Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

IL TERAMO AI RAGGI X: LO SPAURACCHIO E' SANSOVINI, L' 'EX' E' BACCOLO

Penultimo in classifica e a digiuno dalla vittoria da otto partite nelle quali ha raccolto appena cinque punti, il Teramo è reduce dal terzo cambio di allenatore in stagione e dall'esonero anche del direttore sportivo Alec Bolla. L'obiettivo è quello di provare a dare un'ulteriore sferzata alla squadra, la cui classifica – penultimo posto con un solo punto di vantaggio sul Fano, contro il quale gli abruzzesi hanno perso lunedì lo scontro diretto – non rispecchia il reale valore della compagine ora affidata a Guido Ugolotti, subentrato all'esonerato Lamberto Zauli.
La dirigenza del Teramo ha operato ben dieci nuovi innesti nel “mercato” invernale. Sono arrivati i portieri Narciso e Branduani, i difensori Camilleri e Imparato, i centrocampisti Amadio, Baccolo, Spighi e Masocco, gli attaccanti Tempesti e Barbuti.
Il calciatore più rappresentativo del Teramo, nonché top-scorer della squadra con 7 gol, resta però il 36enne attaccante romano Marco Sansovini, che in carriera ha collezionato oltre 200 presenze e 66 gol in serie B con le maglie di Grosseto, Pescara, Spezia, Novara e Virtus Entella.
Dopo Forlì (40) e Mantova (36), il Teramo ha la terza peggior difesa del girone con 35 gol subiti in 24 partite (gli abruzzesi devono ancora recuperare il match contro il Pordenone).
In casa il Teramo ha vinto appena due partite su 11, entrambe nel girone d'andata e segnatamente contro Fano e Ancona.

L'ex della partita è Pietro Baccolo, arrivato al Teramo nella sessione invernale del calciomercato. Il 26enne centrocampista di Brescia ha vestito la maglia biancorossa nella stagione 2010/2011, la prima in C1 del club altoatesino, collezionando 9 presenze in campionato.

Nella gara d'andata, disputatasi lo scorso 1° ottobre al “Druso”, biancorossi e abruzzesi impattarono per 1-1. Vantaggio ospite a fine primo tempo con Bulevardi, pareggio altoatesino a metà ripresa col “solito” Gliozzi.

Teramo e Südtirol si sono affrontanti complessivamente tre volte in campionato. Oltre al precedente della gara d'andata del corrente campionato, ci sono anche i due della stagione 2001/2002, nella quale biancorossi e abruzzesi militavano in C2. Entrambi i confronti vennero vinti dal Teramo, che si impose per 1-0 nella gara d'andata allo stadio Druso e per 2-0 in quella di ritorno al “Bonolis”. Nella Tim Cup 2014/2015, invece, vittoria del Südtirol al Druso per 3-2 con gol di Fink e doppietta di Fischnaller. Per il Teramo, invece, doppietta di Lapadula, ora al Milan.
 
 
 
 
 

 Vai alla lista 
Prossima partita
FC Südtirol giovanili