Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

UN SÜDTIROL IN DIECI UOMINI PER 87 MINUTI VIENE SCONFITTO A PIACENZA

Dopo due risultati utili consecutivi, che avevano fruttato 4 punti, il Südtirol riscopre suo malgrado il sapore acre della sconfitta, rimediata al “Garilli” contro la Pro Piacenza, in un match che i biancorossi hanno giocato per 87 minuti in 10 uomini.
 
Live match. Reduce dal buon pareggio casalingo contro l'Alessandria (1-1), che era stato preceduto dalla ritrovata vittoria sul campo della Pro Patria (0-1), il Südtirol è di scena allo stadio “Garilli” di Piacenza per affrontare la locale formazione della Pro Piacenza, a caccia di punti salvezza per evitare in extremis i playout, zona nella quale gli emiliani sono attualmente invischiati, occupando il quintultimo posto con tre lunghezze di ritardo sul Lumezzane, l'avversario sul quale fare la corsa per ottenere direttamente la permanenza in categoria ed evitare così pericolose appendici post regular season. 
Il Südtirol è invece attestato in decima posizione con 44 punti, nove in più della Pro Piacenza, e necessita di una vittoria in terra emiliana per provare ad agganciare in extremis il nono posto che regala la qualificazione alla prossima Tim Cup. La nona piazza è attualmente occupata dalla coppia Reggiana-Pavia, con quattro lunghezze di vantaggio sui biancorossi che chiuderanno il campionato in casa nel match in programma allo stadio Druso domenica 8 maggio contro il Cittadella, già matematicamente promosso in serie B. 
In casa la Pro Piacenza ha conquistato appena 14 dei 35 punti che detiene in classifica.
In trasferta il Südtirol ha invece incamerato 23 dei 45 punti complessivi per effetto di uno score di 6 vittorie, 5 pareggi e 5 sconfitte.
Contro la Pro Piacenza, mister Stroppa deve rinunciare agli infortunati Furlan, Tulli e Gavazzi, mentre gli acciaccati Tagliani e Bertoni siedono in panchina al pari del 17enne talento pusterese Simon Straudi, alla prima convocazione nella formazione maggiore. 
Il modulo è il “3-5-1-1” con Brugger titolare in difesa, con Lima playmaker, con Tait mezz'ala e con Fink a supporto di Gliozzi, prima e unica punta effettiva.
La cronaca. Avvio di match con la Pro Piacenza – in tenuta rossonera – che prova a portare pressione alla difesa altoatesina, la quale si fa trovare scoperta su appoggio errato di Mladen, dal quale scaturisce un lancio in verticale per Alessandro, sgambettato ai 20 metri da Brugger, espulso per fallo da ultimo uomo in presenza di una chiara occasione da gol. 
La successiva punizione viene calciata a lato dallo stesso Alessandro.
Südtirol in dieci uomini e in difficoltà a fronteggiare il veemente avvio degli emiliani, ma al 9' Fink costringe Sall a rifugiarsi in calcio d'angolo, battuto sul primo palo da Bandini per il colpo di tacco dello stesso Fink che va a sbattere sul palo esterno. 
Pro Piacenza a “fare” la partita, Südtirol raccolto nella propria metà campo, ma al 18' Bandini si distende in avanti e poi lascia partire un destro radente da fuori area che costringe Fumagalli alla non facile respinta.
Fase di stallo della partita, col Südtirol che si difende con ordine, ma al 27' il cross a ritroso di Ruffini libera a centro area Barba, che tutto solo apre il piattone ma calcia a lato.
Al 34' Bandini regala un calcio d'angolo alla Pro Piacenza, con Aspas che dalla bandierina serve Carrus, il quale rientra sul destro e scaglia un siluro dai 25 metri che fulmina Miori e vale l'1-0 per i padroni di casa,
Il Südtirol non riesce ad imbastire una reazione, la Pro Piacenza invece sfiora il raddoppio al 45' con tiro dai 18 metri di Alessandro, di poco impreciso.
Il primo tempo si chiude di fatto qui, con gli emiliano in vantaggio per 1-0.
Si riparte senza cambi in entrambe le squadre e col  Südtirol che prova ad alzare il baricentro della squadra, ma il ritmo dei biancorossi è monocorde è allora mister Stroppa effettua un doppio cambio inserendo Crovetto e Kirilov per Sarzi e Gliozzi.
I biancorossi faticano però in inferiorità numerica a cambiare inerzia alla partita, e allora mister Stroppa – al 26' – inserisce un'altra punta, Spagnoli, sacrificando a centrocampo Lima.
Sussulto biancorosso al 34', quando Bandini si libera al cross e dosa un traversone sul quale Crovetto prova la volée di sinistro che termina di poco a lato.
Ma un giro di lancetta più tardi Alessandro buca per l'ennesima volta la difesa biancorossa, servendo sotto porta Aspas, il quale concede a Speziale il comodo tap-in del 2-0 che chiude la partita.
Nel recupero un generoso Fink ci prova con un destro da fuori area, ma senza fortuna.
Finisce 2-0 per la Pro Piacenza, col Südtirol che rimedia una sconfitta dopo due risultati utili e che domenica prossima chiuderà il campionato in casa contro la capolista Cittadella, già promossa in serie B.

PRO PIACENZA – FC SÜDTIROL 2-0 (1-0)
Pro Piacenza (4-3-3): Fumagalli; Cardin, Sall, Piana, Ruffini (75. Calandra); Aspas, Carrus, Maietti; Barba (83. Martinez), Orlando (59. Speziale), Alessandro 
A disposizione: Bertozzi, Gomis, Schiavini, Annarumma
Allenatore: William Viali
FC Südtirol (3-5-1-1): Miori; Brugger, Mladen, Bassoli; Bandini, Girasole, Lima (71. Spagnoli), Tait, Sarzi (51. Crovetto); Fink;  Gliozzi (51. Kirilov)
A disposizione: Coser, Tagliani, Bertoni, Melchiori, Cia, Straudi
Allenatore: Giovanni Stroppa
Arbitro: Luigi Pillitteri di Palermo (Mariottini-Salvatori) 
Reti: 34. Carrus (1-0), 80. Speziale (2-0)
Note: pomeriggio soleggiato, temperatura primaverile. Espulso al 3' Brugger (FCS) per fallo da ultimo uomo in presenza di una chiara occasione da gol per la Pro Piacenza. Ammoniti: Cardin (P), Calandra (P), Aspas (P)
 
 
 
 

 Vai alla lista 
Prossima partita
FC Südtirol giovanili
 
 
 
VS.
 
AC Renate   FC Südtirol
 
 
Do, 22. Ottobre 2017 - 14:30
 
Stadio "Città di Meda" - Renate
 
  Ticket Online  
 
 
0
0
0
0
giorni Ore Min. Sec.