Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

L'FC SÜDTIROL RIPARTE PER RITROVARE LA RETTA VIA VERSO LA SALVEZZA

“La sosta è stata utile per recuperare almeno metà degli infortunati e per garantirci la piena efficienza sia sotto il profilo fisico che nervoso. Insomma, siamo carichi e convinti di avere tutte le carte in regola per raggiungere il nostro obiettivo, ovvero la salvezza ”. Pietro Cascone, uno degli elementi-cardine della formazione di mister Stroppa, esprime fiducia e sicurezza nelle possibilità della squadra biancorossa.
 
Dopo il turno di sosta osservato domenica scorsa, il campionato di Prima Divisione Lega Pro si rimette in cammino, anticipando a domani, sabato 25 febbraio 2012, la disputa della settima giornata di ritorno. Un anticipo giustificato dal ravvicinato impegno dell’Italia Under 21 di Lega Pro, che martedì prossimo, 28 febbraio 2012, sarà impegnata in Inghilterra contro i pari età britannici nel torneo “International Challenge Trophy”.
L’FC Südtirol riparte dallo stadio “Druso”, dove – con inizio alle ore 14.30 – affronterà il Barletta, che non nasconde le proprie ambizioni di playoff e che a 11 giornate dal termine del campionato occupa la terza posizione, seppur in compagnia di altre quattro squadre, e più precisamente Cremonese, Portogruaro, Spezia e Pergocrema. La formazione pugliese si è consegnata al turno di sosta con la vittoria di misura (1:0) contro il Bassano. Una vittoria arrivata nella partita del debutto in panchina del nuovo allenatore Nello Di Costanzo, subentrato al posto dell’esonerato Marco Cari.
L’FC Südtirol, invece, ha conquistato un solo punto nelle ultime tre gare, con le sconfitte contro Pergocrema (0:1) e Portogruaro (0:0), intervallate dal pareggio a Bassano (0:0). Un calo di rendimento che trova ampie giustificazioni nelle tante assenze accusate dalla formazione biancorossa, che nell’ultima partita giocata, ovvero quella a Portogruaro, era priva di ben 8 giocatori.
In tal senso la sosta è stata utile a mister Stroppa per recuperare gran parte degli indisponibili nella trasferta in Laguna. Oltre ad Alessio Grea e ad Alessandro Furlan, che hanno scontato la giornata di squalifica, rientrano contro il Barletta anche Franco Chiavarini, Thomas Albanese e Michael Bacher, con quest’ultimi due che tornano nella lista dei convocati dopo un lungo periodo di assenza. Non ancora utilizzabili, seppur sulla via della completa guarigione, sono invece Massimiliano Tagliani, Hannes Fink e Luca Franchini. Probabile anche il forfait di Matteo Chinellato, che è stato colpito da un attacco di pubalgia e che in settimana non si è mai allenato con la squadra. Insomma, la sosta è servita per dimezzare gli indisponibili, passati da 8 a 4. La situazione è certamente migliorata, anche se gli assenti di domani sono tutti dei potenziali titolari.
Per quanto riguarda la formazione iniziale che affronterà il Barletta, la difesa sarà la stessa di Portogruaro, con capitan Hannes Kiem al posto di Massimiliano Tagliani. A centrocampo, invece, Alessandro Furlan dovrebbe tornare a far coppia con Francesco Uliano, mentre Alessandro Campo dovrebbe essere riproposto dal primo minuto e andare a completare il quartetto offensivo con Andrea Schenetti, Manuel Fischnaller e Niccolò Giannetti.
Al “Druso” l’FC Südtirol ha sin qui conquistato 18 dei 32 punti che detiene in classifica per effetto di uno score casalingo di 5 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte. L’ultima partita vinta dai biancorossi risale allo scorso 22 gennaio, quando Cascone & C. si imposero per 2-1 a Frosinone. Una settimana prima, ovvero il 15 gennaio, l’FC Südtirol ha invece conquistato la sua ultima vittoria al “Druso”, superando per 2:0 il FeralpiSalò. I biancorossi non segnano da tre partite, ma hanno conservato la seconda miglior difesa del campionato con 19 reti subite, appena due in più della Cremonese.
Venendo al Barletta, la società del presidente Roberto Tatò punta dichiaratamente ai playoff per provare a salire in serie B e – in nome di quest’obiettivo - si è affidata ad inizio febbraio ad un allenatore esperto e qualificato come Nello Di Costanzo, già alla guida – fra le altre squadre – di Venezia, Messina, Ascoli e Padova. Nel mercato di gennaio, inoltre, la squadra è stata sensibilmente rinforzata con cinque innesti, quattro dei quali provenienti dalla serie B. Stiamo parlando del portiere Pietro Marino (Reggina), dei difensori Michelangelo Minieri (Vicenza) e Filippo Petterini (Pescara) e dei centrocampisti Vincenzo De Liguori (Nocerina) e Fabrizio Romondini (Pergocrema). Nuovi arrivi che sono andati a potenziare una squadra già di grande qualità e esperienza, con elementi di spicco come Vincenzo Migliaccio, Antonio Schetter, Raffaele Franchini e Fabio Mazzeo, quest’ultimo capocannoniere della squadra con 10 reti.
Il Barletta in trasferta ha racimolato 13 dei 35 punti sin qui conquistati, con uno score di 3 vittorie, 4 pareggi e 4 sconfitte. Lontano dal “Putilli”, lo stadio di casa, i biancorossi pugliesi non vincono dall’ormai lontano 16 ottobre scorso, quando si imposero a Trieste per 2:1.
Al “Druso” mister Di Costanzo dovrà fare a meno degli infortunati Pisani, Infantino, Sicignano e Pelagias. Al centro della difesa, in coppia con Migliaccio, dovrebbe rientrare l’ex Pescara e Piacenza, Andrea Mengoni.

La gara d’andata.
Lo scorso 12 ottobre 2011, nel turno infrasettimanale giocato di mercoledì sera, allo stadio “Putilli” di Barletta il match terminò in parità 1-1. Vantaggio iniziale dei biancorossi, con splendido gol di Andrea Schenetti al 32’. Un gol a lungo difeso dall’FC Südtirol, pur ridotto in nove uomini per le espulsioni di Matteo Chinellato e Hannes Kiem, ma il Barletta, rimasto per primo in inferiorità numerica per il cartellino rosso comminato a Migliaccio, riuscì al 90’ a raggiungere il pareggio grazie ad un colpo di testa di Infantino.

Le possibili formazioni.
FC Südtirol (4-2-3-1): Iacobucci; Iacoponi, Cascone, Kiem, Legittimo; Furlan, Uliano; Campo, Fischaller, Schenetti; Giannetti.
A disposizione: Miskiewicz, Grea, Bacher, Calliari, Chiavarini, Pfitscher (Santonocito), Albanese.
Allenatore: Giovanni Stroppa
Barletta (4-2-3-1): Pane; Minieri, Migliaccio, Mengoni, Petterini; De Liguori, Romondini; Cerone, Simoncelli, Schetter; Mazzeo.
Auf der Ersatzbank: Marino, Zappacosta, Masiero, Di Cecco, Mazzarani, Franchini, Yonese.
Trainer: Nello Di Costanzo
Arbitro: Daniele Minelli di Varese

1^ Divisione Lega Pro (girone B) – 24^ giornata – Sabato 25.02.2012 (ore 14.30)
Latina - Prato (questa sera, ore 20.30, diretta Tv su Sportitalia)
Bassano – Portogruaro
Piacenza – FeralpiSalò
Siracusa - Pergocrema
Spezia – Virtus Lanciano
FC Südtirol – Barletta
Triestina – Frosinone
Cremonese – Trapani (lunedì 27.02.2012, ore 20.45, diretta Tv su RaiSport 1)

La classifica.
Trapani 46 punti; Siracusa 40; Cremonese, Portogruaro, Spezia, Barletta, Pergocrema 35; Carrarese* 34; Virtus Lanciano* 33; FC Südtirol 32; Triestina 27; Prato 25; Frosinone* 24; Latina 23; Andria 21; Piacenza* 20; Bassano 19; FeralpiSalò 17
* una partita in meno
Penalizzazioni: Cremonese – 6 punti; Piacenza –6; Siracusa –5; Pergocrema -2, Virtus Lanciano -1
 
 
 
 

 Vai alla lista 
Prossima partita
FC Südtirol giovanili
 
 
 
VS.
 
FC Südtirol   Triestina
 
 
Do, 20. Agosto 2017 - 18:00
 
Stadio Druso - Bolzano
 
  Ticket Online  
 
 
0
0
0
0
giorni Ore Min. Sec.