09.01.2020
Gli emiliani occupano il secondo posto
Il campionato si rimette in moto questo fine settimana con la seconda giornata del girone di ritorno. Lo scorso 22 dicembre lo stop forzato per sensibilizzare sul tema della defiscalizzazione, poi la pausa, ora tutti di nuovo in campo, con il recupero della prima di ritorno fissato per mercoledì 22 gennaio. L’FC Südtirol ricomincia da Carpi, domenica 12 gennaio alle 17.30 sul terreno del “Cabassi” contro la formazione che ha chiuso il girone d’andata al secondo posto a quota 41, a 4 lunghezze dalla capolista Vicenza. Per l’11 di Giancarlo Riolfo 13 successi, 2 pareggi e 4 sconfitte con 31 reti all’attivo e 15 al passivo. 25 punti raccolti tra le mura amiche sui 30 a disposizione, migliore in assoluto: 8 vittorie, 1 pareggio, 1 sconfitta (20 reti segnate, 5 subite). Nelle ultime 7 giornate altrettanti successi: con Ravenna, Fermana, Triestina e Samb di fronte al pubblico amico, in casa dell’Arzignano, della Virtus Verona e a Pesaro. I più prolifici sono Michele Vano con 8 reti, seguito da Tommaso Biasci (6), Enej Jelenic (5) e Samuele Maurizi (4). Tommaso Nobile (mai sostituito) e Dario Saric sempre in campo: 19 su 19.   

La società modenese, costituita nel 1909 ha disputato nel recente passato un campionato di serie A (nella stagione 2015-2016) e, nella su storia, vanta quattro stagioni in serie B, 32 in serie C e 26 in quarta divisione. Le quattro partecipazioni alla serie cadetta sono racchiuse tutte negli ultimi sei anni. Nel 2013 il terzo posto nel girone A di Lega Pro Prima Divisione e il successo nei playoff sono valsi la prima promozione in Serie B, cui è seguita nel 2014-2015 la prima promozione in Serie A. Retrocesso dalla A nel 2016 (18esimo posto), il Carpi ha disputato tre stagioni in B: nel 2017 ha chiuso al settimo posto e ha perso la finale playoff, l’anno dopo ha chiuso all’undicesimo posto e nel 2018-2019 è finita al 19esimo posto, scendendo in C. I destini di Carpi e Südtirol si sono incrociati nella stagione 2012-2013. In semifinale gli emiliani la spuntano contro Südtirol guidato da Stefano Vecchi, vincendo 2-1 in trasferta e pareggiando 2-2 in casa, in un match rocambolesco per poi aggiudicarsi la finale con il Lecce. Stagione 2013-2014 il debutto in serie B con Stefano Vecchi al timone.  
Notizie correlate
Ti potrebbero interessare
Davi: “Continuo a coltivare il sogno che avevo quando ero ragazzino”
Davi: “Continuo a coltivare il sogno che avevo quando ero ragazzino”
Le dichiarazioni del difensore biancorosso cresciuto in casa dopo il rinnovo del contratto
Davi prolunga l’accordo fino al 2025
Davi prolunga l’accordo fino al 2025
Il 22enne difensore-esterno basso mancino cresciuto nelle giovanili biancorosse ha sottoscritto un nuovo contratto con il club biancorosso con scadenza fissata tra tre anni
Iacobucci: “Torno con piacere in una realtà che già era ottima e che ora lo è ancora di più”
Iacobucci: “Torno con piacere in una realtà che già era ottima e che ora lo è ancora di più”
Secondo l’estremo difensore, 31 enne, tornato in biancorosso dieci anni dopo e con un bagaglio d’esperienza importante con l’esperienza in serie A e quasi duecento gare in B per raggiungere qualsiasi obiettivo bisogna essere uniti, compatti e costanti nel lavoro quotidiano
D’Orazio: “Sono molto carico e fiero di essere qui. Sono grato a chi mi ha voluto fin da subito”
D’Orazio: “Sono molto carico e fiero di essere qui. Sono grato a chi mi ha voluto fin da subito”
Le dichiarazioni a caldo del 32enne difensore esterno sinistro che in biancorosso ritrova mister Lamberto Zauli con il quale ha condiviso l’esperienza a Teramo e Mirko Carretta, suo compagno nel Cosenza
Newsletter
Resta aggiornato su cosa sta succedendo nel mondo biancorosso!
 
 
 
Abbonati
 
 
Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.