Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

IL SÜDTIROL TORNA A VINCERE! CREMONESE KO NEL BIG MATCH DEL DRUSO

Dopo quattro partite di astinenza e dopo la beffarda sconfitta contro la capolista Virtus Entella, il Südtirol ritrova la vittoria, sconfiggendo per 3-1 uno squadrone come la Cremonese con doppietta da urlo di Campo e col primo gol in biancorosso di Simone dell’Agnello. Il Druso torna campo amico, regalando il secondo successo in campionato, il primo del nuovo e sempre più convincente corso targato mister Claudio Rastelli. Una vittoria che – oltretutto - segna ufficialmente la rinascita biancorossa.
 
Live match. Nell’ottava giornata del campionato di Prima Divisione Lega Pro un Südtirol ferito dalla beffarda quanto immeritata sconfitta casalinga di domenica scorsa contro la capolista Virtus Entella, impostasi per 2-1 sui biancorossi che erano stati padroni del campo, del gioco e del risultato per 80 minuti prima del fatale black out finale, ospita allo stadio Druso un altro big match, ovvero quello contro la vice capolista Cremonese, sin qui sempre vittoriosa in trasferta e da tutti indicata come la più autorevole pretendente al primo posto e alla promozione diretta in serie B. 
Quello contro la Cremonese è il secondo match casalingo consecutivo per il Südtirol, desideroso di riscatto dopo l’immeritato passo falso di domenica scorsa, ma anche bisognoso di ritrovare la vittoria che manca da quattro partite, segnatamente dal successo contro il Pavia, superato al Druso per 4-0 nell’ormai lontana terza giornata di campionato. Un successo rimasto per di più isolato, giacché per il resto il ruolino di marcia biancorosso annovera tre pareggi e altrettante sconfitte.
Contro la Cremonese, squadra da tutti indicata come la grande favorita per la vittoria del campionato, mister Rastelli ripropone dieci undicesimi della formazione beffardamente sconfitta nel turno precedente dalla Virtus Entella. L’unica novità è rappresentata da capitan Hannes Kiem, promosso titolare al centro della difesa assieme a Cappelletti, con Bassoli defilato a sinistra per sostituire l’infortunato Martin. Conferma invece per Pederzoli in cabina di regìa e per il tridente d’attacco Campo-Dell’Agnello-Corazza.
Inizio di match volitivo e incalzante da parte del Südtirol, che si riversa nella metà campo ospite, tenendo alto il baricentro di squadra con disinvolta intraprendenza e trovando la via del gol dopo appena 4 minuti, con Campo che serve l’inserimento centrale di Vassallo, abilissimo a restituire il pallone in area al 29enne fantasista di Nichelino che apre il compasso, indirizzando la sfera nell’angolo opposto e firmando lo splendido gol dell’1-0.
Poi però brivido per i biancorossi su calcio d’angolo della Cremonese, dal quale per poco non partorisce il repentino pareggio.
E’ la squadra di Rastelli a “fare” la partita, con coraggio ma anche con accortezza tattica, volta a soffocare le fonti di gioco ospiti, ma al 13’ Carlini è bravo a ritagliarsi lo spazio per il tiro dal limite dell’area, per poi scoccare un destro forte e teso che Micai respinge in tuffo.  
La Cremonese inizia a premere in avanti, e al 22’ su punizione-cross di Loviso, respinta ma non allontanata dalla difesa biancorossa, Casoli viene sgambettato da Campo un metro dentro l’area. Calcio di rigore ineccepibile che Loviso trasforma per l’1-1.
Il Südtirol incassa il colpo ma si riorganizza subito, con Furlan che al 24’ pennella dalla destra un cross sulla testa di Dell’Agnello, il quale – tutto solo in area – incorna alto una propizia palla-gol.
Ma poi è la Cremonese a rendersi pericolosa, con Brighenti che si fa luce sulla sinistra per poi servire in area Casoli, la cui conclusione trova ancora pronto Micai, che respinge in volo.
Il Südtirol, complice l’intraprendenza offensiva degli ospiti, gioca con più prudenza rispetto ai primi minuti di gara, rischiando però grosso al 39’ quando un cross di Carlini, che nessuno tocca, per poco non si trasforma in un tiro letale per Micai. 
Ma due minuti più tardi l’irruenza di Moi regala un calcio di punizione ai biancorossi, con Pederzoli a scodellare il pallone sulla testa di Dell’Agnello che anticipa Moi, scavalcando Galli e firmando il nuovo vantaggio del Südtirol, nonché la sua prima rete ufficiale in maglia biancorossa. Fine del digiuno per il 21enne attaccante di Livorno.
Passano sessanta secondi, e lo sgusciante Vassallo si incunea in area di rigore per poi colpire una clamorosa traversa da posizione defilata.
Il primo tempo, di fatto, si chiude qui, coi biancorossi avanti meritatamente per 2-1.
Si riparte, a riflettori accesi, con gli stessi effettivi del primo tempo in entrambe le sqaudre e con la Cremonese che prova subito a riversarsi in avanti, ma il Südtirol tiene in allerta gli ospiti con un sinistro di Iacoponi al 3’, non di molto a lato. 
Nella Cremonese entra l’ex bomber del Vicenza Abbruscato, il Südtirol arretra il proprio baricentro, serrando le fila, per poi riproporsi in avanti al 16’ quando su un cross di Iacoponi il mobile Corazza viene affossato in area, ma l’arbitro lascia proseguire. Episodio dubbio.
Ma le recriminazioni biancorosse durano poco, perché al 22’ l’ottimo Vassallo sguscia via fra gli avversari per poi servire al limite Campo, che con un magìa si libera al tiro per poi infilare l’angolino basso col piede, per così dire sbagliato, ovvero il destro. Gol da applausi a scena aperta, doppietta per Campo - alla sesta rete in campionato - e 3-1 per il Südtirol.
E tre minuti più tardi la sventola di destro di Furlan dai 25 metri va a colpire la parte alta della traversa.
La partita, di fatto, si chiude qui, non prima della standing ovation tributata da tutto il Druso ad un Alessandro Campo sempre più top-player biancorosso. 
Torna a vincere il Südtirol, e lo fa a spese di una corazzata come la Cremonese. I biancorossi tornano a spiccare il volo, ed è facile prevedere che possano presto planare nelle zone alte della classifica, dove questa squadra merita di avere cittadinanza. 

FC SÜDTIROL – CREMONESE 3-1 (2-1)
FC Südtirol (4-3-3): Micai; Iacoponi, Cappelletti, Kiem, Bassoli; Furlan, Pederzoli, Vassallo (90. Tagliani); Campo (87. Turchetta), Dell’Agnello, Corazza (72. Branca). 
A disposizione: Tonozzi, Bastone, Ekuban, Rubin.
Allenatore: Claudio Rastelli
Cremonese (4-3-3): Galli; Abbate (72. Avogadri), Moi, Caracciolo, Visconti; Armellino (51. Abbruscato), Baiocco, Loviso; Casoli, Brighenti, Carlini (64. Caridi). 
A disposizione: Quaini, Palumbo, Giorgi, Mascolo. 
Allenatore: Vincenzo Torrente
Arbitro: Saverio Pelagatti di Arezzo (Bonafede-Lanotte) 
Reti: 4. Campo (1-0), 22. Loviso su rigore (1-1), 41. Campo (2-1), 67. Campo (3-1)
Note: pomeriggio con cielo coperto e temperatura sostanzialmente mite. Ammoniti Carlini (C), Iacoponi (FCS), Moi (C), Abbate (C), Baiocco (C), Avogadri (C)
 
 
 
 

 Vai alla lista 
Prossima partita
FC Südtirol giovanili