Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

UNA BERRETTI COL MAL DI TRASFERTA: KO ANCHE A TREVISO (1:0)

La bella e rotonda vittoria casalinga del turno precedente contro il Piacenza, piegato per 3-0, non ha trovato continuità di risultati. A Treviso, infatti, la formazione Berretti biacorossa è incappata in una sconfitta, la terza consecutiva in trasferta dopo quelle a Mantova (1:0) e Trieste (4:1).
E dire che il match a Treviso appariva ampiamente alla portata di Eisenstecken e compagni, giacché la formazione veneta si presentava allo scontro diretto terzultima in classifica e reduce da ben tre sconfitte di fila. Purtroppo il responso del campo è stato in antitesi rispetto alle previsioni della vigilia. Malgrado la sconfitta, la Berretti biancorossa si mantiene al quinto posto in classifica, a pari punti con il Portogruaro, ma le prime quattro posizioni e la relativa zona playoff si allontana ulteriormente.
 
Entrando nell’analisi del match, in effetti il gap tecnico fra le due squadre è stato evidente, sebbene non rispecchiato dal risultato finale. Ma il team diretto da mister Maurizio Improta non ha legittimato la propria marcata supremazia, fallendo una quantità industriale di palle-gol, mentre un Treviso sornione - beneficiando dei tanti, troppi regali biancorossi - ha saputo colpire al momento giusto, ovvero nel recupero del primo tempo.
Gli sprechi sotto porta avversaria di Calì e compagni sono iniziati al 23’, allorquando Salah rubava palla sulla trequarti e poi si involava solitario verso l’area trevigiana, facendosi però “ipnotizzare” sul più bello dal portiere di casa. A seguire, due volte Calì e ancora Salah non approfittavano di ghiotte opportunità da rete per portare in vantaggio, meritatamente, la propria squadra. E così il Treviso poteva uscire dal guscio, dapprima non concretizzando un calcio di rigore (fallo di Nale) che Mason calciava sulla traversa e poi, invece, realizzando poco prima dell’intervallo quello che risulterà il gol-vittoria, messo a segno da Novello su gentile concessione della difesa biancorossa.
Nella ripresa l’FCS attaccava senza soluzione di continuità, perseverando però nei suoi errori di finalizzazione, con Bedendo, Blasio e Bacher che fallivano facili opportunità da rete. Poi ci si metteva anche l’arbitro, negando due rigori evidenti a Blasio.
Ma a fine gara alla Berretti biancorossa non restava che recitare anzitutto il “mea culpa”, per le tante, troppe palle-gol sprecate.

TREVISO - FC SÜDTIROL 1:0 (1:0)
Treviso:
Sanna, Danai, Visintin (88. Daruna), Kabck, Noviello, Tancian, Vaccari (77. Barbon), Biasutti, Mason, Haruna, Dibugia (69. Nyarko)
Allenatore: Graziano
FC Südtirol: Tenderini, Parise, Nale, Eisenstecken, Boscolo, Giardiello, Blasi, Ciaghi, Calì (56. Bacher), Bedendo, Salah (74. Bertoldi)
Allenatore: Maurizio Improta
Arbitro: Mozza aus Mestre
Rete: 46.+1. Noviello (1:0)
 
 
 
 

 Vai alla lista 
Prossima partita
FC Südtirol giovanili
 
 
 
VS.
 
Viterbese Castrense   FC Südtirol
 
 
Me, 30. Maggio 2018 - 20:30
 
  Ticket Online  
 
 
0
0
0
0
giorni Ore Min. Sec.