12.03.2021
In casa contro i rossoblù romagnoli
Nella trentesima giornata, undicesima del girone di ritorno della serie C girone B, l’FC Südtirol tornaa sul terreno di casa per incontrare l’Imolese Calcio 1919. Calcio d’inizio domenica 14 marzo alle ore 15.00. Si gioca in modalità a “porte chiuse” sul terreno dello stadio “Druso” di Bolzano. La formazione biancorossa, due vittorie e tre pareggi nelle ultime cinque gare, proviene dall’1-1 conseguito nel Monday Night sul campo del Mantova, riuscito a pareggiare al 90’ (grazie al rigore trasformato da Guccione) il gol messo a segno dagli ospiti con Casiraghi al 20’ del primo tempo. L’undici di Stefano Vecchi occupa il secondo posto in classifica a quota 56, a cinque lunghezze dalla capolista Padova e con due punti di vantaggio sul Perugia (una gara da recuperare) e tre sul Modena. L’Imolese proviene dal pareggio per 1-1 conseguito mercoledì nel recupero infrasettimanale interno con il Fano con vantaggio firmato da Provenzano al 40’ e pareggio marchigiano al 49’ determinato da una autorete di Polidori. Domenica scorsa sul terreno amico del “Romeo Galli”, la formazione guidata da Pasquale Catalano aveva chiuso a reti inviolate con la Triestina. I rossoblù ospiti hanno fin qui colto 27 punti, di cui 13 nelle 14 gare esterne fin qui disputate.
GLI AVVERSARI
La storia in breve - Cento anni di storia costellati di gioie e tanti dolori. Le prime partite all’ombra del simbolo di Imola, l’imponente Rocca Sforzesca simbolo di una città al confine fra l’Emilia e la Romagna. La storia dell’Imolese è fatta di pionieri che hanno giocato in tutte le categorie dalla C in giù. Quella di quest’anno è la 14esima presenza in serie C, dov’è tornata nel 2018. Nella stagione 2018-2019 con Alessio Dionisi al timone ha colto il miglior risultato di tutti i tempi, il terzo posto nel girone B. Nella stagione 2019-2020 ha colto la salvezza vincendo i play-out, con tre allenatori che si sono avvicendati: Federico Coppitelli, Gianluca Atzori e il sammarinese Roberto Cevoli. Dal 2013 il presidente è Lorenzo Spagnoli.
L’allenatore – Avvicendamento sulla panchina imolese lo scorso 22 dicembre: al posto di Roberto Cevoli è arrivato Pasquale Catalano, 49 anni. Do una lunga carriera da centrocampista con Trapani, Arezzo, Giulianova, Messina, Spezia, Foggia e Teramo, Catalano avvia il proprio percorso in panchina. Nel suo curriculum l’esperienza da vice allenatore del Bellaria Igea Marina (Lega Pro Seconda Divisione), il ruolo di collaboratore tecnico di De Zerbi in un Palermo da massima serie, poi Prato (Lega Pro), la formazione Under 19 del Parma e, lo scorso anno, la disputa dei play out alla guida della Pianese di serie C contro quella Pergolettese che poi si salvò soltanto in virtù del miglior posizionamento di classifica al termine di una regular season contraddistinta dall’emergenza sanitaria.
Il mercato di gennaio - acquisti: Piovanello (Padova), Masala (Torres) Rinaldi (Feralpisalò), Bentivegna (Juve Stabia), Aurelio (Sassuolo), Tommasini (Pisa), Onisa (Torino), Polidori (Siena); cessioni: Stanco (Alessandria), Ventola (Ascoli), Ingrosso (Gubbio), Padovan (Sambenedettese).
Il cammino in campionato - 29 gare: 7 vittorie, 6 pareggi, 16 sconfitte; 30 reti all’attivo, 43 al passivo, 16esimo posto in classifica. In trasferta: 14 gare e 13 punti: 4 vittorie e 1 pareggio, 9 sconfitte: 16 reti segnate, 22 subite. L’Imolese vanta la seconda età media più bassa del girone B: 23,3 anni, dietro solo al Matelica.
I PRECEDENTI
Sono quattro, di cui uno solo a Bolzano. Bilancio: una vittoria a testa e due pareggi. Due risalgono alla scorsa stagione 2018-2019: 1-1 al “Druso” il 22 dicembre con vantaggio biancorosso firmato da Berardocco al 43’ e pareggio ospite all’80’ ad opera di Belcastro. 2-0 per l’Imolese nel girone di ritorno, il 28 aprile, con reti di Lanini al 35’ e Mosti al 48’. Nel 2019-2020 si è giocato solo il match d’andata (ritorno stop per la pandemia) finito 2-2: 2’pt 0:1 Mazzocchi (FCS), 30’ pt 1:1 Padovan (I); 31’ st Latte Lath (I), 45’ + 1’ Morosini (FCS). All’andata, il 15 novembre 2020, ad Imola: 0-3 a tavolino per l’FCS a causa del guasto all’impianto di illuminazione del “Romeo Galli”

EX DI TURNO
L’unico ex è il difensore centrale Fabio Della Giovanna, 23enne lombardo, da due stagioni all’Imolese, in maglia biancorossa nella stagione 2018-2019 con 8 presenze e una rete nel campionato di serie C girone B.

L’ARBITRO
A dirigere il confronto di Imola è stato designato il Signor Giuseppe Emanuele Repace della sezione di Perugia coadiuvato dagli assistenti Matteo Pressato di Latina e Federico Votta di Moliterno, quarto ufficiale Daniel Cadirola di Milano. Il Signor Repace, 27 anni, laurea magistrale in matematica, in forza alla Can.-C per il terzo anno, è alla 29esima direzione nel campionato di serie C, nona nel corrente torneo, 11esima nel girone B, quarta stagionale. 3 i precedenti con le due squadre: nella stagione 2018-2019 Fano-Imolese 1-1 (30 settembre) e Virtus Verona-Imolese (7 aprile); nel campionato 2019-2020: Cesena-FCS 0-1 (23 ottobre 2019).

IL PROGRAMMA
Serie C Girone B - 30ª giornata, 11ª ritorno (13-14 marzo 2021)
Arezzo-Fermanasabato ore 15.00
Virtus V. Verona-Gubbiosabato ore 15.00
Triestina-Feralpisalòsabato ore 17.30
Modena-Mantova domenica ore 15.00
Legnago-Fano domenica ore 15.00
Perugia-Carpi domenica ore 15.00
Ravenna-Cesena domenica ore 15.00
FC Südtirol -Imolese domenica ore 15.00
Matelica-Padova domenica ore 15.00
Vis Pesaro-Sambenedettese domenica ore 17.30

Notizie correlate
Ti potrebbero interessare
Davi: “Continuo a coltivare il sogno che avevo quando ero ragazzino”
Davi: “Continuo a coltivare il sogno che avevo quando ero ragazzino”
Le dichiarazioni del difensore biancorosso cresciuto in casa dopo il rinnovo del contratto
Davi prolunga l’accordo fino al 2025
Davi prolunga l’accordo fino al 2025
Il 22enne difensore-esterno basso mancino cresciuto nelle giovanili biancorosse ha sottoscritto un nuovo contratto con il club biancorosso con scadenza fissata tra tre anni
Iacobucci: “Torno con piacere in una realtà che già era ottima e che ora lo è ancora di più”
Iacobucci: “Torno con piacere in una realtà che già era ottima e che ora lo è ancora di più”
Secondo l’estremo difensore, 31 enne, tornato in biancorosso dieci anni dopo e con un bagaglio d’esperienza importante con l’esperienza in serie A e quasi duecento gare in B per raggiungere qualsiasi obiettivo bisogna essere uniti, compatti e costanti nel lavoro quotidiano
D’Orazio: “Sono molto carico e fiero di essere qui. Sono grato a chi mi ha voluto fin da subito”
D’Orazio: “Sono molto carico e fiero di essere qui. Sono grato a chi mi ha voluto fin da subito”
Le dichiarazioni a caldo del 32enne difensore esterno sinistro che in biancorosso ritrova mister Lamberto Zauli con il quale ha condiviso l’esperienza a Teramo e Mirko Carretta, suo compagno nel Cosenza
Newsletter
Resta aggiornato su cosa sta succedendo nel mondo biancorosso!
 
 
 
Abbonati
 
 
Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.