Calcio d'inizio alle ore 17.30 - diretta fc-suedtirol.com
Nell’undicesima giornata del girone d’andata della serie C girone B, l’FC Südtirol si reca sul campo dell’Imolese Calcio 1919. Calcio d’inizio domenica 15 novembre alle ore 17.30. Si gioca in modalità a “porte chiuse” sul terreno dello stadio “Romeo Galli” di Imola, presso il Parco delle Acque Minerali a ridosso dell’autodromo.
Nelle prime dieci giornate di campionato l’Imolese ha raccolto 12 punti, frutto di 3 vittorie e altrettanti pareggi, 4 le sconfitte con 8 reti realizzate e 9 subite. Al timone c’è il sammarinese Roberto Cevoli, che ha assunto la guida tecnica dei rossoblù alla vigilia dei vittoriosi play-out 2020. Nelle ultime cinque giornate due pareggi (1-1 con la Sambenedettese e 0-0 a Mantova) e tre sconfitte per 1-0 (mercoledì a Trieste, in casa con Modena e Fermana). L’ultimo successo risale al 18 ottobre in casa del Fano (2-1). Per l’FC Südtirol si tratta del sesto impegno esterno in campionato.
L’undici di mister Vecchi in classifica si trova a quota 19 punti, un punto dietro Padova e Perugia. Il ruolino di marcia dei biancorossi è di 5 vittorie, 4 pareggi e una sconfitta con 15 reti all’attivo e 6 al passivo (miglior difesa del girone B). Mercoledì, al “Druso”, i biancorossi hanno centrato il quinto successo battendo 2-1 Mantova, ritrovando la vittoria che mancava dal 21 ottobre scorso contro il Carpi a cui erano seguiti lo stop a Padova e i pareggi con Sambenedettese (0-0 in casa) e a Fano (1-1). In avvio di campionato sei risultati utili di fila: 4 vittorie e 2 pareggi, nell’ordine i successi a Ravenna (2-1 in campo, trasformato in 3-0 a tavolino) e con la Fermana (3-0) a Salò, i pareggi in casa del Matelica e con il Gubbio (entrambi per 1-1) prima dei successi in casa della Feralpisalò (1-0) e nell’ultima gara disputata sul terreno di casa provvisorio di Salò contro il Carpi (3-0).

IN CAMPO

In casa biancorossa assenti gli infortunati Odogwu, Fischnaller e Polak. Torna a disposizione Beccaro.

GLI AVVERSARI
La storia in breve - Cento anni di storia costellati di gioie e tanti dolori. Le prime partite all’ombra del simbolo di Imola, l’imponente Rocca Sforzesca simbolo di una città al confine fra l’Emilia e la Romagna. La storia dell’Imolese è fatta di pionieri che hanno giocato in tutte le categorie dalla C in giù. Quella di quest’anno è la 14esima presenza in serie C, dov’è tornata nel 2018. Nella stagione 2018-2019 con Alessio Dionisi al timone ha colto il miglior risultato di tutti i tempi, il terzo posto nel girone B. Nella stagione 2019-2020 ha colto la salvezza vincendo i play-out con tre allenatori che si sono avvicendati: Federico Coppitelli, Gianluca Atzori e l’attuale tecnico, il sammarinese Roberto Cevoli. Dal 2013 il presidente è Lorenzo Spagnoli.
L’allenatore – Il 51enne Roberto Cevoli ha assunto il timone imolese l’8 giugno 2020 per condurre la squadra ai vittoriosi play-out di serie C girone B. Tra le ultime esperienze in carriera, il tecnico sammarinese vanta l’esperienza in C alla guida della Reggina di cui era stato anche giocatore) dal 21 maggio 2018 al 3 febbraio 2019. Prima ancora il Renate 2017-2018 con il settimo posto finale e i play-off (primo turno).
Il mercato - Tra gli acquisti più importanti quelli delle punte centrali Stanco (dal Cittadella) e Polidori (Siena), del centrale Masala (Torres) e Lombardi (Cagliari) e del difensore centrale Rinaldi (ex Feralpisalo).
Il cammino in campionato - Nelle prime 10 giornate di campionato l’Imolese ha raccolto 12 punti, frutto di 3 vittorie e altrettanti pareggi, 4 le sconfitte con 8 reti realizzate e 9 subite. La formazione rossoblù ha vinto in casa del Padova nel turno inaugurale per 1-0 per poi pareggiare sul campo amico con la Virtus Verona (1-1), quindi le sconfitte contro la Feralpisalò in trasferta e con il Carpi in casa, entrambe per 2-1 prima del successo per 2-1 a Fano. A seguire due gare casalinghe con Sambenedettese (1-1) e Fermana (0-1), quindi lo 0-0 a Mantova, lo stop interno con il Modena e a Trieste in entrambe le gare per 1-0.
Lo campo- Lo stadio “Romeo Galli” di Imola (1500 posti a sedere) si trova presso il Parco delle Acque Minerali, a ridosso dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari e al luogo del tragico incidente ad Ayrton Senna.

I PRECEDENTI
Sono tre. Due risalgono alla stagione 2018-2019: 1-1 al “Druso” il 22 dicembre con vantaggio biancorosso firmato da Berardocco al 43’ e pareggio ospite all’80’ ad opera di Belcastro. 2-0 per l’Imolese nel girone di ritorno, il 28 aprile, con reti di Lanini al 35’ e Mosti al 48’. Nel 2019-2020 si è giocato solo il match d’andata (ritorno stop per la pandemia) finito 2-2: 2’pt 0:1 Mazzocchi (FCS), 30’ pt 1:1 Padovan (I); 31’ st Latte Lath (I), 45’ + 1’ Morosini (FCS).

EX DI TURNO
L’unico ex è il difensore centrale Fabio Della Giovanna, 23enne lombardo, da due stagioni all’Imolese, in maglia biancorossa nella stagione 2018-2019 con 8 presenze e una rete nel campionato di serie C girone B.

L’ARBITRO
A dirigere il confronto di Imola è stato designato il Signor Luigi Catanoso della sezione di Reggio Calabria, coadiuvato da Luca Valletta di Napoli e Pietro Lattanzi di Milano, quarto ufficiale Luca Zucchetti di Foligno.

Notizie correlate
Ti potrebbero interessare
Poluzzi è il “Giocatore del mese Putzer” di marzo
Poluzzi è il “Giocatore del mese Putzer” di marzo
Il vicepresidente biancorosso Walter Pardatscher ha consegnato all’estremo difensore la statuetta personalizzata sponsorizzata dal noto albergo-ristorante di Sciaves
Supercoppa al Modena, l’FCS festeggia in piazza
Supercoppa al Modena, l’FCS festeggia in piazza
Nella terza e decisiva gara del triangolare tra le tre vincitrici dei gironi di Serie C 2021-2022,l’FC Südtirol ospita gli emiliani, che la spuntano per 2-0 e si aggiudicano il trofeo. Dopo la partita la festa biancorossa in Piazza Walther per la storica e memorabile promozione in serie B.
Supercoppa in palio al “Druso”
Supercoppa in palio al “Druso”
Nella terza e decisiva gara del minitorneo tra le tre vincitrici dei gironi di Serie C 2021-2022 i biancorossi ospitano il Modena dell’ex Tesser (sabato 14 maggio alle ore 16.00). Dopo il successo a Bari (2-1) e il pareggio 3-3 tra Modena e Bari, alla squadra di Javorcic basterebbe il pareggio per aggiudicarsi il trofeo. Dopo la partita ci sarà la festa in Piazza Walther
Sabato, dopo la partita, tutti in Piazza Walther per la grande festa
Sabato, dopo la partita, tutti in Piazza Walther per la grande festa
Sabato 14 maggio, dopo la decisiva partita di Supercoppa di serie C, in programma allo Stadio Druso con il Modena si svolgerà la grande festa in Piazza Walther a Bolzano
Newsletter
Resta aggiornato su cosa sta succedendo nel mondo biancorosso!
 
 
 
Abbonati
 
 
Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.