Calcio d'inizio alle ore 17.30 - diretta fc-suedtirol.com
Nell’undicesima giornata del girone d’andata della serie C girone B, l’FC Südtirol si reca sul campo dell’Imolese Calcio 1919. Calcio d’inizio domenica 15 novembre alle ore 17.30. Si gioca in modalità a “porte chiuse” sul terreno dello stadio “Romeo Galli” di Imola, presso il Parco delle Acque Minerali a ridosso dell’autodromo.
Nelle prime dieci giornate di campionato l’Imolese ha raccolto 12 punti, frutto di 3 vittorie e altrettanti pareggi, 4 le sconfitte con 8 reti realizzate e 9 subite. Al timone c’è il sammarinese Roberto Cevoli, che ha assunto la guida tecnica dei rossoblù alla vigilia dei vittoriosi play-out 2020. Nelle ultime cinque giornate due pareggi (1-1 con la Sambenedettese e 0-0 a Mantova) e tre sconfitte per 1-0 (mercoledì a Trieste, in casa con Modena e Fermana). L’ultimo successo risale al 18 ottobre in casa del Fano (2-1). Per l’FC Südtirol si tratta del sesto impegno esterno in campionato.
L’undici di mister Vecchi in classifica si trova a quota 19 punti, un punto dietro Padova e Perugia. Il ruolino di marcia dei biancorossi è di 5 vittorie, 4 pareggi e una sconfitta con 15 reti all’attivo e 6 al passivo (miglior difesa del girone B). Mercoledì, al “Druso”, i biancorossi hanno centrato il quinto successo battendo 2-1 Mantova, ritrovando la vittoria che mancava dal 21 ottobre scorso contro il Carpi a cui erano seguiti lo stop a Padova e i pareggi con Sambenedettese (0-0 in casa) e a Fano (1-1). In avvio di campionato sei risultati utili di fila: 4 vittorie e 2 pareggi, nell’ordine i successi a Ravenna (2-1 in campo, trasformato in 3-0 a tavolino) e con la Fermana (3-0) a Salò, i pareggi in casa del Matelica e con il Gubbio (entrambi per 1-1) prima dei successi in casa della Feralpisalò (1-0) e nell’ultima gara disputata sul terreno di casa provvisorio di Salò contro il Carpi (3-0).

IN CAMPO

In casa biancorossa assenti gli infortunati Odogwu, Fischnaller e Polak. Torna a disposizione Beccaro.

GLI AVVERSARI
La storia in breve - Cento anni di storia costellati di gioie e tanti dolori. Le prime partite all’ombra del simbolo di Imola, l’imponente Rocca Sforzesca simbolo di una città al confine fra l’Emilia e la Romagna. La storia dell’Imolese è fatta di pionieri che hanno giocato in tutte le categorie dalla C in giù. Quella di quest’anno è la 14esima presenza in serie C, dov’è tornata nel 2018. Nella stagione 2018-2019 con Alessio Dionisi al timone ha colto il miglior risultato di tutti i tempi, il terzo posto nel girone B. Nella stagione 2019-2020 ha colto la salvezza vincendo i play-out con tre allenatori che si sono avvicendati: Federico Coppitelli, Gianluca Atzori e l’attuale tecnico, il sammarinese Roberto Cevoli. Dal 2013 il presidente è Lorenzo Spagnoli.
L’allenatore – Il 51enne Roberto Cevoli ha assunto il timone imolese l’8 giugno 2020 per condurre la squadra ai vittoriosi play-out di serie C girone B. Tra le ultime esperienze in carriera, il tecnico sammarinese vanta l’esperienza in C alla guida della Reggina di cui era stato anche giocatore) dal 21 maggio 2018 al 3 febbraio 2019. Prima ancora il Renate 2017-2018 con il settimo posto finale e i play-off (primo turno).
Il mercato - Tra gli acquisti più importanti quelli delle punte centrali Stanco (dal Cittadella) e Polidori (Siena), del centrale Masala (Torres) e Lombardi (Cagliari) e del difensore centrale Rinaldi (ex Feralpisalo).
Il cammino in campionato - Nelle prime 10 giornate di campionato l’Imolese ha raccolto 12 punti, frutto di 3 vittorie e altrettanti pareggi, 4 le sconfitte con 8 reti realizzate e 9 subite. La formazione rossoblù ha vinto in casa del Padova nel turno inaugurale per 1-0 per poi pareggiare sul campo amico con la Virtus Verona (1-1), quindi le sconfitte contro la Feralpisalò in trasferta e con il Carpi in casa, entrambe per 2-1 prima del successo per 2-1 a Fano. A seguire due gare casalinghe con Sambenedettese (1-1) e Fermana (0-1), quindi lo 0-0 a Mantova, lo stop interno con il Modena e a Trieste in entrambe le gare per 1-0.
Lo campo- Lo stadio “Romeo Galli” di Imola (1500 posti a sedere) si trova presso il Parco delle Acque Minerali, a ridosso dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari e al luogo del tragico incidente ad Ayrton Senna.

I PRECEDENTI
Sono tre. Due risalgono alla stagione 2018-2019: 1-1 al “Druso” il 22 dicembre con vantaggio biancorosso firmato da Berardocco al 43’ e pareggio ospite all’80’ ad opera di Belcastro. 2-0 per l’Imolese nel girone di ritorno, il 28 aprile, con reti di Lanini al 35’ e Mosti al 48’. Nel 2019-2020 si è giocato solo il match d’andata (ritorno stop per la pandemia) finito 2-2: 2’pt 0:1 Mazzocchi (FCS), 30’ pt 1:1 Padovan (I); 31’ st Latte Lath (I), 45’ + 1’ Morosini (FCS).

EX DI TURNO
L’unico ex è il difensore centrale Fabio Della Giovanna, 23enne lombardo, da due stagioni all’Imolese, in maglia biancorossa nella stagione 2018-2019 con 8 presenze e una rete nel campionato di serie C girone B.

L’ARBITRO
A dirigere il confronto di Imola è stato designato il Signor Luigi Catanoso della sezione di Reggio Calabria, coadiuvato da Luca Valletta di Napoli e Pietro Lattanzi di Milano, quarto ufficiale Luca Zucchetti di Foligno.

Notizie correlate
Ti potrebbero interessare
Lega B: il calcio tuteli le proprie risorse
Lega B: il calcio tuteli le proprie risorse
Appello alla Figc affinché sia portavoce presso il Governo per intervenire in merito alla  possibilità, prevista dal decreto legislativo 36/2021, che la cosiddetta “mutualità”, cioè il contributo che la Serie A è tenuta a versare alle altre leghe e alla stessa Figc, esca  dal calcio a favore di altre federazioni
Incontro club-arbitri
Incontro club-arbitri
Nell’ambito degli eventi formativi istituzionali il direttore di gara Daniele Perenzoni della Sezione Aia di Rovereto ha incontrato all’FCS Center i giocatori e lo staff dell’FC Südtirol 
Date e orari dalla 10a alla 14a giornata
Date e orari dalla 10a alla 14a giornata
Biancorossi in campo di sabato con il Parma, a Ferrara con la Spal, al Druso con il Cagliari e a Bari per poi giocare di domenica il 27 novembre, a Bolzano quando arriverà l’Ascoli
Poluzzi: "C'è rammarico per il gol subito, il nostro è un percorso lungo"
Poluzzi: "C'è rammarico per il gol subito, il nostro è un percorso lungo"
La parole dell'estremo difensore biancorosso dopo il pareggio casalingo con il Cosenza
Newsletter
Resta aggiornato su cosa sta succedendo nel mondo biancorosso!
 
 
 
Abbonati