Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

L'FCS PERDE IL PRIMO POSTO MA NON L'IMBATTIBILITA': 1:1 CON L'ANDRIA

Perde la testa, l’FC Suedtirol. Ma solo quella della classifica. Perché in un match contro l’Andria iniziato malissimo e che pareva quasi segnato, la formazione di mister Stroppa – anche con un pizzico di fortuna – ha trovato nel finale il gol del pareggio che le permette di mantenere una imbattibilità lunga ormai 8 giornate, grazie a 4 vittorie e altrettanti pareggi.
 
Nella dodicesima giornata del campionato di Prima Divisione Lega Pro un FC Südtirol balzato al primo posto in classifica grazie alla vittoria a Trieste, che ha rappresentato il settimo risultato utile di fila per effetto di un invidiabile score di quattro vittorie e tre pareggi, ospita allo stadio Druso la formazione pugliese dell’Andria, in tenuta bianco blu, quintultima in classifica, sin qui mai vittoriosa in trasferta e reduce dal rinvio causa nubifragio del match casalingo contro il Bassano.
Oltre agli infortunati di lungo corso Luca Franchini e Thomas Albanese, mister Giovanni Stroppa non può disporre nemmeno dello squalificato Marco Martin, al cui posto sulla fascia sinistra di difesa gioca Simone Iacoponi, con Grea a destra, mentre in attacco – sulla scorta dell’ottimo spezzone di partita giocato a Trieste – vengono promossi titolari Campo e Chiavarini, con quest’ultimo che si alterna nel ruolo di prima punta con Fischnaller.
A Bolzano grande affluenza di pubblico, quantificabile intorno alle 2500 unità, pomeriggio soleggiato e temperatura mite.
Si scalda subito anche il match, con l’Andria che si porta a condurre al 5’, allorquando – con Schenetti a bordo campo per farsi medicare - un lancio in verticale di De Giorgi trova impreparata la linea difensiva biancorossa, ma non Gambino che punisce la forse timida uscita di Iacobucci. Ospiti in vantaggio.
Fatica inizialmente a reagire l’FC Suedtirol, ma al 13’ Fischnaller cattura palla sulla trequarti e poi viene steso mentre si accentra in dribbling. Calcio di punizione affidato a Chiavarini, che però calcia alto sopra la traversa.
Prova ad insistere la formazione di Stroppa, e al 16’ una sponda di Chiavarini innesca la conclusione di Campo che – deviata – termina di poco a lato.
I biancorossi - irretiti dal pressing alto portato dai pugliesi - faticano a dare profondità alla propria manovra, e al 28’ su punizione-cross di Chiavarini il colpo di testa dell’avanzato Cascone sorvola abbondantemente la traversa.
L’Andria gestisce il vantaggio senza particolari affanni, l’aridità del macchinoso gioco dei biancorossi persiste e il primo tempo si chiude con gli ospiti in vantaggio per 1-0.
Si riparte con gli stessi effettivi del primo tempo in entrambe le squadre, e con Fischnaller che dai 20 metri scarica un destro alzato in volo sopra la traversa da Ragni.
Ma è un fuoco di paglia, perché la manovra biancorossa rimane involuta, ed allora mister Stroppa si gioca la carta della punta di peso, ovvero Chinellato, che al 10’ va a rilevare un evanescente Schenetti, con lo spostamento di Chiavarini a sinistra e l’arretramento di Fischnaller nel ruolo di seconda punta.
Correzioni che non sortiscono effetti immediati, e bisogna infatti attendere il 25’ per riverere l’FC Suedtirol, col tiro ribattuto di Uliano sul quale Fischnaller si esibisce in una sforbiciata di poco alta.
Prova a insistere la formazione si Stroppa, che al 28’ crea una buona palla gol con Campo che innesca Chiavarini, il quale vede e serve il rimorchio di Furlan che dal limite spara alto.
Un minuto più tardi, per un intervento duro su Fischnaller, viene espulso Meccariello. FC Suedtirol in superiorità numerica, e al 34’ su traversone dalla destra di Grea – deviato maldestramente da Zaffagnini – i biancorossi pervengono al pareggio. 1-1 e palla al centro.
La formazione di Stroppa prova a farsi trascinare dal ritrovato entusiasmo, ma solo al 43’ si rivede in avanti con tiro di Uliano debole e centrale. Due minuti più tardi, invece, un tiro-cross di Grea costringe Ragni ad inarcarsi e ad alzare il pallone sopra la traversa.
Finisce 1-1, e i biancorossi perdono la vetta della classifica, ma il rimpianto viene lenito dal fatto che la formazione di Stroppa continua a far punti, grazie all’ottavo risultato utile consecutivo. Per l’obiettivo salvezza, va bene, anzi benone così.

FC SÜDTIROL – A.S. ANDRIA 1:1 (0:1)
FC Südtirol (4-2-3-1)
: Iacobucci; Grea, Cascone, Kiem, Iacoponi; Furlan, Uliano; Campo, Chiavarini, Schenetti (56. Chinellato); Fischnaller (88. Ferrari). A disposizione: Miskiewicz, Santonocito, Calliari, Bacher, Fink.
Allenatore: Giovanni Stroppa
A.S. Andria (4-2-3-1): Ragni; De Giorgi, Zaffagnini, Meccariello, Contessa; Arini, Paolucci; Minesso (76. Di Simone), Del Core (73. Evangelisti), Comini; Gambino (66. Innocenti). A disposizione: Sansonna, Larosa, Loiodice, Berretti.
Allenatore: Giuseppe Di Meo
Arbitro: Simone Aversano di Treviso
Reti: 5. Gambino (0:1), 79. autorete di Zaffagnini (1:1)
Note: pomeriggio soleggiato, temperatura mite. Ammoniti: Arini (A), Minesso (A), Grea (FCS), Campo (FCS), Ragni (A), Innocenti (A), Paolucci (A). Espulso al 74’ Zaffagnini (A) per fallo violento ai danni di Fischnaller. Spettatori: 2483, compresa quota abbonati (532).
 
 
 
 

 Vai alla lista 
Prossima partita
FC Südtirol giovanili