Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

NELLA "FORST CUP" SI IMPONE IL PALERMO MA L'FC SÜDTIROL NON SFIGURA

I risultati non premiano l’FC Südtirol, sconfitto sia dal Maia Alta (ai rigori) che dal Palermo dell’indimenticato “ex” mister Sannino, ma nella “Forst Cup” i biancorossi fanno comunque registrare un passo avanti nella ricerca di una precisa identità di squadra, dopo appena cinque giorni di ritiro e con tanti nuovi giocatori da assemblare.
 
Per Kiem & C. la “Forst Cup” ha rappresentato un’altra significativa tappa di avvicinamento al debutto nella Coppa Italia/Tim Cup, primo impegno ufficiale della nuova stagione, in programma domenica 5 agosto allo stadio Druso con avversario il Cuneo. I biancorossi erano reduci dalla prima uscita stagionale, conclusasi con una salutare goleada (6-0) contro il Brixen, formazione che milita in Eccellenza. Allo stadio Combi di Merano l’FC Südtirol si è misurato col Maia Alta (Eccellenza) e soprattutto col Palermo di mister Sannino, un “ex” che ha lasciato eccellenti ricordi a Bolzano al pari di Luca Lomi, capitano biancorosso per sei stagioni e mezza ed ora prezioso collaboratore dell’allenatore rosanero.
Tornando all’FC Südtirol, mister Vecchi non ha potuto disporre di Marcone, alle prese con un risentimento alla spalla, e di Iacoponi, Clementi e Fink, quest’ultimi indisponibili per acciacchi di natura muscolare. Presente al “Combi” il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini. E con lui tutto lo stato maggiore dell’FC Südtirol.
Maia Alta - FC Südtirol: è stato il mini-match d’apertura della “Forst Cup”, strutturata in un triangolare con partite da 45 minuti ciascuna. Buona partenza dell’FC Südtirol, con Guinot – centrocampista belga in prova – che al 4’ lancia in profondità Bocalon, il quale a tu per tu con Wieser pennella – da posizione defilata – un destro a giro che si stampa sul palo interno. I biancorossi premono con insistenza, cercando di macinare gioco attraverso un possesso palla piuttosto snello, evidentemente nei limiti concessi dalle gambe appesantite dai carichi di lavoro, motivo – fisiologico - per il quale i biancorossi mancano di brillantezza e incisività negli ultimi 20 metri. Al 41’ pregevole azione personale di Ahmedi, che accentrandosi salta in velocità tre avversari per poi scoccare un tiro mancino, respinto di piede da Wieser. I 45 minuti regolamentari si concludono sullo 0-0. Ai calci di rigore si impone il Maia Alta per 4-2. Fatali ai biancorossi gli errori di Timpone (ottimo Wieser, però, nella parata) e di Ahmedi.
Maia Alta – Palermo: il Maia Alta si fa valere anche con il Palermo, difendendosi bene e beneficiando di un Platter in stato di grazia, autore di diversi, pregevoli interventi. Ma l’esperto portiere meranese nulla può al 25’ sul sinistro di chirurgica precisione di Vazquez. Ma al 37’ Stefan Bernard si ritaglia un momento di gloria, da raccontare ai nipotini, insaccando con un missile terra-aria il bellissimo gol dell’1-1. Poi però Migliaccio, al 42’, con un preciso colpo di testa firma il gol-vittoria (2-1) dei rosanero.
FC Südtirol - Palermo: il match clou del triangolare si apre con una discesa sulla destra di Pisano che crossa a centro area, dove Miccoli con un colpo di tacco volante impegna severamente Grassi. Poi magia di Brienza che libera al tiro Miccoli, il cui sinistro in diagonale si perde abbondantemente a lato. I due giocolieri di mister Sannino, però, si rifanno con gli interessi al 18’, quando Miccoli serve nell’area piccola Brienza, che anticipa Grassi e deposita in rete il pallone dell’1-0. Ancora più bello il raddoppio che arriva un minuto più tardi: azione tutta di prima Miccoli-Bertolo-Dybala, con quest’ultimo che appoggia in fondo al sacco il più comodo dei tap-in. Ma poi la squadra di Vecchi mostra significativi segnali di vitalità, con una punizione di Furlan e un bel destro di Thiam, entrambi disinnescati da Ujkani. Buona seconda parte di secondo tempo, per Kiem & C.

MAIA ALTA - FC SÜDTIROL 0-0 (4-2)
Maia Alta:
Wieser, Hoeller, Klotzner (28’ Ioris), Rizvani (34’ Pamer), Waldner, Christanell, Ennemoser, Unterthurner, Daniel Bernard, Harald Kiem, Christian Platzer.
Allenatore: Klaus Schuster
FC Südtirol (4-3-3): Grandi; Maccarone, Hannes Kiem, Cappelletti (27’ Hasler), Rubin; Falagario, Guinot (25’ Ahmedi), Martin Ciaghi; Timpone, Bocalon, Candido.
Allenatore: Stefano Vecchi
Rigori: Harald Kiem gol (1-0), Candido gol (1-1), Pamer gol (2-1), Timpone parato (2-1), Christanell (3-1), Martin Ciaghi gol (3-2), Ioris gol (4-2), Ahmedi fuori (4-2)
Arbitro: Volpato di Merano
Note: mille circa gli spettatori

FC SÜDTIROL – PALERMO 0-2
FC Südtirol (4-3-3):
Grandi; Cappelletti, Tagliani, Rubin (27’ Kiem), Martin; Furlan, Bertoni, Branca; Campo, Bocalon (27’ Ahmedi), Thiam.
Allenatore: Stefano Vecchi
Palermo (4-4-2): Ujkani; Pisano, Munoz, Mantovani, Di Matteo; Bertolo, Donati, Barreto, Brienza; Dybala, Miccoli.
Allenatore: Giuseppe Sannino
Arbitro: Santauzzo di Merano
Reti: 18’ Brienza (0-1), 19’ Dybala (0-2)
Note: mille circa gli spettatori

 
 
 
 

 Vai alla lista 
Prossima partita
FC Südtirol giovanili
 
 
 
VS.
 
Gubbio   FC Südtirol
 
 
Do, 21. Ottobre 2018 - 14:30
 
Gubbio
 
  Ticket Online  
 
 
0
0
0
0
giorni Ore Min. Sec.