Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

LA FORMAZIONE BERRETTI SCONFITTA SUL CAMPO DEL VENEZIA

La serie d’oro della formazione Berretti, che sabato scorso aveva colto a spese dell’ex capolista Albinoleffe la sua quarta vittoria nelle cinque partite precedentemente disputate, si interrompe a Venezia, dove i biancorossi – malgrado una buona prestazione – si sono dovuti arrendere nel finale ai padroni di casa, impostisi per 2:0.
 
E dire che alla vigilia tutto lasciava presagire un nuovo successo da parte di capitan Eisenstecken e compagni, che godevano di ottima salute - sia dal punto di vista dei risultati che delle prestazioni - a dispetto di un’Unione Venezia che invece aveva precedentemente raccolto un bottino scarno di punti, per la precisione sette in meno dei biancorossi, e che era attestata in terzultima posizione.
Invero la sconfitta dei ragazzi di Improta, privi a centrocampo dello squalificato Gruber, non deve trarre in inganno, giacché il risultato appare piuttosto bugiardo, in considerazione del maggior volume di gioco espresso dai biancorossi, più volte vicini al gol. I padroni di casa, invece, hanno sfruttato – di fatto – gli unici due episodi che un po’ di buona sorte ha fatto volgere a proprio favore nell’intero arco del match, giocato a Campagna Lupia su un terreno di gioco coperto da una sottile coltre di neve.
Anche l’inizio di match pareva foriero di buoni presagi per i biancorossi. Dopo un manciata di minuti dal via, infatti, Hofer imbucava un preciso pallone in profondità per il tempestivo scatto di Aquino, che si presentava a tu per tu con il portiere di casa, superandolo in uscita; ma la conclusione del numero 10 biancorosso non inquadrava la porta per una questione di centimetri. La reazione del Venezia comportava un certo predominio territoriale da parte dei lagunari, senza peraltro creare pericoli alla retroguardia altoatesina. E così era ancora il team di Improta a rendersi pericoloso, allorquando da uno spiovente da calcio d’angolo la battuta al volo di Lorenzi, indirizzata all’incrocio dei pali, veniva miracolosamente disinnescata dal portiere veneziano.
Fino al riposo non accadeva più nulla, ed anche la prima metà della di ripresa non regalava emozioni, con la contesa che pareva destinata a concludersi con un pareggio a reti inviolate. Ed invece il finale di match era fatale ai biancorossi: dapprima, infatti, Prünster (72’) atterrava un avversario in area di rigore, cagionando un penalty trasformato da Pescara, e poi Gerimi – in pieno recupero (94’) – si vedeva carambolare sui piedi e poi in fondo al sacco un rinvio da parte dell’estremo difensore biancorosso, Luca Tenderini. Finiva così 2-0 per l’Union Venezia, con la formazione di mister Improta chiamata al pronto riscatto sabato prossimo, sul sintetico del “Talvera B” a Bolzano, nl match casalingo contro il Treviso.

UNIONE VENEZIA - FC SÜDTIROL 2:0 (0:0)
Unione Venezia:
Testa, Benedetti, Favaron, Salvadori, Castellone, Tiozzo, Bance (63‘ Gerimi), Scanferlato, Boscolo Zemelo (80‘ Da Lio), Pescara, Zanon.
Non entrati: Cecchinato, Zanellato, Noventa, Carbonetti, Ballarin.
Allenatore: Giovanni Trevisanello
FC Südtirol: Tenderini, Zimmerhofer, Prünster, Lorenzi, Marth, Granzotto, Kumrija (46‘ El Mekaoui), Eisenstecken, Hofer (65‘ Canazza), Aquino, Kumaning (83‘ Scudier).
Non entrati: Torggler, Capelletto, Melchiori.
Allenatore: Maurizio Improta
Arbitro: Cester di Sandonà Piave
Reti: 72‘ Pescara (1:0), 94‘ Gerimi (2:0)

 
 
 
 

 Vai alla lista 
Prossima partita
FC Südtirol giovanili
 
 
 
VS.
 
FC Südtirol   Vicenza Calcio
 
 
Do, 29. Ottobre 2017 - 14:30
 
Stadio "Druso" - Bolzano
 
  Ticket Online  
 
 
0
0
0
0
giorni Ore Min. Sec.