Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

TERAPIA D'URTO PER IL SÜDTIROL ALL'ESAME DELLA VICECAPOLISTA

“Basta cercare spiegazioni per quello che poteva essere ed invece non è stato. Basta guardare la classifica e farsi prendere dall’ansia di voler risalire immediatamente la china. Ha fatto bene la società, in settimana, a richiamarci all’ordine e ad un maggiore senso di responsabilità verso le aspettative sin qui disattese. Ma non dobbiamo entrare nel panico. Ognuno di noi deve trovare in se stesso la forza, l’orgoglio e le motivazioni per fare meglio. Io rimango fiducioso, perché a questa squadra la qualità non manca. Lavoriamo sodo e pensiamo solo a migliorare: i conti li faremo alla fine ”. Deciso, lucido e categorico, mister Rastelli, che indica alla sua squadra la strada maestra per uscire dall’attuale momento di impasse.
 
Nella tredicesima giornata del campionato di Prima Divisione Lega Pro, in programma questa domenica, 8 dicembre, con calcio d’inizio alle ore 14.30, un Südtirol ferito e fortemente determinato a riscattare le due sconfitte di fila, entrambe rimediate in trasferta, torna a giocare allo stadio Druso, ospitando la vicecapolista Pro Vercelli, ancora imbattuta per effetto di uno score di sette vittorie e cinque pareggi. 
Per tornare a muovere la classifica, ferma da due domeniche in seguito alle sconfitte contro Carrarese e Savona, entrambe subite in trasferta dove i biancorossi hanno conquistato un solo punto in 6 partite, il Südtirol confida nel “fattore” Druso, campo amico come testimonia il ruolino di marcia che annovera tre vittorie, ottenute contro Pavia (4:0), Cremonese (3:1) e FeralpiSalò (3:2), due pareggi per 1:1 con Reggiana e Lumezzane ed una sola sconfitta, quella subita beffardamente ed in extremis per mano della capolista Virtus Entella.
Numeri incoraggianti, quelli relativi al rendimento casalingo, bisognosi invece di rimedio quelli che evidenziano lo squilibrio fra reti fatte e subite, col Südtirol che ha sì il miglior attacco del campionato con 20 gol segnati, ma anche la peggior difesa con 22 reti incassate in 12 partite. 
Insomma, serve una inversione di rotta e di tendenza anche sotto il profilo degli equilibri tecnico-tattici, ed in casa biancorossa l’auspicio è che possa verificarsi già domenica contro la Pro Vercelli, big-match nel quale mister Rastelli tornerà a disporre di Furlan, che ha scontato la giornata di squalifica. Molti i dubbi che stanno accompagnando l’allenatore biancorosso nel varo dell’undici titolare da opporre alla vicecapolista. In porta c’è il ballottaggio fra Micai e Tonozzi, mentre in difesa l’unico certo di una maglia da titolare è Iacoponi. A centrocampo, oltre a Furlan, dovrebbe essere riproposto dal primo minuto anche Vassallo, col terzetto in mediana completato da Pederzoli in vesti di play maker. In attacco, infine, spazio al tridente Campo-Dell’Agnello-Corazza, che ha sin qui realizzato ben 13 delle 20 reti complessive, con Campo top-scorer a quota 8.
 
I nostri avversari ai raggi “X”. La Pro Vercelli, società dall’antico blasone, con più di un secolo di storia e con 7 scudetti in bacheca conquistati ad inizio Novecento, partecipa al campionato di Prima Divisione Lega Pro dopo essere retrocessa dalla serie B al termine della scorsa stagione, rispetto alla quale la squadra non è stata smantellata, in nome dei propositi e delle ambizioni di una immediata risalita nel torneo cadetto. Fra i calciatori confermati spiccano il difensori centrale Ranellucci, l’esterno sinistro Scaglia, il play maker  Rosso, l’esterno offensivo Erpen e il 26enne centrocampista bolzanino Manuel Scavone, cresciuto nel settore giovanile del Südtirol per poi essere promosso in prima squadra, dove ha giocato 127 partite di campionato, realizzando 20 gol, 11 dei quali messi a segno nella memorabile stagione 2009/2010, culminata nella promozione in Prima Divisione Lega Pro della formazione biancorossa. Scavone, che dopo la sua pluriennale militanza nel Südtirol ha giocato in serie B anche con Novara e Bari, prima di legarsi alla Pro Vercelli in forza alla quale sta disputando la sua seconda stagione consecutiva, sarà al Druso per la prima volta da avversario. Nelle file piemontesi spiccano anche due acquisti estivi di assoluto valore, come il portiere Russo, prelevato dallo Spezia, e l’attaccante Ettore Marchi, ingaggiato dal Benevento ed attuale capocannoniere del campionato con 9 gol. 
La Pro Vercelli occupa il secondo posto in classifica, a due punti dalla capolista Virtus Entella, al pari della quale è ancora imbattuta per effetto di uno score di 7 vittorie e 5 pareggi. Sempre a pari merito con la Virtus Entella, i piemontesi possono vantare la miglior difesa del campionato, con appena 8 reti subite. I gol realizzati sono invece 18, due in meno del Südtirol, che ha il miglior attacco del campionato.
In trasferta la Pro Vercelli ha conquistato poco meno della metà dei punti complessivi per effetto di uno score di tre vittorie, segnatamente quelle conquistate a Lumezzane (1:2), Reggio Emilia (1:2) e Cremona (0:1), e di tre pareggi, ottenuti sui campi dell’Albinoleffe, del Como e del Venezia.
A Bolzano mister Cristiano Scazzola dovrà senz’altro rinunciare al capitano Ranellucci, squalificato in settimana per cumulo di ammonizione.   

I precedenti.  Südtirol e Pro Vercelli si affrontano per la prima volta nel campionato di Prima Divisione Lega Pro. Gli otto precedenti si sono infatti disputati nell’ex C2, attuale Seconda Divisione, con l’ultimo doppio confronto risalente alla stagione 2009/2010, quella della storica promozione del Südtirol, coi biancorossi ad imporsi sui piemontesi sia nella gara d’andata al Druso (1:0) che in quella di ritorno allo stadio “Silvio Piola” di Vercelli (1:2). Il bilancio complessivo degli scontri diretti fra le due squadre è in perfetta parità, con tre vittorie del Südtirol, altrettante della Pro Vercelli e due pareggi.   

Le possibili formazioni.
FC Südtirol (4-3-3): Tonozzi (Micai); Iacoponi, Kiem (Cappelletti), Bassoli (Tagliani), Martin (Bassoli); Furlan, Pederzoli, Vassallo; Campo, Dell’Agnello, Corazza. 
A disposizione: Micai (Tonozzi), Cappelletti (Kiem), Tagliani (Bassoli), Branca, Fink, Turchetta, Ekuban.
Allenatore: Claudio Rastelli
Pro Vercelli (4-3-3): Russo; Cancellotti, Bani, Cosenza, Scaglia; Marconi, Rosso, Scavone; Erpen, Marchi, Ruggiero (Fabiano).
A disposizione: Ambrosio, Ardizzone, Disabato, Pepe, Gomez, Greco, Fabiano (Ruggiero). 
Allenatore: Cristiano Scazzola
Arbitro: Marco Piccinini di Forlì (Berti-Dal Cin) 

1^ Divisione Lega Pro (girone A) – 13^ giornata – Domenica 08.12.2013 (ore 14.30)
Vicenza – Cremonese (venerdì 6 dicembre, ore 20.45, con diretta su Rai Sport 1)
Carrarese - Albinoleffe
Virtus Entella - Savona
FeralpiSalò – Pro Patria
Lumezzane - Como
Pavia - Reggiana
FC Südtirol – Pro Vercelli
Unione Venezia – San Marino 

La classifica.
Virtus Entella 28 punti; Pro Vercelli 26; Savona 22; Cremonese 20; Vicenza*, Como 18; Unione Venezia 17; FeralpuSalò 15; Albinoleffe 14; Lumezzane 13; FC Südtirol, Reggiana, Cararrese 12; Pro Patria* 11; San Marino 10; Pavia 7. 
*Penalizzazioni: Vicenza -4; Pro Patria -1
 
 
 
 

 Vai alla lista 
Prossima partita
FC Südtirol giovanili
 
 
 
VS.
 
Ravenna   FC Südtirol
 
 
Do, 23. Settembre 2018 - 14:30
 
  Ticket Online  
 
 
0
0
0
0
giorni Ore Min. Sec.