Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

MISSIONE COMPIUTA: SÜDTIROL AI PLAYOFF!

Questa volta il match-point è andato a segno. Missione compiuta per il Südtirol, che nel match casalingo contro la Tritium conquista quel punto che gli serviva per qualificarsi ai playoff da quarta in classifica. Un grande traguardo, financo memorabile essendo il secondo miglior risultato di sempre nella storia del calcio regionale. Secondo solo alla stagione 1947/48 e alla partecipazione alla serie B dell’AC Bolzano. Parliamo di 65 anni fa. Ma non è finita qui. Perché adesso c’è la doppia sfida di semifinale contro il Carpi per rincorrere un sogno. Quello della serie B. Ed è un sogno che si può vivere ad occhi aperti.
 
Live match. Nell’ultima giornata del campionato di Prima Divisione Lega Pro un Südtirol bisognoso di un risultato utile, anche semplicemente di un pareggio, per conquistare i playoff ed accedere alla semifinale col Carpi ospita allo stadio Druso una Tritium anch’essa a caccia di un punticino per evitare la retrocessione diretta e per giocarsi successivamente la salvezza ai playout.
Contro la Tritium, in tenuta blu, squadra che ha allenato per due stagioni ottenendo altrettante promozioni dalla serie D alla Prima Divisione, mister Stefano Vecchi ritrova Cappelletti al centro della difesa, ma deve ancora fare a meno di Thiam e Martin. A centrocampo Bertoni viene confermato in cabina di regìa, mentre in attacco è Turchetta – preferito all’acciaccato Pasi – a completare il tridente con Maritato e Campo.
A Bolzano pomeriggio parzialmente soleggiato e temperatura attestata attorno ai 20 gradi.
Inizio di match contratto, complice la palpabile tensione per l’alta posta in palio tanto per il Südtirol quanto per la Tritium, ma poi i biancorossi guadagnano progressivamente metri di campo, impossessandosi del pallino del gioco.
Gli ospiti brianzoli rimangono invece arroccati nella propria metà campo, e così è del Südtirol – non a caso – il primo affondo del match, con cross di Iacoponi dalla destra e con Maritato che non ci arriva per un soffio.
Insistono i biancorossi, e al 21’ Branca si divincola sulla sinistra, fintando il cross per poi servire a ritroso Turchetta, il cui destro è però fiacco e impreciso.
Gioca solo il Südtirol, lodevole per generosità e spirito d’iniziativa, ma al 25’ brivido per i biancorossi con Marcone che in uscita rinvia sui piedi di Spampatti, il quale fortunatamente calibra male il pallonetto, riconsegnando il pallone fra le mani del numero 1 biancorosso.
Non cambia però il canovaccio della partita, col Südtirol sempre a macinare gioco e a provare a trovare varchi offensivi, ma la Tritium si difende compatta - e in massa - non concedendo sbocchi.
Squadre negli spogliatoi sul parziale di 0:0, coi biancorossi che hanno confermato l’anemia in zona gol, problema perdurante da due mesi a questa parte.
Si riparte con mister Vecchi che opera un cambio per dare più geometrie al centrocampo. Rimane negli spogliatoi Branca, sostituito da Uliano.
La ripresa si apre con una Tritium più intraprendente e con Roberto Bortolotto che prova la battuta dalla lunga distanza, ma il suo spiovente sorvola abbondantemente la traversa.
Ma è solo un’effimera parentesi, quella ospite, perché poi il Südtirol torna ad impossessari del pallino del gioco.
Nella formazione di casa entra anche Tagliani, che rileva Bassoli in difesa andando a fare coppia centrale con Kiem. Un cambio che comporta lo spostamento a destra di Cappelletti e il dirottamente a sinistra di Iacoponi.
Il Südtirol continua ad occupare la metà campo ospite, ma la Tritium – bisognosa di un punto per garantirsi i playout – si chiude a riccio e rimpalla le avanzate biancorosse.
Finisce 0:0, l’aggancio al terzo posto non è riuscito, ma è comunque un punto preziosissimo per il Südtirol, che conquista strameritatamente i playoff. Un grande traguardo ma anche un nuovo punto di partenza, perché adesso arriva il bello. In palio c’è la promozione in serie B, ad iniziare dalla doppia sfida di semifinale col Carpi (andata a Bolzano il 26 maggio, ritorno in Emilia sette giorni più tardi). E’ un sogno, ma lo si può vivere ad occhi aperti.

FC SÜDTIROL – TRITIUM 0:0
FC Südtirol (4-3-3):
Marcone; Iacoponi, Cappelletti, Kiem, Bassoli (13’st Tagliani); Furlan, Bertoni, Branca (1’st Uliano); Campo, Maritato, Turchetta (41’st Panzeri).
A disposizione: Grandi, Fink, Pasi Testardi.
Allenatore: Stefano Vecchi
Tritium (3-5-2): Nodari; Cusaro, Teso, Riva; Martinelli, Arrigoni, Calvi (27’st Monacizzo), Corti, Enrico Bortolotto; Roberto Bortolotto (17’st Casiraghi), Spampatti (30’st Chinellato).
A disposizione: Paleari, Cogliati, Teoldi, Bossa.
Allenatori: Romano Cazzaniga e Roberto Romualdi
Arbitro: Fabio Maresca di Napoli (Serpilli-Croce)
Note: prima del fischio d’inizio è stato osservato un minuto di silenzio in memoria della madre del Presidente della Tritium, Ercole Ghezzi, scomparsa di recente. Pomeriggio con cielo parzialmente coperto e temperatura piacevole, attestata attorno ai 20 gradi.
 
 
 
 

 Vai alla lista 
Prossima partita
FC Südtirol giovanili
 
 
 
VS.
 
AC Renate   FC Südtirol
 
 
Do, 22. Ottobre 2017 - 14:30
 
Stadio "Città di Meda" - Renate
 
  Ticket Online  
 
  Live-Stream  
 
 
0
0
0
0
giorni Ore Min. Sec.