* 30; Lumezzane, FeralpiSalò 26; Reggiana, Pro Patria* 22; Carrarese 19; Pavia 15; San Marino 14.
*Penalizzazioni: Vicenza -4, Pro Patria -1, Albinoleffe -1
 
 
 
 

 Vai alla lista 
Prossima partita
FC Südtirol giovanili
 
 
 
VS.
 
A.C. Mestre   FC Südtirol
 
 
Sa, 16. Dicembre 2017 - 14:30
 
Stadio "Piergiovanni Mecchia" - Portogruaro
 
  Ticket Online  
 
 
0
0
0
0
giorni Ore Min. Sec.