L'FCS in visita al reparto di neuropsichiatria infantile dell'Ospedale di Merano

Un pomeriggio diverso per i ragazzi e le ragazze del reparto di neuropsichiatria infantile dell'Ospedale di Merano, dove alcuni rappresentanti della squadra biancorossa hanno portato le loro storie ed i loro auguri a ridosso delle feste, ovvero quando il disagio aumenta. Andrea Masiello e Nicholas Siega con l'avvicinarsi del Natale hanno fatto visita ai giovani pazienti del reparto di neuropsichiatria infantile dell'Ospedale Tappeiner, dove si trattano fenomeni molto complessi, come suicidalità, autolesionismo, abuso di sostanze. Invitati dal responsabile del reparto, dottor Lorenzo Bassani, i due giocatori hanno portato un sorriso, risposto alle domande dei ragazzi, su come si diventa calciatori professionisti ma anche su come si affrontano le difficoltà e le sconfitte. Come squadra, è stata la risposta principale, in un pomeriggio pensato proprio per far sentire meno solo chi affronta un momento di disagio e sotto le feste è ancora più sensibile.

"Posto Occupato"

L'FC Südtirol ha partecipato all'iniziativa “Posto occupato”, ovvero la campagna di sensibilizzazione sociale, virale e gratuita contro la violenza sulle donne. “Posto occupato” è un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza. Ciascuna di quelle donne, prima che un marito, un ex, un amante, uno sconosciuto decidesse di porre fine alla sua vita, occupava un posto a teatro, sul bus, a scuola, nella società. Questo posto sarà riservato a loro, affinché la quotidianità non lo sommerga (postoccupato.org). Martedì 28 novembre un posto allo stadio è stato dedicato simbolicamente a tutte le donne vittime di sopraffazione come segno di sostegno e vicinanza. Il “posto occupato” resterà tale per tutta la stagione corrente, per proseguire la preziosa opera di sensibilizzazione, per non dimenticare, per tenere costantemente vivo il segnale.

Banco alimentare

All’evento tenutosi in occasione dei 20 anni di Banco Alimentare Trentino Alto Adige è stata lanciata La Giornata Nazionale della Colletta Alimentare (GNCA). Ogni anno, i volontari di BA-TAA sono presenti fuori dai punti vendita della Grande Distribuzione Organizzata, per invitare le persone a fare una spesa da donare a chi ha bisogno. È un momento molto importante che coinvolge e sensibilizza la società civile al problema della povertà. Gli alimenti donati in questa occasione vengono poi redistribuiti durante la quotidiana attività di Banco Alimentare nel corso dei mesi successivi. I calciatori biancorossi, impossibilitati ad intervenire per la trasferta a Cosenza hanno lasciato un video messaggio. Il portiere Giacomo “Jack” Poluzzi, ha rivolto un saluto a nome di tutta la squadra e dello staff, rimarcando i valori del Banco Alimentare, la preziosa e nobile causa che porta avanti con costanza, grazie all’impegno di tante persone che volontariamente si prodigano al servizio dei più bisognosi. Il giocatore biancorosso ha rivolto poi un invito a tutti a partecipare attivamente alla Giornata della Colletta.

"Il sorriso", Associazione Genitori e Amici di Persone con sindrome di Down

I campioni dello sport altoatesino sorridono con i bimbi down in occasione della giornata nazionale dedicata a questi ragazzi «speciali», con un entusiasmo e una voglia di vivere fuori dal comune. Per l'occasione si è realizzato un calendario dove il capitano dell’FC Südtirol Fabian Tait e altri sportivi altoatesini hanno posato con i bambini e i ragazzi con sindrome di down in foto bellissime. L’iniziativa è stata promossa dall’associazione “Il sorriso – Das Lächeln”, attiva sul territorio da 19 anni. L'obiettivo è quello di promuovere la cultura della diversità, abbattere i pregiudizi, difendere i diritti dei ragazzi e favorirne l’autonomia e la piena inclusione nel contesto sociale nel quale vivono. In occasione della partita casalinga con la Sampdoria l'associazione aveva uno stand allo stadio dove i tifosi e i visitatori potevano acquistare il calendario 2024.  L’elenco dei negozi dove è possibile acquistare il calendario è consultabile nella homepage del sito www.ilsorriso.bz.it.

I biancorossi al fianco della LILT

L’F.C. Südtirol, manifestando grande sensibilità nei confronti delle persone affette da tumore ha sostenuto convintamente l’ormai tradizionale, preziosa e consolidata iniziativa promossa dall’Associazione Provinciale di Bolzano LILT OdV, con il patrocinio del Comune di Bolzano “I 100 passi della speranza”. “I 100 passi della speranza” rappresentano un simbolico percorso che vuol ricordare quello che ogni paziente ammalato di tumore percorre per raggiungere il traguardo della guarigione. Il simbolico percorso di speranza era rivolto a tutta la popolazione con lo scopo, al di là della raccolta fondi, di sensibilizzare le persone sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce del tumore. Ha voluto inoltre far conoscere tutte le attività che la LILT di Bolzano svolge per essere vicina alle persone ammalate e ai loro familiari.

FC Südtirol e GWB, una partnership significativa

"Le persone sono al centro dell'attenzione" è il motto della cooperativa sociale GWB. Lo slogan ha molto in comune con l'FC Südtirol. Che si tratti di un professionista, di un giocatore delle giovanili, di un tifoso o di un dipendente: la più grande risorsa del club è costituita dalle persone che lavorano ogni giorno con impegno e dedizione per perseguire il risultato migliore. GWB si considera un'azienda "speciale" che offre a persone speciali un lavoro significativo e uno spazio parzialmente protetto. I dipendenti non solo realizzano prodotti in legno nella falegnameria dell'azienda, ma svolgono anche una serie di altre attività. Poiché le attività nel e con il sociale sono sempre state un aspetto sensibile e importante per l'FC Südtirol e lo sono costantemente, occupando una parte rilevante della filosofia del club, è stata avviata una partnership con GWB per fornire un concreto supporto a tutti coloro che operano a vario titolo nella cooperativa. A tale proposito, sono stati realizzati dei portachiavi che riprendono il logo della società biancorossa.

Visita di Pasqua alla Pediatria dell'Ospedale di Bolzano

Nella settimana di Pasqua una folta delegazione dell’FC Südtirol, guidata da capitan Fabian Tait e dai rappresentanti della società ha fatto visita ai bambini ricoverati in pediatria. I biancorossi sono stati accolti dal dottor Pierpaolo Bertoli, Coordinatore Sanitario del Comprensorio di Bolzano e già medico sociale dell’FCS e dalla dottoressa Laura Battisti, primario del Reparto di Pediatria del nosocomio bolzanino, oltre che dallo staff del reparto stesso. La folta delegazione dell’FCS ha trascorso un po’ di tempo con i piccoli degenti portando alcuni simpatici doni pasquali e soffermandosi per foto e autografi, particolarmente apprezzati. L’iniziativa ha portato tanti sorrisi e un gradito momento di serenità ai piccoli pazienti e ai loro genitori. Un bel momento, che i bambini e i ragazzi presenti in reparto hanno colto al volo, dimenticando per qualche tempo i loro problemi.

Corsa cittadina per dire NO alla violenza contro le donne

L’FC Südtirol è sceso in campo anche quest’anno accanto alla rete dei servizi contro la violenza di genere coordinata dal Comune di Bolzano e l'ente di promozione sportiva Uisp nelle iniziative di sensibilizzazione a cominciare dalla nona edizione della corsa cittadina non competitiva. La società biancorossa è stata ancora una volta parte integrante nella promozione e nello svolgimento dell’evento, attraverso il lancio di messaggi allo Stadio Druso per dire con forza “NO alla violenza di genere!”, oltre che con la partecipazione attiva alla manifestazione da parte dei calciatori: in sede di presentazione ufficiale con Simone Davi e durante l’evento con Marco Pompetti. Il centrocampista biancorosso ha consegnato due maglie dell’FCS ai vincitori delle categorie giovanili, femminile e maschile, prima di concedersi al pubblico e ai partecipanti per foto e autografi.

L'Alto Adige aiuta

L’F.C. Südtirol organizza ormai dal 2008 una raccolta fondi per l’organizzazione “L’Alto Adige aiuta“. Tra le attività più significative figurano la stampa del logo "L'Alto Adige aiuta" sulle divise da gioco per una gara di campionato, il servizio in qualità di camerieri di alcuni giocatori della prima squadra presso il  "Felsenkeller" della Birreria Forst, la messa all'asta di biglietti combinati FCS-FC Bayern Monaco e l'assistenza dei calciatori della prima squadra al Call Center dell'organizzazione stessa.

“L’Alto Adige aiuta“ si impegna costantemente a favore delle persone venutesi a trovare in uno stato di bisogno finanziari a causa di malattie o eventi imprevisti, come, ad esempio, incendi, incidenti, eventi luttuosi o altro.

AVIS Alto Adige

L'FC Südtirol è partner e testimonial ufficiale della sezione altoatesina di AVIS - Associazione Volontari Italiani del Sangue.  Fra gli elementi caratterizzanti della collaborazione sono previste diverse iniziative che coinvolgono direttamente i calciatori della nostra prima squadra, impegnati a promuovere l'attività di AVIS attraverso la partecipazione alla campagna di sensibilizzazione relativa all'importanza di diventare donatori di sangue. 
“Da sempre chi pratica Sport è un candidato donatore ideale, perché conduce stili di vita sana. L'obiettivo è tra l'altro quello di sensibilizzare alla donazione persone che fanno attività fisica associata. Ecco perché la partnership fra Avis Alto Adige e FC Südtirol ha tutti i crismi per essere vincente”, sottolinea Diego Massardi, Presidente di AVIS Alto Adige.

Cuore di bimbo

I calciatori della prima squadra rappresentano l’FC Südtirol alla serata d’onore di „Cuore di bimbo“. Insieme ad altre persone famose, provenienti dal mondo della politica e della cultura, trascorrono la serata nelle vesti di barista. Negli scorsi anni i giocatori biancorossi hanno generato grande entusiasmo con le loro performance dietro il bancone del bar, per la gioia di organizzatori e ospiti.
L’associazione Cuore di bimbo, presieduta da Martina Ladurner, si occupa dei bambini con   problemi congeniti di cuore. Inoltre aiuta attivamente e concretamente i bambini ed i rispettivi genitori ad affrontare nel migliore dei modi i problemi organizzativi, finanziari e psicologici annessi.

Bambini farfalla

Nel corso degli anni l'F.C. Südtirol ha instaurato una collaborazione molto forte con l'associazione Debra Alto Adige. Alla tradizionale lotteria in programma annualmente  al mercatino di Natale di Bolzano sono stati venduti dall’associazione i biglietti dell’iniziativa a sostegno dei “bambini farfalla”. L’FCS è presente da sempre con alcuni giocatori, che portano una maglietta da gioco autografata da tutta la squadra. Inoltre, i bambini sono invitati ad assistere ad un match casalingo allo Stadio Druso.
I “bambini farfalla” soffrono della malattia genetica Epidermolisi bollosa, che già a partire da minimi sforzi fisici provoca dolorose ferite su tutto il corpo.

Aiutiamo i bambini

L'F.C. Südtirol si impegna da anni a sostenere famiglie bisognose in Alto Adige e non solo. La partnership con l'organizzazione no-profit "Aiutiamo i Bambini - Kinder in Not" è un ulteriore passo in questa direzione. Alla benemerita associazione di volontari fondata da Elsa Wolfsgruber nel 1999 sono stati consegnati borsoni sportivi, palloni e materiale da allenamento, che sono stati poi portati a Pomirla, un paese della Romania. L’F.C. Südtirol è orgoglioso di aver potuto dare anche in questa occasione un proprio contributo.

'Bäuerlicher Notstandsfond'

FC Südtirol contribuisce alla campagna di donazione per il fondo di emergenza rurale, mettendo a disposizione alcuni premi per l'estrazione della tradizionale lotteria natalizia. “Siamo molto lieti di sostenere il fondo di emergenza per i contadini e di contribuire alla tradizionale lotteria natalizia. È sempre stata una preoccupazione dell’FC Südtirol quella di aiutare le famiglie e le persone bisognose, perché il nostro Club è consapevole della propria responsabilità sociale non solo nello sport ma anche nella vita di tutti i giorni” sottolinea il presidente Walter Baumgartner.
Per anni, il fondo di emergenza rurale ha sostenuto famiglie altoatesine dei tre gruppi etnici (tedesco, italiano e ladino) che, a causa di eventi imprevisti e dolorosi, hanno dovuto far fronte a disagi di natura umana e finanziaria.
Notizie correlate
Ti potrebbero interessare
Federico Valente resta alla guida dell’FC Südtirol
Federico Valente resta alla guida dell’FC Südtirol
La società comunica di aver confermato per un anno con opzione l’allenatore italo-svizzero che aveva assunto il timone della squadra il 5 dicembre 2023, chiudendo la stagione al nono posto
Federico Valente consegue la Licenza UEFA Pro
Federico Valente consegue la Licenza UEFA Pro
Il tecnico ha concluso con successo il percorso formativo presso la federazione svizzera, conseguendo l’abilitazione ad allenare ai massimi livelli
Ok della CO.VI.SO.C., l’iscrizione è ufficiale
Ok della CO.VI.SO.C., l’iscrizione è ufficiale
La Commissione Vigilanza Società di Calcio ha concesso in via definitiva al club biancorosso la Licenza Nazionale ai fini della partecipazione al Campionato di Serie B 2024-2025
Jasmin Kurtic all’Europeo con la Slovenia
Jasmin Kurtic all’Europeo con la Slovenia
L’esperto centrocampista è stato inserito dal c.t.  Matjaž Kek nell’elenco definitivo comunicato all’UEFA
Newsletter
Resta aggiornato su cosa sta succedendo nel mondo biancorosso!
 
 
 
Abbonati