Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

PER IL SÜDTIROL DEBUTTO CASALINGO AMARO CONTRO IL BASSANO

Debutto casalingo amaro per il Südtirol, sconfitto per 3-2 dal Bassano nella seconda giornata del campionato di Lega Pro, coi biancorossi in inferiorità numerica per quasi tutto il secondo tempo.
 
Live match. Allo stadio Druso, contro il Bassano del quale è stato allenatore nella stagione 2012/2013, mister Rastelli deve rinunciare agli infortunati Tagliani, Furlan e Bertoni, mentre il neoacquisto Lendric parte dalla panchina.
In difesa e a centrocampo rientrano dalla squalifica capitan Kiem e Branca, nel ruolo di playmaker gioca Mazzitelli, mentre in attacco conferma in blocco del tridente formato da Campo, Fischnaller e Cia.
La cronaca. In un pomeriggio soleggiato con temperatura estiva, inizio di match interlocutorio, con le due squadre che si studiano guardinghe e col Bassano che rompe gli indugi – si fa per dire – all’8’ con punizione debole e centrale di Furlan.
Si gioca a ritmi oltremodo blandi, col gioco e l’intensità che latitano, ma al 13’ il Bassano si porta  a condurre con schema su punizione che libera il destro potente e preciso da limite di Proietti che firma l’1-0 ospite.
Il Südtirol fatica a riemergere dal torpore iniziale, la manovra biancorossa è lenta e prevedibile, e così – col Bassano che bada solo a gestire il risultato – la partita langue sino al 33’, quando Branca guadagna un calcio di punizione, scodellato in area da Campo per il colpo di testa di Ientile che diventa un assist per Mladen il cui debole piattone finisce fra le braccia di Rossi.
Prende coraggio il Südtirol, e al 36’ su rimessa laterale di Martin è bravo Cia a procurarsi un calcio di rigore che lo specialista Campo trasforma con precisione chirurgica per l’1-1. Il primo gol biancorosso in campionato è del 30enne attaccante piemontese.
Non succede più nulla sino all’intervallo, con le due squadre che vanno negli spogliatoi sul parziale di 1-1.
Si riparte col Südtirol che inserisce Petermann per Mazzitelli e coi biancorossi che provano ad alzare i ritmi rispetto al blando primo tempo, ma al 3’ Martin – già ammonito – entra in maniera scomposta su Furlan, rimediando il secondo “giallo” e la conseguente espulsione.
In inferiorità numerica il Südtirol va vicino al gol con conclusione di Fischnaller smanacciata da Rossi, poi mister Rastelli inserisce Bertinetti in difesa, sacrificando Campo.
Come nel primo tempo la partita è avara di emozioni anche nella ripresa, ma al 16’ il Bassano si riporta a condurre con imbucata in area di Nolè per Furlan che vede e serve il rimorchio di Semenzato, il quale da centro area scaraventa in rete il 2-1 vicentino.
Mister Rastelli corre subito ai ripari inserendo l’ultimo arrivato in casa biancorossa, ovvero l’attaccante croato Ivan Lendric, che subentra a Fink e che al 26’ – su tocco filtrante di Cia – viene anticipato di un soffio dal’uscita di Rossi.
Poco dopo si rivede il Bassano, con conclusione di Nolè deviata sul fondo da Melgrati, poi i biancorossi la combinano grossa con disimpegno centrale di Bertinetti, sul quale Kiem ha una indecisione fatale, permettendo a Nolè di catturare palla e di puntare la porta per poi trafiggere Melgrati in uscita per la terza rete ospite.
Il  Südtirol non ci sta, e due minuti più tardi Cia scodella un pallone in area per il tocco al volo di Lendric che accorcia le distanze, andando in gol al debutto assoluto in maglia biancorossa.
Ma poi i biancorossi non riescono a completare la rimonta nei minuti finali.
Finisce 3-2 per il Bassano, che espugna il Druso, infliggendo al Südtirol un’amara sconfitta nel debutto casalingo in campionato. Ma per i biancorossi non c’è tempo di leccarsi le ferite perché già mercoledì sera torneranno in campo, rendendo visita al Venezia nel turno infrasettimanale che si giocherà in notturna.

FC SÜDTIROL – BASSANO 2-3 (1-1)
FC Südtirol (4-3-3): Melgrati; Mladen, Kiem, Ientile, Martin; Fink (65. Lendric), Mazzitelli (46. Petermann), Branca; Campo (51. Bertinetti), Fischnaller, Cia
A disposizione: Miori, Tait, Marras, Chinellato.
Allenatore: Claudio Rastelli
Bassano Virtus (4-2-3-1): Rossi; Toninelli, Priola, Zanella, Semenzato; Proietti (58. Cenetti), Davì; Furlan, Nolè (84. Cattaneo), Iocolano; Pietribiasi (52. Maistrello)
A disposizione: Grandi, Stevanin, Tonon, Cortesi.
Allenatore: Antonino Asta
Arbitro: Davide Andreini di Forlì (Fausto Rugini e Francesco Gnarra di Siena).
Reti: 13. Proietti (0:1), 36. Campo su rigore (1:1), 61. Semenzato (1:2), 75. Nolè (1:3), 77. Lendric (2:3)
Note: pomeriggio soleggiato e temperatura estiva. Ammoniti: Semenzato (B), Martin (FCS), Fink (FCS), Davì (B), Branca (FCS). Al 4’ del secondo tempo espulso Martin (FCS) per doppia ammonizione. Angoli: 1-7
 
 
 
 

 Vai alla lista 
Prossima partita
FC Südtirol giovanili