30.01.2020
I vicentini sono reduci da cinque punti nelle ultime tre partite
La storia - ll Football Club Arzignano Valchiampo S.r.l., ha sede nella città di Arzignano, in provincia di Vicenza. Il sodalizio, così configurato, è nato nel 2011, dopo la fusione del precedente club Garcia Moreno Arzignano con il Chiampo, e si fa portatore della tradizione calcistica cittadina dell'A.C. Arzignano fondato nel 1920, che vanta come picco massimo della propria storia tre partecipazioni alla terza divisione nazionale, quattro se includiamo la stagione corrente. 14 i campionati disputati nella quarta serie, nelle diverse denominazioni e 13 i campionati regionali per i giallo-azzurri vicentini del centro di 26mila abitanti della Valle del Chiampo, famoso per il settore conciario e meccanico. Grazie al primo posto conquistato nel girone C della scorsa serie D (terminato con la Virtus Bolzano a quinto posto e ai playoff), la squadra del presidente Lino Chilese ha ottenuto la prima promozione in C della sua storia recente, giocando le gare interne allo stadio “Dal Molin” di Arzignano, inadatto alla C. Per questo la matricola è costretta a giocare le gare interne al “Menti” di Vicenza. Al timone dei giallocelesti c’è un ex, Alberto Colombo, il 45enne tecnico brianzolo, che iniziò ad allenare in C nel 2013, assumendo la guida della Pro Patria dopo una stagione alla guida della Berretti bustocca. Nell’estate del 2014 il passaggio alla Reggiana con cui raggiunse la semifinale playoff dopo il settimo posto in campionato e, nella stagione successiva la rescissione consensuale con i granata reggiani.  Il 14 marzo 2017 sostituisce William Viali sulla panchina del Südtirol, firmando un contratto valido fino al termine della stagione (7 partite: 3 vittorie e 4 pareggi; 12esimo posto finale) per passare poi al Vicenza (esonerato a novembre). Il 20 febbraio 2019 è stato ingaggiato dall’Alessandria in sostituzione di Gaetano D'Agostino, con la squadra al tredicesimo posto. 

Il cammino in campionato - L’Arzignano Valchiampo ha chiuso l’andata al 16esimo posto con 16 punti (3 vittorie e 7 pareggi, 9 le sconfitte; 13 reti fatte e 20 subite, di cui 11 punti in trasferta, frutto di 3 vittorie e 2 pareggi, 4 le sconfitte con 9 reti all’attivo e 11 al passivo lontano da casa). 5 i punti fin qui conquistati nel ritorno. 
All’andata al “Romeo Menti” di Vicenza terminò con il successo corsaro dell’FCS: 0-1 grazie al gol partita messo a segno al 6’ della ripresa da Ierardi, lesto a saltare più in alto di tutti in un’area particolarmente affollata sugli sviluppi del primo corner ospite, calciato da Morosini dalla bandierina di destra.  
Dopo la quarta giornata di ritorno, i vicentini occupano la 17esima posizione in zona play-out in condominio con l'Imolese a quota 21 punti con 4 vittorie, 9 pareggi, 10 sconfitte (15 reti all’attivo, 22 al passivo), di cui 11 punti in trasferta (4 vittorie, 3 pareggi e 4 sconfitte nelle 11 gare esterne con 10 gol fatti e 11 subiti). Nel girone discendente: sconfitta interna per 1-0 contro l’Imolese, successo esterno per 1-0 a Gubbio (Flores Heatley al 46’), 0-0 a Piacenza nel recupero della prima di ritorno e 1-1 in casa contro la Sambenedettese (ospiti avanti con Grandolfo al 57’, pareggio al 37’  di capitan Bigolin, al primo gol tra i pro). Tre risultati utili di fila (5 punti) per i giallocelesti di Colombo.
Sul mercato: risoluzione consensuale del contratto con Emanuele Anastasia e Paolo Valagussa, mentre Manuel Antoniazzi è stato trasferito alla Recanatese, Matteo Bachini alla Sicula Leonzio, Giorgio Bozzato alla Luparense. E’ arrivato il centrocampista classe 1994 Riccardo Calcagni dal Pontedera.

Gli ex - Oltre a mister Alberto Colombo altri due sono gli ex nella rosa dei vicentini. Si tratta del difensore centrale Danilo Pasqualoni, 24 anni, romano 180 cm per 76 kg, arrivato all’FCS nel gennaio 2019, in campo 13 volte. In precedenza ha vestito le casacce di Pro Piacenza, Reggina, Catanzaro e Lupa Roma. 163 presenze in serie C (18 in questa stagione) con 4 reti
L’altro è Kayro Flores Heatley, nato a Roma il 1aprile del 1998 da papà nicaraguense e madre inglese, conosciutisi nella capitale dopo esservi trasferiti per studiare all’università, Flores Heatley è figlio di una cugina di Mark Heately, il famoso ex attaccante del Milan, il cui nonno fu erroneamente registrato all’anagrafe come Hateley. Kayro Flores è una seconda punta di piede destro, che sa giocare all’occorrenza da trequartista. All’FCS giocò la stagione 2017-2018, proveniente dalla Nuorese in D, che lo prelevò dalla Lupa Castelli Romani con cui debuttò in C (3 presenze nel 2015-2016). 14 presenze in biancorosso. Lo scorso anno ha vestito la maglia della Cavese in C collezionando 20 presenze con 3 reti.  12 presenze e una rete fino ad ora in gialloceleste.
Notizie correlate
Ti potrebbero interessare
I convocati per Genoa - FCS
I convocati per Genoa - FCS
L'elenco dei calciatori a disposizione di mister Pierpaolo Bisoli
Bisoli: “Le difficoltà ci devono fortificare, non creare degli alibi”
Bisoli: “Le difficoltà ci devono fortificare, non creare degli alibi”
La conferenza stampa del tecnico in vista del turno infrasettimanale di Genova
L’FCS è ospite del Genoa, il club calcistico più antico d’Italia
L’FCS è ospite del Genoa, il club calcistico più antico d’Italia
All’inizio della settimana il club rossoblù ha comunicato la separazione dal tecnico Alexander Blessin. In panchina contro l’FC Südtirol ci sarà Alberto Gilardino, Campione del Mondo 2006 e vincitore di una Champions League con il Milan
Infrasettimanale in casa del Genoa
Infrasettimanale in casa del Genoa
Nella sedicesima giornata d’andata i biancorossi di mister Pierpaolo Bisoli reduci da dodici risultati utili di fila (cinque vittorie e sette pareggi) si recano a Genova per affrontare sul terreno del “Luigi Ferraris” di Marassi lo storico e blasonato club rossoblù.  Si gioca giovedì 8 dicembre alle ore 15.00
Newsletter
Resta aggiornato su cosa sta succedendo nel mondo biancorosso!
 
 
 
Abbonati