09.10.2020
Secondo match casalingo per l’FC Südtirol contro il Gubbio
Secondo match casalingo per l’FC Südtirol. Nella quarta giornata d’andata del campionato di serie C, girone B, i biancorossi ospitano il Gubbio (calci d’inizio alle ore 15.00) sul terreno dello Stadio “Lino Turina”, inedito campo di casa fino a fine mese. Nelle prime tre giornate la formazione di Stefano Vecchi ha raccolto 7 punti, frutto delle vittorie in casa del Ravenna e nel match interno sulle rive del Garda bresciano di domenica scorsa contro la Fermana e del pareggio conseguito mercoledì a Macerata nel primo turno infrasettimanale contro il Matelica, squadra rivelazione di questo avvio di stagione. Il Gubbio, dal canto suo nella prima giornata ha perso in casa contro il Modena (0-2), nella seconda è stato sconfitto 2-1 sul campo della Sambenedettese e giovedì 8 ottobre, nel primo turno infrasettimanale, in casa, al “Bruno Barbetti” ha pareggiato per 1-1 contro l’Arezzo.
L’incontro, come disposto dalle autorità competenti, si svolgerà in modalità “a porte chiuse” con accesso concesso agli operatori dell’informazione accreditati e ai dirigenti delle due società. Sarà possibile seguire l’incontro in diretta streaming sulla piattaforma Eleven Sports (https://elevensports.it) alle condizioni indicate e attraverso il nostro live ticker (https://fc-suedtirol.com/liveticker).

IN CAMPO
In casa biancorossa mancheranno gli infortunati Polak e Odogwu.

I NOSTRI AVVERSARI
Dopo l’annata in Serie B nel 2011-2012 (seconda partecipazione nella serie cadetta dopo l’annata 1947/1948), l’As Gubbio 1910 naviga regolarmente da qualche anno, in Serie C. Quindicesima partecipazione nella terza divisione nazionale per i “Lupi” rossoblù; la prima risale alla stagione 1938-39. Terza stagione di fila nella terza divisione nazionale. Nel 1981 il club è promosso in Interregionale, quindi nel 1987 approda in Serie C2, prima di fare ritorno tra i dilettanti nel 1992. Al termine dell'annata 1995-1996, il Gubbio retrocede anche in Eccellenza e vive una crisi societaria: una cordata di imprenditori locali, guidata da Guerriero Tasso, grazie al supporto dei due gruppi industriali Colacem e Cementerie Barbetti si fa carico di risollevare le sorti della società e di inaugurare un nuovo corso destinato a riportare la Gubbio del calcio nel mondo professionistico. Seguono due promozioni di fila e la vittoria della Coppa Umbra Eccellenza: la squadra resta in C2 per i successivi dodici anni, quando nell'annata 2009-2010, quella del Centenario, il Gubbio passa in Lega Pro Prima Divisione e nella stagione seguente vince il campionato grazie ai gol di Juanito Gomez, arrivato in prestito dal Verona, e raggiunge la Serie B. Al primo anno in B, il Gubbio retrocede in Lega Pro Prima Divisione, quindi nel 2015 retrocede anche in Serie D, per poi tornare in Lega Pro nel 2016 dopo aver vinto il proprio girone di D. In serie C: sesto posto nel 2017, 15esimo nel 2018, 12esimo nel 2019 e 15esimo nel 2020 sempre nel girone B,
Allenatore: dalla decima giornata dello scorso campionato il mister è l’ex giocatore genoano di lungo corso Vincenzo Torrente. Il tecnico di Cetara, nel 2011, portò il Gubbio ad ottenere la storica promozione in Serie B.
Mercato: partiti i difensori Filippini (Triestina), Konaté (svincolato), Bacchetti (Feralpisalò) e Maini (Mezzolara) e l’ala Tavernelli (Cittadella), sono arrivati oltre al portiere Cucchietti dal Torino, i difensori Formiconi (Triestina), Signorini (Catanzaro), Uggè (Gazzano) e Migliorelli (Atalanta).
Giocatore rappresentativo: Juanito Gomez, 35enne attaccante argentino, oltre 370 presenza tra i professionisti in Italia con più di 80 reti, con tre stagioni in serie A a Verona (88 gare, 12 reti).

EX DI TURNO
In maglia biancorossa Daniele Casiraghi, trequartista, 26 anni, quattro stagioni al Gubbio (137 presenze e 21 gol). Con la casacca rossoblù del Gubbio il portiere Tommaso Cucchietti, classe ’98 di scuola Torino in biancorosso lo scorso anno con 24 gettoni di presenza (20 campionato, 1 play-off, 3 Coppa Italia Lega Serie A)

I PRECEDENTI
Negli ultimi 9 confronti diretti: 2 vittorie FCS, 2 pareggi e 5 successi degli umbri. Lo scorso anno - causa lockdown - un solo match, all’andata, al Druso: 3-0 per l’FC Südtirol: 8’pt Mazzocchi, 31’ st e 33’ st Casiraghi.
Nel campionato 2018-2019: 0-0 al “Pietro Barbetti” e 4-0 al “Druso” con reti doppietta di Lunetta e reti di Morosini e Turchetta. Nella stagione 2017/2018: due vittorie umbre 1-0 all’andata e 1-2 a Bolzano, nel 2016/2017 2-2 in viale Trieste e 1-0 per il Gubbio al ritorno in Umbria. Infine, nel 2010/2011 il Gubbio si impose 4-0 in casa all’andata e 0-2 a Bolzano.

L’ARBITRO

Dirige il confronto il signor Niccolò Turrini di Firenze, alla seconda direzione in serie C dopo Juventus U23-Pro Sesto 2-1 delo scorso 28 settembre. Assistenti: Mario Pinna di Oristano e Benedetto Torraca di La Spezia, quarto uomo Marco Maria Di Nosse di Nocera Inferiore.





Si torna in casa, a Salò, per ospitare il Gubbio
Notizie correlate
Ti potrebbero interessare
Poluzzi è il “Giocatore del mese Putzer” di marzo
Poluzzi è il “Giocatore del mese Putzer” di marzo
Il vicepresidente biancorosso Walter Pardatscher ha consegnato all’estremo difensore la statuetta personalizzata sponsorizzata dal noto albergo-ristorante di Sciaves
Supercoppa al Modena, l’FCS festeggia in piazza
Supercoppa al Modena, l’FCS festeggia in piazza
Nella terza e decisiva gara del triangolare tra le tre vincitrici dei gironi di Serie C 2021-2022,l’FC Südtirol ospita gli emiliani, che la spuntano per 2-0 e si aggiudicano il trofeo. Dopo la partita la festa biancorossa in Piazza Walther per la storica e memorabile promozione in serie B.
Supercoppa in palio al “Druso”
Supercoppa in palio al “Druso”
Nella terza e decisiva gara del minitorneo tra le tre vincitrici dei gironi di Serie C 2021-2022 i biancorossi ospitano il Modena dell’ex Tesser (sabato 14 maggio alle ore 16.00). Dopo il successo a Bari (2-1) e il pareggio 3-3 tra Modena e Bari, alla squadra di Javorcic basterebbe il pareggio per aggiudicarsi il trofeo. Dopo la partita ci sarà la festa in Piazza Walther
Sabato, dopo la partita, tutti in Piazza Walther per la grande festa
Sabato, dopo la partita, tutti in Piazza Walther per la grande festa
Sabato 14 maggio, dopo la decisiva partita di Supercoppa di serie C, in programma allo Stadio Druso con il Modena si svolgerà la grande festa in Piazza Walther a Bolzano
Newsletter
Resta aggiornato su cosa sta succedendo nel mondo biancorosso!
 
 
 
Abbonati
 
 
Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.