Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

Lotta agli illeciti sportivi: l'Integrity Tour ha fatto tappa a Bolzano

Quanto il crimine legato alle frodi sportive si organizza e diventa più aggressivo, tanto la Lega Pro intensifica la lotta ed è sempre più presente a fianco delle 69 società di Prima e Seconda Divisione. Nei giorni scorsi l’Integrity Tour 2013 ha fatto tappa a Bolzano, in casa FC Südtirol: all’ordine del giorno i temi degli illeciti sportivi, del codice etico e le attività promosse in collaborazione con Sportradar, agenzia leader nel monitoraggio di dati sulle commesse sportive e nei servizi antifrode.
Emanuele Paolucci, uno dei responsabili dell’Integrity Office, e Marcello Presilla, responsabile di Sportadar, hanno incontrato anzitutto i calciatori della prima squadra al centro di allenamento di Maso Ronco e poi – presso l’Aula Magna dell’Istituto Tecnico Commerciale Heinrich Kunter a Bolzano - un’ottantina circa di giovani atleti del vivaio biancorosso, fra cui i giocatori che compongono le formazioni Berretti e Allievi Nazionali dell’FC Südtirol.
 
Lo scopo dell’“Integrity Tour 2013” è quello di formare i club contro le frodi e gli illeciti commessi in ambito sportivo, promuovendo l’integrità come valore etico alla base dello sport e creando una sorta di “reticolo virtuoso di legalità” tra le società sportive - hanno spiegato Paolucci e Presilla -. Grazie a queste azioni capillari sul territorio abbiamo ridotto nella stagione scorsa le segnalazioni di gare sospette del 65 per cento e, nel campionato in corso, non si è avuta nessuna segnalazione di anomalie”. I due relatori hanno saputo catturare l’attenzione dei calciatori biancorossi, spiegando loro le tante maniere in cui le bande criminali legate al calcio scommesse si avvicinano ai calciatori e alle società per cercare ci corromperli. Paolucci e Presilla hanno anche evidentemente sottolineato l’importanza e il dovere da parte di ogni tesserato di denunciare ogni comportamento anomalo che possa mettere a rischio l’integrità sportiva e la legalità.
 
 
 
 

 Vai alla lista 
Prossima partita
FC Südtirol giovanili